Che cos'è il Key6 e 3D Secure. Spiegazione e significato

Key6 e 3D Secure garantiscono maggiore sicurezza nei pagamenti online ovvero viene resa quasi impossibile l'operatività da parte di un utente terzo.

Che cos'è il Key6 e 3D Secure. Spieg

Key6 e 3D Secure, cosa sono?

Il 3D Secure è il protocollo di sicurezza nei pagamenti online con le carte che consente di fare acquisti online rispettando gli standard di sicurezza previsti dalla direttiva europea sui pagamenti Psd2. Il Key6 è un vero e proprio pin di 6 cifre abbinato alla carta.

Il 3D Secure è una soluzione di autenticazione accettata a livello globale progettata per rendere più sicure le transazioni online in tempo reale. Come vedremo in questo articolo, viaggia di pari passo con il codice Key6. I dispositivi connessi stanno crescendo in modo esponenziale.

I consumatori stanno facendo sempre più acquisti in mobilità. Ma questa opportunità per il commercio elettronici ha anche indotto i truffatori a passare al digitale ovvero a trovare nuovi spazi per mettere in pratica progetti criminosi.

Qui entrano in gioco Key6 e 3D Secure offrendo un livello supplementare di sicurezza. Le transazioni possono essere approvate con minori rischi e i consumatori e i commercianti possono acquistare e spedire con maggiore tranquillità.

  • Key6 e 3D Secure, cosa sono
  • Significato Key6 e 3D Secure

Key6 e 3D Secure, cosa sono

Il 3D Secure consente lo scambio di dati tra il commerciante, l'emittente della carta e, se necessario, il consumatore, per convalidare che la transazione è stata avviata dal legittimo proprietario del conto.

Dal punto di vista tecnico, è il protocollo di sicurezza nei pagamenti online con le carte. In buona sostanza, consente di fare acquisti online rispettando gli standard di sicurezza previsti dalla direttiva europea sui pagamenti Psd2.

L'attivazione può avvenire anche via web collegandosi all'area riservata nella piattaforma della propria banca. Per ogni carta da attivare occorre affiancare un numero di cellulare ed è quindi possibile visualizzare un diverso codice numerico, il cosiddetto Key6 che può essere richiesto per autenticare gli acquisti eseguiti online. In pratica è un vero e proprio pin di 6 cifre abbinato alla carta.

Quali sono allora i vantaggi reali per i clienti? Innanzitutto la maggiore sicurezza nei pagamenti ovvero viene resa quasi impossibile l'operatività da parte di un utente terzo. Il supporto per le transazioni è adesso garantito su una varietà di dispositivi per una migliore esperienza del cliente.

La proliferazione di dispositivi connessi ha reso più facile per i consumatori acquistare beni e servizi, ma ha anche introdotto nuove sfide per combattere le frodi e fornire esperienze di pagamento senza difficoltà. Per le emittenti significa migliori capacità di gestione delle frodi.

Commercianti e acquirenti fruiscono di maggiore sicurezza delle transazioni e di una migliore esperienza del cliente con vendite più complete.

L'autenticazione avviene dietro le quinte, senza contattare il consumatore. In rari casi, quando l'emittente vuole ulteriori garanzie, al titolare della carta può essere chiesto un passaggio supplementare, come la digitazione di un password inviata al cellulare.

Significato Key6 e 3D Secure

Per una maggiore protezione dalle frodi, 3D Secure richiede ai clienti di completare un passaggio di verifica aggiuntivo con l'emittente della carta al momento del pagamento.

Il cliente viene indirizzato a una pagina di autenticazione sul sito web della banca e inserisce una password associata alla carta o un codice inviato allo smartphone. Questo processo è comune ai vari circuiti di pagamento come Visa e Mastercard.

Se un pagamento 3D Secure viene contestato come fraudolento dal titolare della carta, la responsabilità si sposta all'emittente della carta. Il passaggio di responsabilità può verificarsi anche quando il 3D Secure è richiesto dalla rete della carta, ma non è disponibile per la carta o l'emittente.

Può accadere se il server 3D Secure dell'emittente è inattivo o se l'emittente non supporta 3D Secure, nonostante la rete della carta richieda il supporto 3D Secure. Durante il processo di pagamento, al titolare della carta non viene richiesto di completare l'autenticazione 3D Secure, poiché la carta non è registrata.

Sebbene il titolare non abbia completato l'autenticazione 3D Secure, la responsabilità si sposta comunque sull'emittente. Sebbene i pagamenti che sono stati autenticati con successo utilizzando 3D Secure non possano essere contestati come fraudolenti con uno storno di addebito finanziario anticipato, gli emittenti possono avviare una richiesta di recupero.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Per approfondire: