Che cos'è la ricostruzione di carriera insegnanti e cosa serve. Spiegazione e significato 2021 aggiornato

Permettere al personale della scuola che passa in ruolo di rendere utili i periodi di lavoro precedenti l’immissione in ruolo: come funziona la ricostruzione di carriera insegnanti

Che cos'è la ricostruzione di carriera i

Che cos'è la ricostruzione di carriera degli insegnanti?

La ricostruzione di carriera degli insegnanti è un istituto che permette ai lavoratori della scuola di riportare i periodi di servizio non in ruolo al fine di rientrare in una fascia di retribuzione più alta e si tratta di un documento che può essere redatto da docenti e personale Ata con pre-ruolo riconoscibile ai fini dell’avanzamento di carriera. 
 

I lavoratori del comparto scuola hanno la possibilità di rivolgersi ad un particolare istituto previsto sia per docenti che per personale Ata e che permette al personale che passa in ruolo di rendere utili i periodi di lavoro precedenti l’immissione in ruolo al fine di rientrare in una fascia retributiva più alta. Si tratta della ricostruzione di carriera insegnanti. Cerchiamo di dare una spiegazione al significato di ricostruzione di carriera degli insegnanti e di spiegare a cosa serve.

  • Cos’è e a cosa serve la ricostruzione di carriera insegnanti
  • Ricostruzione carriera degli insegnanti quando e come fare domanda

Cos’è e a cosa serve la ricostruzione di carriera insegnanti

La ricostruzione di carriera degli insegnanti è un istituto che permette ai lavoratori della scuola di riportare i periodi di servizio non in ruolo al fine di rientrare in una fascia di retribuzione più alta e si tratta di un documento che può essere redatto da docenti e personale Ata con pre-ruolo riconoscibile ai fini dell’avanzamento di carriera. 

Si tratta di una procedura a cui si può accedere solo quando si lavora in un regime a tempo indeterminato, quindi superato il periodo di prova per gli Ata e l’anno di prova per i docenti.

La ricostruzione di carriera degli insegnanti serve per ottenere il riconoscimento degli anni di servizio di pre-ruolo, derivanti sia da rapporti di lavoro a tempo determinato sia da anni di servizio svolti in altro ruolo, o servizio militare di leva, eventualmente svolto e permette di avere il riconoscimento di:

  • anzianità di servizio maturata con i contratti a termine;
  • inquadramento nella fascia stipendiale maturata;
  • pagamento delle differenze retributive tra il trattamento percepito negli anni e quello che sarebbe spettato per anzianità.

Ricostruzione carriera degli insegnanti quando e come fare domanda

La domanda di ricostruzione di carriera degli insegnanti deve essere scritta su carta semplice e presentata alla scuola in cui si presta servizio a tempo indeterminato, dopo aver superato il periodo di prova e aver ottenuto la conferma in ruolo dal primo settembre successivo all'anno nel quale si è superato l'anno di prova al 31 dicembre di ogni anno scolastico.

Entro il successivo 28 febbraio di ogni anno, il Ministero dell'Istruzione deve comunicare al Mef, Ministero dell'Economia e delle Finanze, attraverso il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, i risultati delle domande presentate per il riconoscimento dei servizi agli effetti della carriera del personale scolastico.

La domanda di ricostruzione di carriera degli insegnanti si può presentare anche tramite il portale delle Istanze On Line, selezionando l’apposita funzione ‘Richiesta di Ricostruzione Carriera’, che permette ad ogni docente di inviare la domanda di ricostruzione di carriera alla propria istituzione scolastica di titolarità o sede di incarico triennale entro il 31 dicembre in modalità telematica. 

Nella domanda devono essere riportati tutti i servizi valutabili, come:

  • servizi di insegnamento nelle scuole statali della durata minima di 180 giorni in un determinato anno scolastico, purché prestati in possesso di idoneo titolo di studio;
  • servizio di leva, in corso fino al 31 gennaio 1987 o successivamente, e servizio civile, sostitutivo di quello militare;
  • servizi prestati nelle scuole primarie parificate fino al 31 agosto 2008 e nelle scuole secondarie pareggiate;
  • servizi prestati nelle scuole dell’infanzia e primaria (solo se di ruolo) degli enti locali, ma solo se a tempo indeterminato nell’infanzia o primaria;
  • servizi nelle università come professore incaricato, assistente incaricato e assistente straordinario.

Non sono, invece, riconosciuti i servizi prestati nelle scuole paritarie, private e legalmente riconosciute.

Una volta ricevuta la domanda di ricostruzione di carriera insegnanti, effettuate tutte le dovute verifiche, se l’esito è positivo, la scuola emette il decreto di ricostruzione con allineamento dello stipendio del soggetto richiedente alla fascia retributiva spettante.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il