Che cos'è l'estratto di ruolo. Spiegazione e significato

Conoscere la propria situazione debitoria attraverso l’estratto di ruolo: di cosa si tratta, come si può avere e cosa riporta

Che cos'è l'estratto di ruolo. Spiegazio

Che cos’è l’estratto di ruolo?

L’estratto di ruolo è un documento meramente informativo e senza alcun valore fiscale e legale che si può richiedere all’Agenzia delle Entrate e che riporta l’eventuale storia e situazione debitoria di un contribuente e che prospettandosi come semplice documento informativo non può essere impugnato
 

Controllare la propria situazione debitoria è un’idea che può sfiorare qualche contribuente che sa di non essere in regola con i dovuti pagamenti al Fisco. E’, infatti, possibile che, per esempio, non si paghi regolarmente il bollo auto, o che non siano stati versati regolarmente i contributi previdenziali e allora ci si chiede se esiste un sistema per sapere se e quanti eventuali pagamenti dovuti e non saldati abbiamo a nostro carico. 

La risposta è si: esiste un sistema che permette di conoscere la propria situazione debitoria ed è l’estratto di ruolo. Vediamo di dare una spiegazione al significato di estratto di ruolo.

  • Cos’è l’estratto di ruolo
  • Come avere l’estratto di ruolo
  • Si può impugnare l’estratto di ruolo

Cos’è l’estratto di ruolo

L’estratto di ruolo è un documento che riporta la storia debitoria di un soggetto, che contiene gli elementi delle cartelle esattoriali e dei ruoli in essa contenuti e che viene elaborato telematicamente. 

L’estratto di ruolo permette di vedere e controllare eventuali cartelle esattoriali che ci riguardano e, allo stesso tempo, di sapere quando sono state notificate, se la notifica è stata effettuata regolarmente o se, al contrario, non è stata propria notificata. 

L'estratto di ruolo riporta, in particolare, eventuali crediti dovuti da un contribuente, come bollo auto, imposte sui redditi, contributi Inps, multe, e informazioni sull'ente creditore, su importo dovuto, sanzioni e interessi e data di notifica della cartella esattoriale. Precisiamo che l’estratto di ruolo non è un atto impositivo e non fa parte degli atti impugnabili prescritti dalla legge.

Come avere l’estratto di ruolo

L’estratto di ruolo si può ottenere o recandosi di persona presso gli sportelli di zona dell'Agenzia delle Entrate o accedendo alla propria area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

L’estratto di ruolo può essere richiesto all’Agenzia delle Entrate da tutti i contribuenti direttamente interessati a conoscere la propria situazione debitoria ma anche dagli intermediari abilitati se muniti di delega dell’interessato.
 

Si può impugnare l’estratto di ruolo

Contrariamente a quanto è possibile fare con una cartella esattoriale notificata, l’estratto di ruolo non si può impugnare perché non rappresenta un invito o intimazione al pagamento ma si tratta di un semplice documento che riporta semplicemente gli eventuali pagamenti dovuti dal contribuente e che non ha assolutamente alcun valore fiscale.

Il valore dell’estratto di ruolo è meramente informativo. Ciò che, invece, si può impugnare sono le cartelle esattoriali riportate nell’estratto di ruolo e che non risultano mai effettivamente notificate, cioè che sono state, per esempio, depositate presso la casa comunale senza invio di alcuna raccomandata al destinatario affinchè sapesse del deposito della cartella.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il