Che cos'è un fido bancario? Spiegazione, significato ed esempi 2021

Il fido concesso dalla banca può essere utilizzato per finanziare l'acquisto di un bene, come una casa o un autoveicolo, o per finanziare il capitale circolante.

Che cos'è un fido bancario? Spiegazione,

Fido bancario, che cos'è?

Il fido bancario è un prestito che permette di avere una copertura per effettuare spese nonostante un conto in passivo. Si applica un tasso d'interesse variabile e c'è la possibilità di utilizzare anche parzialmente la cifra ottenuta.

Il fido bancario viene solitamente indicato come un prestito concesso per esigenze aziendali o personali ai propri clienti, con o senza garanzia o pegno, con l'aspettativa di maturare interessi periodici sull'importo del prestito. L'importo del capitale viene rimborsato al termine della durata del fido, che è debitamente concordato e menzionato nel patto di prestito. Il fido bancario permettere di coprire le spese maggiori anche se non si hanno i contanti a portata di mano.

Nel mondo di oggi, le richieste sono in continuo aumento, ma i mezzi per soddisfarle sono limitati. Prendere in prestito denaro consentirà come fonte di finanziare varie esigenze di un'azienda, professione e personale. Ma in cosa si differenzia allora rispetto alla richiesta di un credito o di un prestito tradizionale? Vediamo in questo articolo:

  • Fido bancario, che cos'è

  • Spiegazione, significato ed esempi fido bancario

Fido bancario, che cos'è

Il fido è un termine comunemente usato nel mondo contabile e finanziario e ha significati diversi. La definizione di base è un accordo tra un prestatore e un mutuatario, in cui il prestatore si impegna a concedere una certa somma di denaro al mutuatario. Quest'ultimo si impegna in cambio a rimborsare il denaro in una data futura con un interesse sul saldo residuo. Cosa cambia rispetto a un prestito tradizionale?

Innanzitutto la possibilità di avere una copertura per effettuare spese nonostante un conto in passivo. Dopodiché l'applicazione di un tasso d'interesse variabile che suggerisce quindi di definire un piano di spese. Di conseguenza c'è la possibilità di utilizzare anche parzialmente la cifra ottenuta.

L'accredito bancario viene concesso ai mutuatari a fronte dell'adempimento della necessaria documentazione richiesta dalla banca. I tassi di interesse, i termini di rimborso sono indicati nel patto di finanziamento. La documentazione alla banca comprende bilanci, dichiarazioni dei redditi, bilanci previsionali e variazioni in base al tipo di prestito e da persona a persona. Il credito bancario si riferisce all'importo totale disponibile per un mutuatario individuale o aziendale da un istituto finanziario.

L'importo che un istituto finanziario detiene in qualsiasi momento dipende dall'importo totale dei fondi combinati disponibili nell'istituto, nonché dalla capacità del mutuatario di rimborsare il prestito.

Il fido concesso dalla banca può essere utilizzato per finanziare l'acquisto di un bene, come una casa o un autoveicolo, o per finanziare il capitale circolante. Una volta concesso il credito a un mutuatario, la banca richiede un rimborso mensile fisso per un periodo di tempo concordato.

Spiegazione, significato ed esempi fido bancario

Esistono due tipi principali di fido bancario ovvero fido garantito e fido non garantito. Il primo è un credito garantito da un bene come un veicolo a motore, un macchinario agricolo o una casa, che funge da garanzia per il prestito. Il creditore pone un pegno sul bene dato in garanzia e il mutuatario non possiede mai completamente il bene legato al credito fino a quando non ha pagato completamente il debito.

In caso di inadempimento del mutuatario, il mutuante è libero di sequestrare il bene dato in garanzia per recuperare le perdite subite. Dall'altra parte, il fido non garantito non è garantito e il creditore non può pretendere alcuno dei beni del mutuatario per forzare il rimborso. Tuttavia, i prestatori di credito non garantiti possono ancora ricorrere ad altri mezzi per imporre la riscossione. Ad esempio, possono assumere un'agenzia di recupero crediti o segnalare il mancato pagamento alle agenzie di credito.

I prestiti personali vengono concessi per soddisfare le esigenze di un individuo o del gruppo di persone. Vengono presi prestiti personali per l'acquisto di beni di consumo, elettronica, case, veicoli. I prestiti per scopi commerciali o professionali sono offerti per soddisfare le esigenze del business. Può essere un prestito di capitale circolante, una linea di credito in contanti per soddisfare la crisi di liquidità a breve termine.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il