Chi decide la data del rogito casa, quando lo si deve fare

Accordo tra acquirente e venditore per la data del rogito di casa: chi decide quado farlo. Tempi e condizioni da considerare

Chi decide la data del rogito casa, quan

Chi decide la data del rogito di casa?

La data per il rogito della casa viene generalmente decisa dall'acquirente che la concorda con il notaio dopo aver avuto comunicazione dalla banca sui tempi di concessione del mutuo, comunicandola poi al venditore di casa in modo da trovare un accordo. Potremmo dire, quindi, che la data del rogito di casa viene decisa dall’accordo tra acquirente e venditore in base ai relativi tempi di cui necessitano.

Fare il rogito per l’acquisto di una nuova casa è l’ultimo passo che si compie per la compravendita definita che sancisce il passaggio della proprietà da venditore ad acquirente. E’ possibile arrivare al rogito tramite compromesso, che sarebbe il contratto preliminare i cui si stabiliscono condizioni e termini di vendita, ma che non è obbligatorio, o direttamente senza compromesso.

Ma chi decide quando si deve fare il rogito della casa?

  • Chi decide la data del rogito di casa
  • Quando si deve fare rogito di casa

Chi decide la data del rogito di casa

La data per il rogito della casa viene generalmente decisa dall'acquirente che la concorda con il notaio dopo aver avuto comunicazione dalla banca sui tempi di concessione del mutuo, comunicandola poi al venditore di casa in modo da trovare un accordo.

Potremmo dire, quindi, che la data del rogito di casa viene decisa dall’accordo tra acquirente e venditore in base ai relativi tempi di cui necessitano: da una parte, per l’acquirente si tratta del tempo di cui ha bisogno per trovare i soldi per comprare casa e, dall’altra, per il venditore, si tratta del tempo di cui potrebbe avere eventualmente bisogno per trovare una nuova casa.

Dopo di che la data del rogito di casa stabilita viene riportata nel compromesso, contratto preliminare stipulato tra venditore e acquirente che definiscono alcune condizioni da rispettare per la vendita di casa e stabiliscono, appunto, la data entro la quale si deve fare il rogito di casa.

Precisiamo che la data del rogito di casa, che prevede il termine della compravendita di un immobile tra veditore e acquirente, si può cambiare, non essendo perentoria e quindi obbligatoria da rispettare come stabilito dalla Cassazione.

Quando si deve fare rogito di casa

Il rogito, dunque, si deve decidere quado si fa il compromesso e di deve poi fare al momento finale di vendita ufficiale della casa, quando l’acquirente ha eventualmente ha avuto il mutuo dalla banca e sono state sbrigate tutte le atre dovute formalità, considerando che prevede la firma definitiva dell’atto di acquisto di fronte a un notaio che ha il compito di controllare e verificare controlli tutti i documenti necessari per la compravendita.

Il rogito deve contenere:

  • valore di cessione dell’immobile;
  • modalità di pagamento;
  • dati dell’eventuale mediatore a cui ci si è rivolti per la compravendita e spese sostenute.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie