Chi deve pulire il giardino privato in condominio di un appartamento

Pulizia a carico di tutti i condomini per la cura del decoro dell’edificio condominiale: cosa prevedono norme e regolamenti contrattuali su pulizia giardino privato in condominio di un appartamento

Chi deve pulire il giardino privato in c

Chi deve pulire il giardino privato in condominio di un appartamento?

Stando a quanto stabilito dalla Cassazione, la pulizia del giardino privato in condominio di un appartamento deve essere fatta da tutti i condomini in proporzione dei loro millesimi di proprietà a condizione che pulizia ed eventuale potatura di alberi, piante e cespugli servono per la cura del decoro dell’edificio condominiale e a condizione che il regolamento contrattuale non preveda alcun obbligo esclusivo di manutenzione a carico del singolo condomino proprietario dell’appartamento che include il giardino privato in condominio. 
 

Chi deve pulire il giardino privato in condominio di un appartamento? La domanda potrebbe sembrare ovvia, considerando che il giardino privato in condominio di un singolo appartamento è occupato e usato dal condomino proprietario dell’appartamento stesso, per cui potrebbe essere chiaro che la sua manutenzione, compresa la pulizia, spetti al condomino dell’appartamento dove si trova il giardino in condominio. Ma vi sono regole precise e specifiche che disciplinano i lavori di manutenzione, compresa la pulizia, del giardino privato in condominio di un appartamento. Vediamo quali sono.

  • Giardino privato in condominio di un appartamento chi pulisce
  • Condizioni per pulizia giardino privato in condominio di un appartamento per tutti i condomini

Giardino privato in condominio di un appartamento chi pulisce

Par capire se i giardini in condominio sono comuni o privati e chi tocca la relativa pulizia bisogna innanzitutto vedere cosa prevede in merito il regolamento contrattuale, che può prevedere limiti e obblighi di manutenzione ai singoli condomini proprietari esclusivi dei giardini.

In generale, i lavori di pulizia e manutenzione di piante, alberi e cespugli devono essere sostenuti da tutti i condomini se fanno parte del decoro dell'intero edificio condominiale.

In questo caso, il condomino proprietario del giardino privato in cui si trovano alberi o cespugli che però ‘decorano’ l’intero edificio condominiale non deve obbligatoriamente sostenere i costi di manutenzione da solo ma, come stabilito da una sentenza della Cassazione, può chiedere che tutti i condomini contribuiscano alle spese in maniera proporzionale alle rispettive quote. 

Se, dunque, il guardino privato in condominio di un appartamento deve essere pulito ma la pulizia interessa anche ‘decori’ dell’intero edificio condominiale, devono pulire tutti i condomini. Tuttavia, i regolamenti comunali possono prevedere l’obbligo di pagamento delle spese di pulizia del giardino privato in condominio di un appartamento solo a carico dello stesso proprietario quando la pulizia interessi esclusivamente il giardino privato per decoro personale di casa del condomino. 

In questo caso è lo stesso condominio che deve occuparsi della pulizia del giardino, mentre quando la pulizia del giardino privato in condominio di un appartamento spetta a tutti i condomini, generalmente ad occuparsene sono gli appositi giardinieri i cui costi sono compresi nelle spese condominiali a carico di tutti i condomini. 

Condizioni per pulizia giardino privato in condominio di un appartamento per tutti i condomini

Se la pulizia del giardino privato in condominio di un appartamento deve essere fatta dal singolo condomino proprietario dell’appartamento occupato dalla parte di guardino privato in condominio quando interessa piante o alberi posizionati a determinate distanze per cui non fanno parte del decoro dell’edificio condominiale o per motivi personali, per esempio se la sporcizia da fastidio dinanzi allo stesso appartamento per cui bisogna pulire subito, la Corte di Cassazione ha stabilito che la pulizia spetta a tutti i condomini in casi specifici da rispettare.

In particolare, stando a quanto deciso dalla Cassazione, la pulizia del giardino privato in condominio di un appartamento deve essere fatta da tutti i condomini in proporzione dei loro millesimi di proprietà a condizione però che interessi piante e alberi funzionali al decoro dell'intero edificio, per cui pulizia ed eventuale potatura servono proprio per la cura del decoro dell’edificio e che il regolamento contrattuale non preveda alcun obbligo esclusivo di manutenzione a carico del singolo condomino proprietario dell’appartamento che include il giardino privato in condominio. 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il