Chi ha il diritto di tenere le chiavi per l'accesso al tetto in un condominio

Le chiavi di accesso al tetto in un condominio possono essere detenute da tutti i condomini perché si tratta di uno spazio comune: norme in vigore

Chi ha il diritto di tenere le chiavi pe

Chi ha diritto di tenere le chiavi di accesso al tetto in un condominio?

La regola generale relativa all'uso degli spazi comuni in condominio prevede che se le chiavi dei locali condominiali permettono di accedere ad aree comuni che possono essere usati da tutti i condomini che possono farne pari uso, compreso, dunque, il tetto condominiale, allora tutti i condomini hanno diritto di tenere le chiavi di accesso al tetto in un condominio.
 

Il condominio è costituito da spazi comuni di cui possono fare pari uso tutti i condomini, così come stabilito dalle norme in vigore. Vi sono poi pochi spazi condominiali accessibili solo a pochi condomini e soprattutto per questioni di sicurezza, per cui ci si chiede chi possa avere le chiavi di accesso a determinati spazi comuni del condominio, come per esempio, il tetto condominiale. Chi ha diritto di tenere le chiavi di accesso al tetto in un condominio?

  • Chiavi di accesso al tetto in un condominio chi può averle
  • Tetto in condominio tra gli spazi comuni per tutti i condomini


Chiavi di accesso al tetto in un condominio chi può averle

La regola generale relativa all'uso degli spazi comuni in condominio prevede che se le chiavi dei locali condominiali permettono di accedere ad aree comuni che possono essere usati da tutti i condomini che possono farne pari uso, compreso, dunque, il tetto condominiale, allora tutti i condomini hanno diritto di tenere le chiavi di accesso al tetto in un condominio.

Considerando, infatti, che i luoghi condominiali destinati all’uso comune devono essere, per legge, accessibili a tutti, ogni condominio può averne le chiavi. Se, invece, l’accesso agli spazi condominiali, per regolamento, vale solo per alcuni condomini allora solo questi ultimi hanno il diritto ad avere le chiavi di accesso agli stessi spazi, tra cui potrebbe esserci anche, per esempio, il tetto condominiale, anche se tra i locali il cui accesso è riservato solo ad alcuni condomini non rientra spesso il tetto condominiale.

Gli spazi considerati comuni in condominio dove non accedono di regola tutti i condomini non sono le aree generalmente più usate e a disposizioni di tutti come androne, cortile, scale, terrazzo del condominio ma piuttosto si parla dei locali dove si trovano i contatori, o il locale dei motori dell’ascensore o il locale dove si trova l’autoclave.

Si tratta di luoghi del condominio il cui accesso è limitato solo a pochi condomini soprattutto per questioni di sicurezza e in questi casi le chiavi vengono date all’amministratore che poi le affida generalmente a pochi condomini scelti. 

Tetto in condominio tra gli spazi comuni per tutti i condomini

Le chiavi di accesso al tetto di un condominio possono essere detenute da tutti i condomini perché il tetto condominiale, spesso sotto forma di grande terrazzo, è uno spazio comune del condominio che può essere usato da tutti i condomini a condizione che tutti ne facciano pari uso senza limitarne l’uso ad altri condomini. Insieme al terrazzo in condominio fanno parte degli spazi comuni condominiali:

  • scale;
  • suolo su cui sorge il condominio, muri maestri, pilastri, travi portanti ecc;
  • cortile e giardino condominiale;
  • androne;
  • portoni;
  • ascensore;
  • aree destinate a parcheggio condominiale;
  • locali per i servizi in comune, come la portineria, la lavanderia, gli stenditoi e i sottotetti destinati a uso comune;
  • pozzi e cisterne;
  • impianti idrici e fognari; 
  • sistemi centralizzati per la distribuzione di gas ed l’energia elettrica;
  • sistemi per riscaldamento e condizionamento dell’aria;
  • sistemi per la ricezione radiotelevisiva.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il