Chi può richiedere il Tso di una persona tra parenti, amici, forze dell'ordine o altri

Famiglia, parenti, amici tramite medici o forze dell’ordine: chi può chiedere un Tso per un soggetto alterato e cosa c’è da sapere

Chi può richiedere il Tso di una persona

Chi può richiedere il Tso trattamento sanitario obbligatorio?

Il Tso è disposto con provvedimento del sindaco del Comune di residenza, come massima autorità sanitaria del Comune di residenza o del Comune dove la persona si trova al momento della richiesta del trattamento obbligatorio, su proposta motivata di due medici e nella maggior parte dei casi sono proprio famiglia e parenti che chiedono l’intervento del personale sanitario o eventualmente delle forze dell’ordine. E’ possibile anche che la richiesta di Tso in alcuni casi possa essere presentata da amici. 
 

Chi può richiedere il Tso? Quando un soggetto presenta alterazioni psichiche tali da richiedere interventi terapeutici urgenti, ma rifiuta le cure, si può richiedere il Tso, trattamento sanitario obbligatorio, che, secondo quanto stabilito dalla legge, si può richiedere per un periodo di sette giorni, che però sono rinnovabili.

E’ bene sapere che il Tso si può effettuare non necessariamente ricorrendo al ricovero ma anche presso lo stesso domicilio del paziente o anche presso il Centro di salute mentale, l'ambulatorio o pronto soccorso. Vediamo quali sono i soggetti che possono richiedere un Tso per un determinato soggetto.

  • Chi può richiedere Tso
  • Quali sono i casi in cui si può richiedere Tso


Chi può richiedere Tso

Il Trattamento Sanitario obbligatorio Tso non può essere richiesto da qualsiasi soggetto ma solo da determinati soggetti legati alla persona per cui viene richiesto l'intervento. Stando, infatti, a quanto previsto, il Tso viene disposto con provvedimento del sindaco, come massima autorità sanitaria del Comune di residenza o del Comune dove la persona si trova al momento della richiesta del trattamento che viene presentata con apposita motivazione da due medici, di cui almeno uno appartenente alla Asl di competenza territoriale.

Dunque, il Tso viene richiesto quando una persona è in evidente stato di alterazione psichica e necessità di urgenti cure mediche che vengono, però, rifiutate dallo stesso soggetto alterato. E nella maggior parte dei casi sono famiglia e parenti che chiedono l’intervento del personale sanitario o delle forze dell’ordine che poi, a loro volta, presentano richiesta di trattamento sanitario obbligatorio al sindaco di competenza. In alcuni la richiesta di Tso per un soggetto può essere presentata anche da amici.

Nel caso in cui un trattamento sanitario obbligatorio venga dichiarato nullo dal giudice, il paziente ha diritto a chiedere il risarcimento del danno patrimoniale causato dal provvedimento sia al sindaco che ha disposto il provvedimento e sia al ministero dell’Interno.

Quali sono i casi in cui si può richiedere Tso

Famigli, parenti, amici, tramite medici o forze dell’ordine, possono richiedere un Tso trattamento sanitario obbligatorio in casi specifici che sono, come previsto dalla legge, i seguenti:

  • quando un soggetto è in evidente stato di alterazione psichica ma rifiuta le cure urgenti necessarie;
  • quando un soggetto è in evidente stato di alterazione psichica ha urgente bisogno di cure mediche e non si può procedere con altre misure se non ricorrendo al Tso;
  • quando un soggetto diventa pericoloso per se stesso e per gli altri, minaccia di suicidio o compimento di lesione a cose e persone, o assume comportamenti imprevedibili o violenti;
  • quando un soggetto rifiuta terapia, acqua e cibo.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il