Circolazione auto ibride in aree Ztl, leggi e regole 2021 in vigore

Il mercato automobilistico è in continua evoluzione e l'ibrido gioca un ruolo decisivo nel futuro dell'auto. La prova è che questi modelli sono sempre più popolari in Italia.

Circolazione auto ibride in aree Ztl, le

Auto ibride in aree Ztl, quali sono le leggi sulla circolazione?

Ridurre l'inquinamento non significa vietare tutti i mezzi di trasporto in città. Le autorità locali accompagnano sempre le restrizioni al traffico con vari incentivi. E sono proprio le auto ibride quelle che, insieme alle full electric, ricevono maggiori benefici. Tra cui quello di circolare liberamente nelle Ztl.

L'obiettivo delle Zone a traffico limitato (Ztl) è contrastare l'inquinamento atmosferico limitando la circolazione delle auto più inquinanti. Quali sono le regole per le auto ibride. Si tratta di una scelta congeniale per chi si impegna a rispettare l'ambiente, ridurre i consumi e ridurre le emissioni di gas inquinanti. Deve le sue prestazioni alla combinazione di un motore a combustione interna e di un impianto elettrico.

Il veicolo ha funzioni aggiuntive, come la trasformazione dell'energia chimica del carburante in energia cinetica, la ricarica della batteria del motore elettrico, nonché il recupero dell'energia di frenata. Approfondiamo quindi la normativa 2021 vigente in Italia e più precisamente:

  • Auto ibride in aree Ztl, leggi sulla circolazione

  • Auto ibride sempre più centrali per leggi e regole 2021

Auto ibride in aree Ztl, leggi sulla circolazione

Le restrizioni al traffico esistono da diversi decenni in molte città italiane. La loro attuazione ha subito un'accelerazione negli ultimi anni per arginare le principali conseguenze sulla salute e sull'ambiente delle emissioni allo scarico. Le zone a traffico limitato vengono utilizzate per limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti al fine di migliorare la qualità dell'aria e consentire ai residenti di respirare aria non dannosa per la loro salute.

Ridurre l'inquinamento non significa vietare tutti i mezzi di trasporto in città. Le autorità locali accompagnano sempre le restrizioni al traffico con vari incentivi. E sono proprio le auto ibride quelle che, insieme alle full electric, ricevono maggiori benefici. Tra cui quello di circolare liberamente nelle Ztl. Aumentano anche gli aiuti per l'acquisto di un modello ecologico e alcuni parcheggi in centro città stanno diventando gratuiti per favorire l'uso di altri mezzi di trasporto.

Le auto ibride e ibride plug-in emettono molto meno CO2 e riducono il consumo di carburante, ma questi due tipi di veicoli differiscono nel funzionamento. L'ibrida plug-in è un'evoluzione dell'auto ibrida: è una combinazione di un'auto ibrida e di un'auto elettrica. Come l'ibrido, anche l'auto ibrida plug-in può utilizzare un motore a benzina in modo efficiente. Pertanto, il conducente non deve preoccuparsi dell'autonomia elettrica durante i lunghi viaggi.

L'introduzione di una presa di ricarica rende il veicolo molto più versatile. Oltre al motore a scoppio, questa opzione aggiuntiva consente di ricaricare la batteria a casa, per beneficiare di una maggiore autonomia e di consumi ridotti il giorno successivo. La vera differenza tra un'auto ibrida e un'auto ibrida plug-in è che quest'ultima non richiede l'uso del motore a combustione interna per caricare il veicolo. Questo perché è possibile utilizzare una fonte di alimentazione esterna.

Auto ibride sempre più centrali per leggi e regole 2021

Il mercato automobilistico è in continua evoluzione e l'ibrido gioca un ruolo decisivo nel futuro dell'auto. La prova è che questi modelli sono sempre più popolari in Italia. Anche i governi e le autorità regionali stanno incoraggiando il passaggio alla tecnologia ibrida. I proprietari di auto ibride possono beneficiare di tasse o benefici fiscali ridotti, spesso significativi.

Il vantaggio di un ibrido si misura anche in termini di incentivi e sconti governativi, come l'accesso gratuito alle zone a traffico limitato. Questi premi hanno lo scopo di incoraggiare l'uso di auto ibride, che combinano un sistema elettrico e un motore tradizionale a benzina o diesel, consentendo così di ottenere un notevole risparmio di carburante.

Inoltre, un'auto ibrida è prima di tutto un veicolo che aiuta a proteggere l'ambiente, riducendo il consumo di carburante e le emissioni di anidride carbonica rispetto alle auto tradizionali. Scegliendo un'auto ibrida si consuma meno carburante e si riduce l'inquinamento. Un ibrido aiuta a ridurre significativamente il consumo di carburante e i costi associati. Uno dei principali vantaggi di un'auto ibrida riguarda infatti la detrazione fiscale.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il