Come aprire una azienda agricola? Tutta la procedura 2021

Apertura partita Iva, adempimenti Inps, Inail, Asl, costi previsti: quali sono i passaggi da seguire per aprire una azienda agricola

Come aprire una azienda agricola? Tutta

Come si fa ad aprire una azienda agricola?

Per aprire un’azienda agricola bisogna seguire lo stesso iter valido per la costituzione di una tradizionale società. Bisogna, infatti, aprire una partita Iva, registrare la nuova attività alla Camera di Commercio competente, iscrivere l’azienda nel Registro delle Imprese, aprire una posizione Inps e Inail, ed eventualmente ottenere un permesso dall’Asl, come autorizzazione sanitaria, se si vuole anche avviare una vendita diretta dei prodotti agricoli.
 

Come aprire una azienda agricola? L'azienda agricola è, per definizione, una piccola o media impresa che si avvia per la coltivazione di un fondo, selvicoltura, allevamento di animali. Le principali tipologie di aziende agricole sono, infatti, quelle che si occupano di allevamento di animali, selvicoltura ed eventuali attività ad esse connesse. 


Si tratta di una tipologia di impresa che può diventare molto remunerativa se avviata e gestita in un determinato modo e se ci si dedica, ovviamente, con grande impegno e dedizione. Vediamo di seguito qual è la procedura da seguire per avviare una azienda agricola.

  • Procedura per aprire una azienda agricola
  • Aprire una azienda agricola costi previsti

Procedura per aprire una azienda agricola

Per aprire un’azienda agricola bisogna seguire lo stesso iter valido per la costituzione di una tradizionale società. Bisogna, infatti, effettuare i seguenti passaggi:

  • aprire una partita Iva;
  • registrare la nuova attività alla Camera di Commercio competente;
  • iscrivere l’azienda nel Registro delle Imprese;
  • aprire una posizione Inps e Inail;
  • ottenere un permesso dall’Asl, come autorizzazione sanitaria, se si vuole anche avviare una vendita diretta dei prodotti agricoli.

Per aprire una azienda agricola è necessario, inoltre, avere il titolo di IAP (Imprenditore Agricolo Professionale), riconosciuto dalla Regione, che si ottiene soddisfacendo i seguenti requisiti:

  • l’attività agricola deve rappresentare almeno il 50% del lavoro e almeno il 50% del proprio reddito;
  • bisogna iscriversi alla gestione previdenziale agricoltura;
  • bisogna essere in possesso di specifiche conoscenze agricole, attestate da un diploma o da una laurea in agraria, o avere un’esperienza nel settore di almeno 3 anni, o partecipare a corsi regionali.

Avuto il titolo IAP, si può pensare all’avvio dell’attività definendo le caratteristiche principali dell’azienda agevola come:

  • dimensioni dell’azienda;
  • forza lavoro necessaria;
  • trovare un terreno adatto;
  • capire mercato e concorrenza;
  • valutare eventuali canali di distribuzione cui rivolgersi.

Aprire una azienda agricola costi previsti

Una volta capita la procedura da seguire per aprire una azienda agricola, passiamo ai costi necessari. Stando a stime generali, il costo per aprire una azienda agricola, con una minima quantità di terreno e di macchinari, si aggira sui 40mila euro circa

Bisogna, in particolare, considerare i seguenti costi:

  • costi dei macchinari;
  • costo del commercialista, che oscilla tra i 500 e i 1.500 euro all’anno;
  • contributi Inps;
  • tasse.
     

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il