Come aprire una bancarella al mercato. Licenze necessarie nel 2021 e procedura

Come aprire una bancarella al mercato. Licenze necessarie nel 2021 e procedura

Come aprire una bancarella al mercato. L

Come si apre una bancarella al mercato?

Per aprire una bancarella al mercato è necessario chiedere apposite licenze previste dalle singole legislazioni regionali che devono essere ottenute poi dai singoli Comuni in cui si intende esercitare ‘attività e solo a condizione di soddisfare alcuni e specifici requisiti nel caso di bancarelle di generi alimentari.

Aprire una bancarella al mercato non è qualcosa che si può fare decidendo autonomamente di mettere la bancarella in un mercato ma bisogna seguire un’apposita procedura per chiedere e ottenere le licenze necessarie. Vediamo allora quali sono le licenze necessarie nel 2021 per aprire una bancarella al mercato.

  • Licenze necessarie nel 2021 e procedura per aprire una bancarella al mercato
  • Come aprire una bancarella al mercato di generi alimentari
  • Requisiti per aprire una bancarella al mercato

Licenze necessarie nel 2021 e procedura per aprire una bancarella al mercato

Per aprire una bancarella al mercato, attività che rientra nella categoria del commercio ambulante o nel commercio al dettaglio su area pubblica intese come zone destinate a uso pubblico, bisogna chiedere apposite licenze previste dalle singole legislazioni regionali perché, lo precisiamo, ogni regione ha le sue regole.

La licenza per aprire un bancarella al mercato può essere richiesta solo da singole persone o da società di persone e generalmente ogni singolo comune, ogni sei mesi, pubblica l’elenco di tutti i posti rimasti liberi nei mercati e nelle fiere per assegnarli a nuove bancarelle.

Prima di chiedere la licenza in Comune per avere il posto per aprire una bancarella al mercato bisogna decidere innanzitutto che genere di vendita avviare considerando che e tipologie di attività sono due:

  • licenza A per le bancarelle a posto fisso, rilasciata dal Comune dove si vuole aprire la propria bancarella e che permette di esercitare l’attività in un giorno specifico per il mercato e se si vuole aprire la bancarella per più mercati in zone diverse bisogna fare richiesta per ogni posto e giorno in cui si vuole esercitare la propria attività;
  • licenza B A per le bancarelle itineranti, rilasciata licenza dal comune di residenza e che permette di esercitare la propria attività su tutto il territorio nazionale, ma solo nei posti non assegnati.

Una volta decisa la tipologia di bancarella al mercato da aprire, bisogna:

  • presentare apposita richiesta di Autorizzazione Amministrativa al Comune di competenza;
  • chiedere la Partita Iva all’Agenzia delle Entrate;
  • aprire una posizione presso Inps e Inail;
  • iscriversi alla Camera di Commercio.

Tutta la procedura per avere la licenza per aprire una bancarella a mercato è gratuita.

Come aprire una bancarella al mercato di generi alimentari

Se la bancarella al mercato che si vuole aprire è di generi alimentari, insieme alla procedura per avere la licenza necessaria, bisogna chiedere sempre al Comune l’autorizzazione sanitaria che, accertato il rispetto delle normative previste in materia, viene rilasciata dall’ufficio d’igiene.

Requisiti per aprire una bancarella al mercato

I requisiti necessari per aprire una bancarella al mercato sono:

  • aver conseguito diploma o laurea in settori attinenti all’attività, come diploma di istituto alberghiero, o laurea in alimentazione, ecc;
  • aver eseguito un corso S.A.B (somministrazione alimenti e bevande) riconosciuto da regione o provincia;
  • iscrizione al R.E.C. presso la Camera di Commercio;
  • aver già lavorato come titolare, socio o dipendente per due anni negli ultimi 5 in un’attività legata al settore alimentare;
  • rispetto degli aspetti igienico-sanitari per i mezzi mobili impiegati per il trasporto e la vendita degli alimenti.

I requisiti appena riportati sono necessari se si vuole aprire una bancarella al mercato di generi alimentari, mentre per aprire una bancarella al mercato non di generi alimentari non sono richiesti precisi requisiti.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il