Come avere la certificazione di poter andare in pensione con quota 100 nel 2022 e negli anni successivi

Richiesta della certificazione per andare in pensione con quota 100 anche quando la misura si esaurisce direttamente all’Inps ma non obbligatoria: regole in vigore

Come avere la certificazione di poter an

Come avere la certificazione di poter andare in pensione con quota 100 nel 2022 e negli anni successivi?

La certificazione per poter andare in pensione con quota 100 nel 2022 e negli anni successivi, considerando che la misura sperimentale si esaurirà il 31 dicembre 2021, può essere semplicemente richiesta all’Inps ma non si tratta di una certificazione obbligatoria da avere per uscire con quota 100. Quello che in realtà servirebbe maggiormente è l’estratto conto contributivo Ecocert.
 

Come avere la certificazione di poter andare in pensione con quota 100 nel 2022 e negli anni successivi? Tutti coloro che entro il 31 dicembre 2021 maturano i requisiti necessari per andare in pensione con quota 100, vale a dire 62 anni di età e almeno 38 anni di contributi, possono usufruire di questa forma pensionistica di uscita anche una volta esaurita, per effetto della cosiddetta cristallizzazione del diritto alla pensione.

La cristallizzazione del diritto alla pensione permette, infatti, di andare in pensione con determinate forme pensionistiche se se ne soddisfano i requisiti fino a quando sono in vigore anche una volta che le misure si esauriscono. Tutti coloro che, dunque, maturano i requisiti per andare in pensione con quota 100 entro la fine di quest’anno possono uscire con la stessa quota 100 anche nel 2022 e negli anni successivi. 

Stando a quanto previsto dalle attuali norme, per cristallizzare il diritto alla pensione con quota 100 non bisogna presentare alcuna domanda specifica perché una volta maturato il diritto alla pensione con tale forma pensionistica raggiungendo i requisiti richiesti, il diritto acquisito resta per sempre e l’unica domanda che bisogna presentare è quella di pensione con quota 100 all’Inps esattamente come per ogni altra forma di uscita pensionistica.

  • Come avere certificazione per andare in pensione con quota 100 nel 2022 e negli anni successivi
  • Andare in pensione con quota 100 nel 2022 e anni successivi necessario Ecocert

Come avere certificazione per andare in pensione con quota 100 nel 2022 e negli anni successivi

Per usufruire del diritto alla pensione con quota 100 a 62 anni di età e con 38 anni di contributi quando la misura si esaurirà, cioè dal 2022 e negli anni successivi, i lavoratori che non vogliono andare subito in pensione con questo sistema e preferiscono andare in pensione dopo il 2021 in modo da riuscire da avere un trattamento pensionistico più elevato, devono ricevere dall’Inps apposita certificazione che attesta l’effettivo raggiungimento dei requisiti per andare in pensione con quota 100 entro il 31 dicembre 2021. 

Per avere la certificazione per andare in pensione con quota 100 basta presentare semplice richiesta all’Inps.

Andare in pensione con quota 100 nel 2022 e anni successivi necessario Ecocert

La certificazione Inps che attesta che il soggetto che intende andare in pensione con quota 100 ha effettivamente i requisiti necessari per farlo non è obbligatoria ma ciò che è indispensabile è richiedere, sempre all’Inps l’estratto conto Inps, cioè l’Ecocert, documento che certifica tutti i versamenti dei contributi previdenziali effettuati dal lavoratore nel corso della sua vita lavorativa e che chiarisce se ci sono tutti i contributi necessari o vi siano contributi eventualmente mancanti. 

L’Ecocert è, infatti, un documento riepilogativo di tutti i dati riguardanti la posizione assicurativa del contribuente e che contiene tutti i contributi legati alla sua vita lavorativa e se il lavoratore ha periodi di lavoro presso datori di lavoro privati e/o pubblici e periodi di lavoro autonomo, all’interno dell’Estratto conto può visualizzare le diverse sezioni contraddistinte per colore. L’Ecocert Inps può essere richiesto in qualsiasi momento senza alcun vincolo.





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il