Come avere più ferie anche se non si sono maturate e non se ne hanno abbastanza per vacanze

Solo nel caso in cui il dipendente sia stato sotto contratto per tutto l'anno può godere del massimo periodo di ferie concesso sulla base del Contratto collettivo nazionale di lavoro di appartenenza.

Come avere più ferie anche se non si sono maturate e non se ne hanno abbastanza per vacanze

Il periodo per eccellenza della vacanze in Italia si avvicina a grandi passi: è proprio l'estate il momento in cui si concentra il desiderio di staccare dalla quotidianità lavorativa. Andare in vacanza significa, per i lavoratori dipendenti siano essi con contratto a tempo indeterminato o determinato, prendere le ferie.

Non lo è certamente per i lavoratori autonomi che non godono di ferie retribuite ovvero di un periodo di assenza dall'attività che viene regolarmente pagata. I giorni di ferie di cui il lavoratore dipendente può godere nel corso dell'anno sono strettamente legate a quelli di lavoro.

In buona sostanza, nel caso in cui il dipendente sia stato sotto contratto per tutto l'anno potrà godere del massimo periodo di ferie concesso sulla base del Contratto collettivo nazionale di lavoro di appartenenza.

Ma se è stato ad esempio assunto solo nel corso dell'anno, i giorni di riposo retribuito sono inferiori o possono non essere stati ancora maturati. Vogliamo quindi capire cosa succede in questi casi ed esattamente come comportarsi. Vediamo quindi

  • Quando è possibile avere le ferie per vacanze
  • Ferie, come averle se non sono state maturate

Quando è possibile avere le ferie per vacanze

Rispondiamo subito alla domanda: sì, è possibile averle le ferie per vacanze. Ma per capire come fare occorre fare un breve passo indietro e comprendere come maturano le ferie e come devono essere fruite. Il calcolo delle ferie è proporzionato alla durata della prestazione lavorativa.

Si tratta di un diritto garantito dalla Costituzione, ma sono i singoli Ccnl a disciplinarlo ovvero a prevedere le modalità di fruizione.

La regola generale prevede il godimento di quattro settimane di ferie retribuite in un anno (ma solo nel caso in cui il contratto di lavoro abbia coperto l'intero anno solare), di cui due settimane vanno fruite durante il periodo di maturazione e preferibilmente in maniera consecutiva.

Le altre due devono essere richieste (e concesse dal datore di lavoro) entro i 18 mesi successivi al termine del periodo di maturazione. Sono quindi due gli aspetti da segnalare: innanzitutto le ferie sono un diritto irrinunciabile e non possono essere pagate o monetizzate.

In seconda battuta non c'è una modalità unica per richiedere questi giorni di riposo e occorre tenere conto sia del proprio Contratto collettivo nazionale di lavoro e sia del regolamento interno della propria azienda.

Ferie, come averle se non sono state maturate

Il lavoratore conserva quindi la possibilità di chiedere le ferie per andare in vacanza anche se non state ancora maturate. Per farlo è però necessario un accordo preventivo con il datore di lavoro.

In buona sostanza, sulla base del contratto di lavoro stipulato tra le parti (a tempo determinato o indeterminato, part time o full time) può chiedere un vero e proprio anticipo delle ferie che andrà a maturare solo l'anno successivo.

Da parte sua, il datore di lavoro non è affatto obbligato ad accettare la proposta e può negare le ferie o darne seguito. Va da sé che in caso di via libera, l'anno seguente il lavoratore potrà fruire di un numero di giorni inferiori perché dovrà scontare il "debito".

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie