Come chiudere un contratto luce e gas per un defunto. La procedura, tempi, costi e documenti nel 2021

Comunicazione di cessazione delle forniture e documenti necessari: qual è la procedura per chiudere contratto di luce e gas di un defunto

Come chiudere un contratto luce e gas pe

Come chiudere un contratto luce e gas per un defunto?

Per chiudere un contratto di luce e gas per un defunto bisogna innanzitutto inviare alla società fornitrice dei servizi la comunicazione di cessazione di tutte le forniture, in modo da procedere a blocco della fornitura e chiusura del contratto entro i tempi stabiliti, senza ulteriori costi a carico del defunto, e quindi degli eredi.
 

Come si chiude un contratto di luce e gas intestato ad un defunto? Quando un familiare o una persona vicina muore sono diversi gli adempimenti a cui gli eredi sono chiamati, dalla presentazione della dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate a gestioni di conti correnti e altri eventuali prodotti finanziari, a chiusura di contratti delle diverse utenze, come luce, gas, telefono, intestati al defunto. Vediamo allora quali sono procedura, tempi e costi di chiusura di un contratto di luce e gas per un defunto.

  • Chiudere un contratto luce e gas per un defunto qual è la procedura
  • Quali documenti servono per chiudere contratto luce e gas di un defunto
  • Tempi e costi chiusura contratto luce e gas per un defunto


Chiudere un contratto luce e gas per un defunto qual è la procedura

Quando un familiare o altra persona muore, tra gli adempimenti da rispettare c’è quello relativo alla chiusura dei contratti per le forniture di luce e gas intestate al defunto. Ciò che bisogna fare è presentare la dichiarazione di cessazione delle forniture a tutte le aziende fornitrici di servizi compilando l’apposito modulo dalle stesse società messo a disposizione. 

La comunicazione di cessazione della fornitura e chiusura dei contratti di luce e gas deve essere fatta esclusivamente dagli eredi e presentata alla società fornitrice o tramite posta raccomandata, o inviando il modello compilato di cessazione della fornitura direttamente online sulla pagina istituzionale della società che fornisce luce e gas, o contattando relativo e specifico numero verde. 

Quali documenti servono per chiudere contratto luce e gas di un defunto

I documenti necessari da avere per procedere alla chiusura di un contratto di luce e gas per un defunto comprendono:

  • numero cliente riportato in bolletta;
  • codice POD per l’energia elettrica e codice PDR per il gas;
  • indirizzo dell’abitazione per cui si chiede la cessazione della fornitura;
  • codice fiscale dell’intestatario del contratto stipulato;
  • lettura del contatore;
  • indirizzo a cui inviare la bolletta di chiusura del servizio;
  • data di disattivazione delle forniture

Tempi e costi chiusura contratto luce e gas per un defunto

Tempi e costi di chiusura di un contratto di luce e gas per un defunto sono variabili. Generalmente, però, i costi di chiusura di un contratto di luce e gas per un defunto sono di circa 20-25 euro più Iva più eventuali costi fissi applicati dal distributore. 

Per quanto riguarda, invece, i tempi, per la chiusura di un contratto di luce e gas per un defunto servono circa 7 giorni lavorativi per l’energia elettrica e 10 giorni lavorativi per il gas e il recesso dal contratto ha efficacia entro 30 giorni dalla data di richiesta.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il