Come comprare casa senza soldi per anticipo o garanzia nel 2022.

Chi e come può comprare casa nuova pur senza avere soldi e a quali condizioni: cosa prevedono le soluzioni attuali e chiarimenti

Come comprare casa senza soldi per antic

Come comprare casa senza soldi?

Sono diverse le soluzioni reali nel 2022 che permettono di comprare casa anche senza avere soldi ma prendendo impegni ‘alternativi’ e che sono richiesta di accesso al Fondo di Garanzia prima casa per giovani under 36, vendita con riserva di proprietà, prestito vitalizio ipotecario, formula di affitto con riscatto. 
 

Come fare a comprare casa senza soldi? Comprare casa senza avere soldi è il sogno di tutti coloro che non dispongono di liquidità immediata necessaria per l’acquisto di una nuova casa. Non si tratta di possibilità accessibili a tutti e senza alcun impegno in cambio, per cui bisogna valutare bene se e cosa scegliere. Vediamo allora tutte le soluzioni reali nel 2022 per poter comprare casa senza avere soldi. 

  • Soluzioni reali 2022 per comprare casa senza soldi
  • Fondo di garanzia prima casa per comprare casa senza soldi 
  • Comprare casa senza soldi con vendita con riserva di proprietà leggi in vigore
  • Prestito vitalizio ipotecario per comprare casa senza soldi come funziona nel 2022
  • Come comprare casa con affitto con riscatto senza soldi

Soluzioni reali 2022 per comprare casa senza soldi

Sono diverse le soluzioni reali nel 2022 che permettono di comprare casa anche senza avere soldi ma prendendo impegni ‘alternativi’. Figurano tra queste:

  • richiesta di accesso al Fondo di Garanzia prima casa per giovani under 36;
  • vendita con riserva di proprietà;
  • prestito vitalizio ipotecario;
  • formula di affitto con riscatto. 

Fondo di garanzia prima casa per comprare casa senza soldi 

Una delle prime soluzioni reali disponibili nel 2022 per poter comprare casa senza soldi è il Fondo di garanzia prima casa, sistema che permette di comprare casa senza soldi ma accessibile solo ai giovani under 36 e gestito da Consap.

Il Fondo di Garanzia permette ai giovani under 36 di chiedere mutui con l’80% di Garanzia dello Stato per l’acquisto di una prima casa entro i 250mila euro, se non rientra tra le abitazioni di lusso o di categoria A1, A8, A9 e se il richiedente ha un Isee entro i 40mila euro.

Possono chiedere un mutuo per acquistare casa senza soldi con il Fondo di Garanzia prima casa:

  • giovani under 36 con contratto di lavoro atipico;
  • giovani coppie, di cui almeno uno dei due di età non superiore ai 35 anni;
  • genitori single con figli minori a carico;
  • conduttori di case popolari.

L’acquisto di prima casa con Fondo di garanzia per prima casa prevede anche altre agevolazioni come:

  • esenzione dal pagamento dell’imposta di registro;
  • esenzione dal pagamento dell’imposta ipotecaria; 
  • esenzione dal pagamento dell’imposta catastale 
  • eventuale ristoro dell’Iva pagata se la transazione è soggetta a Iva. 

La domanda di accesso al Fondo di garanzia per mutui agevolati per under 36 deve presentata direttamente alla Banca o Intermediario finanziario aderente all’iniziativa cui si richiede il mutuo, compilando gli appositi moduli per la richiesta di accesso al Fondo di garanzia per la prima casa. 

Comprare casa senza soldi con vendita con riserva di proprietà leggi in vigore

Altra soluzione reale nel 2022 per comprare casa senza soldi è quella della vendita con riserva di proprietà, sistema che permette all’acquirente di pagare la casa a rate mensili. Stando a quanto previsto dalle leggi in vigore, l’importo delle rate si stabilisce in base al prezzo di vendita della casa e spalmate su di un arco temporale concordato tra le parti e calcolando il tasso di interesse. 

Il passaggio definitivo della proprietà della casa con la vendita con riserva di proprietà, pur permettendo all’acquirente di prendere possesso della casa sin dal pagamento della prima rata, avviene solo ed esclusivamente quando l’acquirente termina di pagare tutte le rate concordate, compresa l’ultima rata prevista.  

Se l’acquirente non paga o in caso di mancato pagamento anche di una sola rata, l’acquirente perde la possibilità di comprare casa e la stessa torna ad essere di esclusiva proprietà del proprietario originario. Con la vendita di casa con riserva di proprietà, la divisione delle spese di casa funziona esattamente come per le case in affitto, e cioè al proprietario legittimo di casa spetta il pagamento delle spese straordinarie mentre all’acquirente spetta il pagamento delle spese ordinarie di manutenzione della casa.

Prestito vitalizio ipotecario per comprare casa senza soldi come funziona nel 2022

Altra soluzione reale nel 2022 per comprare casa senza soldi è il prestito vitalizio ipotecario che, come lascia intendere la stessa espressione, è una forma di prestito che può essere richiesto solo da chi ha un’età superiore ai 60 anni, implica una ipoteca di primo grado su un immobile a uso residenziale, che si estingue solo al verificarsi dei seguenti casi:

  • decesso del soggetto titolare del prestito;
  • vendita o trasferimento della proprietà a terzi, ma non per successione ereditaria;
  • la casa diventa la residenza altri soggetti all’infuori dei familiari, come convivente e personale regolarmente assunto;
  • la casa diventa oggetto di procedimenti giudiziari per un importo pari o superiore al 20% al suo valore;
  • il valore della proprietà si riduce sensibilmente per colpa o dolo dell’intestatario del finanziamento; 
  • l’immobile viene modificato senza che l’ente finanziatore ne sia a conoscenza o ne viene revocata l’abitabilità per scarsa manutenzione.

Considerando che il prestito vitalizio ipotecario si può chiedere in età avanzata, se il beneficiario del prestito vitalizio ipotecario decede prima del rimborso totale del prestito, passa agli eredi che devono pagare il residuo ma non rate, in un’unica soluzione e calcolando solo capitale e interessi maturati.

Se gli eredi non hanno la disponibilità di rimborsare il capitale, allora la casa viene venduta dalla banca ad un prezzo stabilito da un perito, con possibili riduzioni di un 15% all’anno fino alla vendita.

Come comprare casa con affitto con riscatto senza soldi

L’affitto con riscatto è la formula di acquisto di casa senza soldi generalmente più usato perché più semplice da trovare e concludere come sistema. La formula dell’affitto di casa con riscatto, generalmente scelta da chi non ha soldi per comprare casa e aspetta di avere un mutuo, prevede la stipula di un contratto di affitto tra proprietario di casa e possibile acquirente stabilendo un canone di locazione da pagare mensilmente, esattamente come avviene per tutte le case in affitto. 

Proprietario e inquilino-futuro acquirente stipulano, dunque, un regolare contratto di affitto di casa, regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate come da legge stabilito, riportando importo del canone di locazione da pagare e durata della locazione stessa.

Stando a quanto previsto dalla legge, l’affitto con riscatto prevede una durata massima di dieci anni ma proprietario e inquilino sono liberi di decidere altri termini e al termine dell’affitto l’acquirente riscatta la casa che diventa di sua proprietà.

Durante la locazione, si versa, dunque, il canone di locazione il cui importo viene poi scalato dalla cifra complessiva di vendita della casa. Se, però, entro il termine stabilito nel contratto di affitto per la vendita della casa, l’inquilino-acquirente non ha il mutuo e la compravendita non si conclude, o se l’inquilino dovesse decidere di non comprare più la casa, le somme pagate come canone di locazione che al momento del riscatto vengono scalate dal prezzo complessivo della casa, vengono invece trattenute dal proprietario della casa. 

Dunque, nel caso in cui la compravendita al termine dell’affitto con riscatto non si conclude, allora il proprietario non è obbligato dalla legge a restituire all’inquilino le somme versate perché rappresentano comunque importi versati a titolo di canone di affitto. 

La formula di affitto con riscatto per comprare casa è molto conveniente per chi vuole comprare casa ma non ha abbastanza liquidità o le garanzie richieste per un mutuo e prevede diversi vantaggi, a partire dalla possibilità per il futuro acquirente di entrare in casa sin da subito, alla possibilità di decidere al termine del contratto di affitto se concludere l’acquisto di casa o meno, al non deve pagare l’Imu fino al riscatto della casa, perché fino a quando la casa risulta di proprietà del proprietario originario spetta a lui il pagamento dell’Imu, esattamente come accade per le case in affitto. 

Nella formula di affitto con riscatto, il proprietario di casa è libero di chiedere la risoluzione del contratto nel caso di mancato pagamento, anche non consecutivo, di un numero minimo di canoni che può essere definito liberamente dalle parti ma, per legge, non può essere inferiore ad 1/20 del totale dei canoni che l’inquilino deve versare al venditore. 


 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il