Come entrare nell'App IO con lo Spid

La richiesta di Spid per utilizzare l'app IO va avanzata a uno dei 9 gestori autorizzati per rilasciare l'identitą digitale con operazioni, prezzi e modalitą sempre diversi.

Come entrare nell'App IO con lo Spid

Come si entra nell'App IO con lo Spid

La procedura dello Spid si completa in tre passaggi: inserimento dei dati anagrafici, creazione delle credenziali ed effettuazione del riconoscimento. Solo a quel punto è possibile scaricare, installare e avviare l'app IO per l'inserimento delle nuove credenziali per accedere ai servizi richiesti.

Si chiama IO ed è l'app ufficiale con cui dialogare con la pubblica amministrazione italiane a tutti i livelli, nazionale o locale. In termini pratici significa poter accedere ai servizi proposti, ricevere e inviare comunicazioni ed effettuare pagamenti.

Tutto avviene con pochi tap sullo schermo dello smartphone. Di conseguenza gli aspetti della privacy e della sicurezza sono centrali. Ecco quindi che per utilizzare l'app IO è fondamentale un'operazione preliminare ovvero l'attivazione delle credenziali Spid, il Sistema pubblico per la gestione dell'identità digitale.

Grazie al nome utente e alla password diventa così possibile accedere a tutti i servizi della pubblica amministrazione, anche attraverso questa nuovissima app. La procedura da seguire richiede attenzione e non è molto rapida.

Come vedremo in questo articolo, la richiesta va avanzata a uno dei 9 gestori autorizzati per rilasciare l'identità digitale con operazioni, prezzi e modalità sempre diversi. Solo a quel punto occorre sfruttare le credenziali per accedere all'app IO per accedere ai servizi desiderati. Vediamo quindi

  • App IO, come entrare con lo Spid
  • A cosa serve App IO

App IO, come entrare con lo Spid

L'operazione preliminare da fare prima di scaricare e installare l'app IO è creare la propria identità digitale attraverso lo Spid. Per farlo sono innanzitutto necessari il numero di telefono del cellulare, l'indirizzo di posta elettronica, un documento di identità valido e la tessera sanitaria con il codice fiscale.

Quindi occorre scegliere tra uno dei 9 provider ricordando che livello di sicurezza e costi non sono uguali. La scelta è tra

  • Aruba: il servizio è a pagamento, a partire da 14,90 euro (più Iva) con tempi medi di inserimento da 10 a 20 minuti
  • InfoCert: il servizio è a pagamento con tempi medi di inserimento da 10 a 20 minuti
  • Intesa: il servizio è a pagamento con tempi medi di inserimento da 10 a 20 minuti
  • Lepida: il servizio è gratuito per il periodo dell'emergenza Covid, attualmente è sospeso, i tempi medi di inserimento sono di 10 minuti
  • Namirial: i tempi medi di inserimento sono di 20 minuti
  • Poste: il servizio è gratuito in ufficio postale e a pagamento a domicilio con tempi medi di inserimento da 5 a 15 minuti
  • Sielte: il servizio è gratuito con tempi medi di inserimento da 10 a 20 minuti
  • Spid: il servizio è a pagamento a partire da 15 euro (più Iva) con tempi medi di inserimento da 10 a 20 minuti
  • Tim: il servizio è a pagamento a partire da 8,12 euro (più Iva) con tempi medi di inserimento da 5 a 20 minuti

Quale scegliere? Sicuramente quella che propone la modalità di riconoscimento che ti risulta più comoda. Le possibilità offerte sono di persona, con la Carta d'identità elettronica, la Carta nazionale dei servizi, la firma digitale o tramite webcam. Può essere un valore da prendere in considerazione il livello di sicurezza di Spid che occorre così come l'essere già cliente di uno di questi provider.

La procedura dello Spid si completa in tre passaggi: inserimento dei dati anagrafici, creazione delle credenziali ed effettuazione del riconoscimento. Solo a quel punto è possibile scaricare, installare e avviare l'app IO per l'inserimento delle nuove credenziali per accedere ai servizi richiesti.

L'identità Spid è fondamentale per l'utilizzo ai fini del riconoscimento della persona. In pratica l'obiettivo è assicurarsi che chi sta usando l'app è realmente colui che l'ha scaricata sul proprio dispositivo.

Il software è disponibile sia per smartphone Android con sistema operativo 4.4 e superiori, e sia per iPhone con sistema operativo iOS 13 e successivi.

A cosa serve App IO

L'utilizzo dell'app è gratuita e tra i servizi a cui è possibile accedere c'è il bonus vacanza. Ma non è il solo perché App IO permette di ricordare i pagamenti verso la pubblica amministrazione grazie allo storico delle operazioni svolte, ma anche di ricevere avvisi di pagamento con la possibilità di pagare servizi e imposti dal messaggio o tramite scansione QR.

Via libera anche alla gestione delle scadenze verso la pubblica amministrazione con l'aggiunta di promemoria nel calendario personale e alla ricezione di messaggi e comunicazioni rilevanti dagli enti pubblici nazionali e locali.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie