Come fare a capire se condizionatore di casa ha bisogno di ricarica prima che sia scarico

La corretta manutenzione del condizionatore di casa è indispensabile per evitare di trovarsi improvvisamente in difficoltà. Quali sono i segnali da non trascurare?

Come fare a capire se condizionatore di

Condizionatore di casa: come capire se ha bisogno della ricarica?

Quando il refrigerante non è sufficiente, il calore non viene assorbito e l'aria non viene raffreddata, anche se l'aria condizionata continua a funzionare. Se le ventole soffiano aria calda, non ne viene aspirata abbastanza per il raffreddamento.

Mai perdere di vista il corretto funzionamento del condizionatore di casa. Una corretta e regolare manutenzione consente infatti di mettersi al riparo da guasti improvvisi con conseguente difficoltà a individuare un tecnico per la riparazione tempestiva. Il gas refrigerante di un condizionatore d'aria reversibile agisce essenzialmente come combustibile che mantiene il ciclo di raffreddamento del condizionatore d'aria.

A differenza del carburante dell'auto, l'uso di questo gas refrigerante non si esaurisce per tutta la vita del condizionatore di casa. Normalmente dovrebbe essere necessaria una ricarica di gas refrigerante solo se si nota una perdita, ma il calo è comunque fisiologico. Per sapere quando è necessario ricaricare l'aria condizionata, è possibile cogliere alcuni segnali.

In generale, tutti i condizionatori richiedono una manutenzione regolare. Pensiamo in particolare alle griglie di ventilazione e ai filtri. Tuttavia, è la ricarica del refrigerante che deve richiedere un'attenzione particolare. Se il livello diminuisce, sarà necessario ricaricare. Vediamo meglio:

  • Condizionatore di casa: come capire se ha bisogno della ricarica

  • Cosa fare quando il condizionatore di casa ha bisogno della ricarica

Condizionatore di casa: come capire se ha bisogno della ricarica

Come tutti gli elettrodomestici della casa, il condizionatore necessita di manutenzione. In generale, questo processo è delicato e deve essere affidato a un professionista del settore. Ma è possibile verificare in autonomia se è necessario ricaricare l'aria condizionata.

Non c'è una frequenza di sostituzione predeterminata, è il livello del fluido che dirà quando ricaricare. Inoltre, il periodo di sostituzione può variare notevolmente, soprattutto se non si nota alcuna perdita.

Se l'aria condizionata funziona costantemente, ma non raffredda significa che il gas refrigerante assorbe il calore dall'aria. Quando il refrigerante non è sufficiente, il calore non viene assorbito e l'aria non viene raffreddata, anche se l'aria condizionata continua a funzionare. Se le ventole soffiano aria calda, non ne viene aspirata abbastanza per il raffreddamento.

Attenzione all'accumulo di ghiaccio: quando la serpentina dell'evaporatore diventa troppo fredda, il refrigerante inizia a rifluire e l'umidità si congela. È necessario effettuare riparazioni per evitare che il refrigerante raggiunga il compressore e lo danneggi. Una perdita può essere notata se si sente un sibilo o un gorgogliamento.

Se il condizionatore d'aria non sembra raffreddare bene come dovrebbe, non bisogna però necessariamente presumere che sia da ricondurre all'esaurimento del refrigerante. In generale, la ricarica del gas è necessaria solo se presenta una perdita. Per verificarlo è possibile cercare la brina attorno ai componenti dell'unità esterna del condizionatore d'aria. Un altro metodo per verificare la presenza di perdite consiste nell'applicare una soluzione di acqua e sapone sul tubo.

Cosa fare quando il condizionatore di casa ha bisogno della ricarica

Sebbene sia facile trovare tutorial per ricaricare l'aria condizionata su Internet, non è consigliabile eseguire questa procedura da soli. Ma una buona conoscenza del prodotto è necessaria se si vuole effettuare la sua manutenzione.

La manutenzione dell'impianto dell'aria condizionata è un processo che deve essere eseguito da un professionista. A meno che non si sia specialisti in materia con diversi anni di esperienza. In ogni caso, avere una buona conoscenza del climatizzatore permette di sapere quando ricaricarlo.

Il gas refrigerante dovrebbe durare tra i 2 e i 5 anni. Se c'è una perdita, ci sarà bisogno di riparazioni e una ricarica di refrigerante. Se il condizionatore d'aria ha più di 10-15 anni, è anche possibile valutare se è più conveniente sostituirlo.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il