Come fare richiesta del Qr Code dell'invalidità civile INPS. Procedura per domanda

Il Qr Code relativo ai propri verbali di invalidità ed handicap permette di avere sempre con sé questi documenti ovvero a portata di smartphone.

Come fare richiesta del Qr Code dell'

Qr Code invalidità civile Inps, come fare domanda?

Per ottenere il Qr Code dell'invalidità civile Inps occorre collegarsi al sito dell'Istituto di previdenza con le proprie credenziali ovvero con uno dei modi ammessi: Pin, Spid, Carta nazionale dei servizi o Carta d'identità elettronica. Dopodiché bisogna utilizzare il servizio online presente sulla stessa piattaforma Inps. A quel punto il Qr Code viene subito generato ed è disponibile in formato pdf. Può quindi essere essere stampato o conservato sul proprio smartphone o pc.

I codici Qr o Qr Code sono ovunque, dai siti web alle pubblicità e adesso hanno raggiunto anche i servizi offerti dall'Inps. Più esattamente, la nuova funzionalità per accedere ad agevolazioni o sconti dietro la presentazione dei verbali di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità si basa sul Qr Code dell'invalidità civile.

Sembrano codici a barre, ma invece di strisce verticali sono costituiti da motivi quadrati. Man mano che un numero crescente di aziende inizia a utilizzarli, diventano sempre più riconoscibili e molti smartphone ora sono dotati di lettori integrati.

Anche se possono sembrare semplici, i codici Qr sono in realtà in grado di memorizzare molti dati. Ma non importa quanto contengano, una volta scansionato, il codice Qr dovrebbe consentire all'utente di accedere immediatamente alle informazioni, tra cui anche i verbali dell'invalidità civile Inps, e da qui il motivo per cui è chiamato codice di risposta rapida.

I modelli all'interno dei codici Qr rappresentano codici binari che possono essere interpretati per rivelare i dati memorizzati dal codice. Il lettore Qr quindi analizza il codice Qr suddividendo l'intera cosa in una griglia.

Esamina i singoli quadrati della griglia e assegna a ciascuno un valore in base al fatto che sia nero o bianco. Quindi raggruppa i quadrati della griglia per creare motivi più grandi. Vediamo quindi

  • Qr Code invalidità civile Inps, come fare domanda
  • Quattro tipi di Qr Code, come ottenerli

Qr Code invalidità civile Inps, come fare domanda

In estrema sintesi, il Qr Code relativo ai propri verbali di invalidità ed handicap permette di avere sempre con sé questi documenti ovvero a portata di smartphone.

I normali codici a barre possono essere letti solo in una direzione, dall'alto verso il basso. Ciò significa che possono memorizzare solo una piccola quantità di informazioni, di solito in un formato alfanumerico.

Il Qr Code viene letto in due direzioni: dall'alto verso il basso e da destra a sinistra. Può quindi ospitare una maggiore quantità di dati. Il team di sviluppo dietro il codice Qr voleva rendere il codice facile da scansionare in modo che gli operatori non perdessero tempo a ottenerlo nella giusta angolazione e volevano che avesse un design distintivo per renderlo facile da identificare. Questo li ha portati a scegliere l'iconica forma quadrata che è ancora utilizzata oggi.

Per fare richiesta del Qr Code dell'invalidità civile Inps occorre collegarsi al sito dell'Istituto di previdenza con le proprie credenziali ovvero con uno dei modi ammessi: Pin, Spid, Carta nazionale dei servizi o Carta d'identità elettronica. Dopodiché bisogna utilizzare il servizio online presente sulla stessa piattaforma Inps. A quel punto il Qr Code viene subito generato ed è disponibile in formato pdf.

Può quindi essere essere stampato o conservato sul proprio smartphone o pc. Nel caso di smarrimento è sempre possibile recuperarlo accedendo alla funzionalità Consultazione, sempre sul portale dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale.

Quattro tipi di Qr Code

Ricordando che le categorie riconducibili all'invalidità sono titolare di indennità di accompagnamento, beneficiari della legge, invalido con giudizio superiore o uguale al 34%, minore invalido, cecità parziale o assoluta e sordità, i Qr Code possono essere utilizzati per molti scopi diversi, ma quando si tratta di tipi ci sono quattro tipi ampiamente accettati.

La versione utilizzata determina la modalità di memorizzazione dei dati ed è denominata modalità di input. Può essere numerico, alfanumerico, binario o kanji. Una curiosità: il primo sistema di Qr Code è stato inventato nel 1994 dalla società giapponese Denso Wave, una sussidiaria di Toyota.

Avevano bisogno di un modo per tracciare con precisione veicoli e parti durante la produzione. Per raggiungere questo obiettivo, hanno cercato di sviluppare un tipo di codice a barre in grado di codificare caratteri kanji, kana e alfanumerici.

Lo sviluppo del primo codice Qr ha richiesto più di un anno. Era in grado di contenere fino a 7.000 numeri più caratteri kanji e poteva essere letto dieci volte più velocemente di un normale codice a barre.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il