Come funziona compromesso casa tra privati

Quando e come fare il compromesso tra privati per la compravendita di una casa: dati e informazioni da inserire per tutele venditore e acquirente

Come funziona compromesso casa tra privati

Si può fare compromesso casa tra privati?

Il compromesso (o contratto preliminare di vendita casa) tra soggetti privati per la compravendita di una casa si può fare esattamente come nel caso di compravendita in presenza di altro intermediario immobiliare per tutelare interessi e doveri sia di acquirente che di venditore, con il consiglio di rivolgersi sempre ad un notaio per evitare spiacevoli sorprese.

 

Si decide di acquistare casa, dove diverse ricerche si trova la casa dei desideri e che fa al caso nostro ed è possibile concludere la trattativa tra privati senza necessità di alcuna mediazione da parte di agenzie immobiliari. Ciò che ci si chiede in questo caso è come muoversi? Si può fare e come il compromesso di acquisto casa tra privati?

  • Si può fare compromesso casa tra privati
  • Come funziona compromesso acquisto casa tra privati

Si può fare compromesso casa tra privati

Il compromesso (o contratto preliminare di vendita casa) tra soggetti privati per la compravendita di una casa si può fare sempre tra privati esattamente come nel caso di compravendita in presenza di altro intermediario immobiliare per tutelare interessi e doveri sia di acquirente che di venditore.

Anche nel caso di compromesso casa tra privati si può fare con e senza notaio ma il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un notaio che, oltre a verificare tutti i documenti, si occupa della trascrizione del contratto e per evitare eventuali spiacevoli sorprese. E’ sempre bene precisare che il compromesso si deve fare solo dopo aver valutato le condizioni della casa da acquistare ed essersi accertati che tutto sia in regole e non vi siano, per esempio, ipoteche sull’immobile in questione.

Se, però, la compravendita di casa che avviene tra privati è tra due soggetti che magari si conoscono e tra cui intercorre un rapporto di conoscenza e fiducia reciproca e si ha intenzione di risparmiare un po’, oltre alle spese già risparmiate sulla mediazione dell’agenzia immobiliare, allora si può evitare di ricorrere al notaio per il compromesso e prepararne uno per conto proprio.

Come funziona compromesso acquisto casa tra privati

Il compromesso casa tra privati regola e riporta in forma scritta diritti e doveri che veditore e acquirente devono rispettare per la tranquilla conclusione della compravendita. In particolare, il compromesso tra privati riporta termini e condizioni di vendita della casa impegnando, da una parte, l’acquirente all’acquisto della casa, anche tramite versamento di una caparra, e, dall’altra, il venditore a non vendere casa ad altra persona. Il compromesso tra privati rappresenta, dunque, una forma di obbligazione delle parti alla conclusione della vendita finale della casa che avviene al momento della firma finale del rogito.

Generalmente il compromesso, una volta redatto, deve essere registrato 20 giorni dalla sua sottoscrizione e in caso contrario, nel caso di eventuale truffa o mancato rispetto degli accordi presi, sarà difficile dimostrare la situazione e tutelarsi.

Nel compromesso bisogna riportare:

  • oggetto della vendita, cioè la casa e relative condizioni e caratteristiche;
  • prezzo della vendita concordato, modalità di pagamento ed eventuali acconti o caparre;
  • somma dell'eventuale caparra confirmatoria versata dall'acquirente;
  • termine ultimo per la stipula del contratto definitivo.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie