Come funziona contratto prestazione occasionale 2020

Pagamenti, limiti, condizioni, durata: come funziona il contratto prestazione occasionale 2020 e per chi vale. Tutto quello che c’è da sapere

Come funziona contratto prestazione occa

Come funziona contratto prestazione occasionale 2020?

Il contratto di prestazione occasionale 2020 è una tipologia di contratto di lavoro valido esclusivamente per coloro che svolgono o devono svolgere attività professionali on continuative per cui non è richiesta la necessaria apertura della partita Iva e prevede limiti per importi di pagamento ma anche relativamente alla durata.

Il contratto di prestazione occasionale 2020 è una tipologia di contratto di lavoro valido esclusivamente per coloro che svolgono o devono svolgere attività professionali on continuative per cui non è richiesta la necessaria apertura della partita Iva.

Come ogni altra tipologia di contratto, anche quella relativa alla prestazione occasionale prevede una serie di regole e norme, Vediamo allora come funziona il contratto di prestazione occasionale 2020.

  • Come funziona prestazione occasionale 2020
  • Contratto prestazione occasionale 2020 requisiti e condizioni
  • Chi può stipulare contratto prestazione occasionale 2020
  • Contratto prestazione occasionale 2020 quanto può durare
  • Contratto prestazione occasionale 2020 limiti pagamenti
  • Contratto di prestazione occasionale 2020 trattamenti previsti e contributi
  • Contratto prestazione occasionale 2020 agricoltura

Come funziona contratto prestazione occasionale 2020

Per fare contratti di prestazione occasionale 2020, gli utilizzatori devono prima registrarsi sulla piattaforma delle prestazioni occasionali dell’Inps, quindi riempire il proprio portafoglio elettronico virtuale, e poi procedere all’invio della comunicazione per la prestazione lavorativa.

Le procedure di registrazione e di comunicazione dei dati per la prestazione lavorativa possono essere svolte da utilizzatori e prestatori sia tramite servizio online sia contattando il numero verde Inps.

Per attivare il contratto di prestazioni occasionali 2020, almeno un’ora prima della prestazione lavorativa da prestare, l’utilizzatore deve comunicare, tramite il servizio online le seguenti informazioni:

  • dati identificativi del prestatore;
  • compenso pattuito;
  • luogo e durata di svolgimento della prestazione;
  • tipologia di prestazione lavorativa da effettuare;
  • eventuali ulteriori informazioni della stessa prestazione da svolgere.

Se l’utilizzatore deve revocare una comunicazione già inserita, può procedere alla revoca entro tre giorni dalla data in cui la prestazione si sarebbe dovuta svolgere. Non appena l’utilizzatore invia apposita comunicazione all’Inps, il prestatore ne riceve notifica tramite mail o Sms.

Una volta effettuata la prestazione lavorativa, lo stesso prestatore, sempre tramite servizio online, conferma l’effettivo svolgimento della singola prestazione.

Per imprese agricole, del turismo ed enti locali la dichiarazione preventiva deve riportare anche un monte orario complessivo presunto in riferimento ad un tempo non superiore a dieci giorni consecutivi.

Contratto prestazione occasionale 2020 requisiti e condizioni

Per poter stipulare un contratto di prestazione occasionale 2020 è necessario che siano rispettate determinate condizioni e requisiti. Il contratto prestazione occasionale 2020 può valere, infatti, solo nei seguenti casi:

  • prestazioni di lavoro saltuarie, non abituali e non continuative;
  • mancanza di coordinazione del lavoro e impiego di mezzi;
  • rispettare determinati limiti di pagamenti;
  • avere una durata specifica.

Chi può stipulare contratto prestazione occasionale 2020

Stando a quanto chiarito dall’Inps, il contratto di prestazione occasionale 2020 può essere usato da diverse categorie di utilizzatori, come:

  • professionisti;
  • lavoratori autonomi;
  • imprenditori;
  • associazioni;
  • fondazioni e altri enti di natura privata;
  • enti locali e pubbliche amministrazioni;
  • aziende alberghiere e strutture ricettive del settore turismo;
  • onlus e associazioni che possono acquisire prestazioni di lavoro attraverso contratti di prestazione occasionale per attività lavorative sporadiche e saltuarie.

Il contratto di prestazione occasionale 2020 nono vale, però, per tutti coloro che hanno un contratto di lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato, e tutti i titolari di Partita Iva che svolgono lavoro autonomo anche in qualità di liberi professionisti.

Contratto prestazione occasionale 2020 quanto può durare

Stando a quanto previsto dalle regole in vigore, il contratto di prestazione occasionale 2020 non può avere una durata superiore ai 30 giorni per lo stesso committente.

Per quanto riguarda la durata giornaliera dell’orario di lavoro, il contratto di prestazione occasionale 2020 non prevede alcun vincolo e alcuna regola specifica, trattandosi di una prestazione occasionale che si può organizzare in perfetta autonomia come meglio si crede.  
 
Contratto prestazione occasionale 2020 limiti pagamenti

Il contratto di prestazione occasionale 2020 prevede l’applicazione della ritenuta d’acconto del 20% e l’obbligo di non superare i 5mila euro di compensi netti all’anno che diventano 6.666 euro netti all’anno per contratti di prestazione occasionale 2020 per pensionati, studenti fino ai 25 anni, disoccupati e tutti coloro che percepiscono prestazioni di sostegno al reddito.

Per ogni utilizzatore, nel periodo compreso tra il primo gennaio e il 31 dicembre di ogni anno, non si possono superare i 5mila euro netti annuali. Nello stesso anno, però, il lavoratore può sottoscrivere anche più contratti di prestazione occasionale per un valore complessivo di massimo 5mila euro netti, che scendono a 2.500 euro annui per le prestazioni rese per lo stesso utilizzatore.

Il compenso giornaliero del prestatore non può essere inferiore a 36 euro, pari a quattro ore lavorative, mentre il compenso orario viene liberamente stabilito dalle parti ma non può mai essere inferiore a 9 euro l’ora.

Gli importi appena riportati si riferiscono ai compensi percepiti dal prestatore al netto di contributi, premi assicurativi e costi di gestione. Rispettando, inoltre, determinati limiti reddituali, il contratto di lavoro per prestazioni occasionali 2020 è compatibile anche con l'indennità di disoccupazione Naspi.

Contratto di prestazione occasionale 2020 trattamenti previsti e contributi

Il lavoratore con contratto di prestazione occasionale 2020, al pari di altri lavoratori, ha diritto al pagamento di:

  • contributi previdenziali;
  • premi assicurativi;
  • assicurazione per invalidità, vecchiaia e superstiti.

Contratto prestazione occasionale 2020 agricoltura

Per le imprese del settore agricoltura con meno di cinque dipendenti il contratto di prestazione occasionale si può applicare solo a lavoratori di determinate categorie che sono:

  • pensionati;
  • disoccupati;
  • giovani di meno di 25 anni di età regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso un istituto scolastico di qualsiasi ordine e grado;
  • percettori di prestazioni di sostegno del reddito.

In questi casi l’utilizzatore deve presentare una dichiarazione preventiva almeno un’ora prima dell’inizio della stessa. Per il settore agricolo, l’importo del compenso minimo giornaliero, stando a quanto deciso, non può essere inferiore alla misura minima fissata per la retribuzione di quattro ore lavorative, mentre il compenso delle ore successive può essere liberamente stabilita dalle parti.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie