Come funziona il TFR di una colf (signora pulizia) secondo leggi e CCNL 2021

Regole di calcolo e tempi di liquidazione del Tfr a colf: cosa prevedono leggi in vigore e Ccnl e chiarimenti per pagamenti

Come funziona il TFR di una colf (signor

In quanto tempo viene liquidato il Tfr Trattamento di fine rapporto di una colf?

Per quanto riguarda i tempi di liquidazione del Tfr alle colf, le leggi prevedono che le somme accumulate dalla lavoratrice nel corso del rapporto di lavoro debbano essere liquidate entro un tempo massimo di 45 giorni dal momento della conclusione del rapporto di lavoro. La legge permette che il Tfr alle colf sia pagato ogni anno.

Come funziona il Tfr di una colf? Il Tfr, Trattamento di fine rapporto, è, appunto, un trattamento economico che viene corrisposto ai lavoratori dipendenti al termine del rapporto di lavoro con relativo datore di lavoro, sia che la cessazione del rapporto di lavoro avvenga per raggiungimento dei requisiti per la pensione, sia che avvenga per fine servizio, o per dimissioni o per licenziamento.

Il Tfr è sempre dovuto a tutti i lavoratori dipendenti e ogni ccnl regola la liquidazione del Tfr e relativi tempi in maniera specifica. Vediamo di seguito cosa prevedono leggi e Ccnl in vigore per il Tfr alle colf

  • Tfr colf come si calcola 
  • In quanto tempo viene liquidato Tfr a colf


Tfr colf come si calcola

La base per il calcolo del Tfr di una colf è rappresentata, come per ogni altro lavoratore dipendente, dalla retribuzione corrisposta durante l’anno. Bisogna somma, infatti, tutti gli elementi erogati nell’anno in maniera cioè paga base, eventuale superminimo, eventuali scatti di anzianità, indennità sostitutiva di vitto e alloggio (in caso di lavoratori conviventi), tredicesima mensilità, e altri elementi retributivi, come i premi. 

Il Tfr per una colf (signora delle pulizie) si calcola sui mesi di effettivo servizio prestato, compreso l’eventuale periodo di prova, e ai fini del calcolo del Tfr valgono anche i periodi di assenza per ferie, malattia, infortunio, maternità o congedo matrimoniale.

Per determinare la quota annua di Tfr, bisogna, dunque, sommare tutti gli elementi corrisposti alla colf nel corso dell’anno e dividere il risultato per 13,5. La quota di Tfr deve essere poi rivalutata a partire dal secondo anno di lavoro e la rivalutazione in base alla somma di:

  • coefficiente annuale fisso pari al 1,5% su base annua, se la quota annuale da rivalutare ha avuto durata inferiore all'anno, il tasso fisso dell'1,5% va frazionato in dodicesimi di anno (pari allo 0,125% per ogni mese) e moltiplicato per il numero di mesi lavorati nell’anno.
  • coefficiente variabile sull’aumento del costo della vita accertato dall’Istat. 

L’importo di Tfr per la colf calcolato e rivalutato deve essere poi essere rivalutato l'anno successivo, secondo i tassi Istat in vigore, e così via, e il Tfr da corrispondere alla lavoratrice risulta sempre pari alla somma accantonata nell’ultimo anno di lavoro e fino al momento della cassazione del rapporto di lavoro o del mese in cui il rapporto di lavoro cessa. Il Tfr spetta anche nel caso di risoluzione del rapporto di lavoro della colf durante il periodo di prova, se tale periodo risulti superiore ai 15 giorni.

In quanto tempo viene liquidato Tfr a colf

Per quanto riguarda i tempi di liquidazione del Tfr alle colf, le leggi prevedono che le somme accumulate dalla lavoratrice nel corso del rapporto di lavoro debbano essere liquidate entro un tempo massimo di 45 giorni dal momento della conclusione del rapporto di lavoro.

La legge permette che il Tfr alle colf sia pagato ogni anno, se richiesto dalla lavoratrice o dal datore di lavoro, e in ogni caso con il consenso dell’altro.

Anche per le Colf sussiste, in corso di rapporto di lavoro, la possibilità di richiedere un anticipo di tfr una volta l’anno e nella misura massima del 70% dell'importo maturato fino al momento della richiesta di anticipo.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il