Come funziona la legittima difesa in caso di furto in casa secondo leggi 2022

Maggiori tutele per la legittima difesa di chi viene aggredito in casa propria e come cambiano le pene: cosa prevedono leggi in vigore

Come funziona la legittima difesa in cas

Come funziona la legittima difesa in caso di furto in casa?

Le leggi relative alla legittima difesa in caso di violazione di domicilio e furto in casa, come accennato, sono cambiate, tutelando chi viene violato e ammettendo la difesa sempre legittima per chi respinge una violazione di casa da parte di una o più persone fatta con violenza o minaccia di uso di armi o di altri mezzi di coazione fisica. Le nuove leggi sulla legittima difesa in caso di furto in casa escludono sanzioni e punibilità se il proprietario di casa reagisce anche con violenza per la tutela e la salvaguardia della propria o altrui incolumità. 
 

Come funziona la legittima difesa in caso di furto in casa? Le leggi sulla legittima difesa sono cambiate negli ultimi anni, prevedendo un rafforzamento della tutela di chi reagisce in caso di furto in casa e, quindi, violazione di domicilio. Vediamo allora cosa prevedono le leggi 2022 per i casi di legittima difesa per furto in casa. 

  • Legittima difesa in caso di furto in casa leggi in vigore
  • Legittima difesa per furto in casa come cambiano le pene


Legittima difesa in caso di furto in casa leggi in vigore

Le leggi relative alla legittima difesa in caso di violazione di domicilio e furto in casa, come accennato, sono cambiate, tutelando chi viene violato e ammettendo la difesa sempre legittima per chi respinge una violazione di casa da parte di una o più persone fatta con violenza o minaccia di uso di armi o di altri mezzi di coazione fisica. 

Le nuove leggi relative alla legittima difesa in caso di furto in casa escludono sanzioni e punibilità se il proprietario di casa reagisce anche con violenza per la tutela e la salvaguardia della propria o altrui incolumità. 

E’ stato, dunque, modificato anche l’articolo 55 del codice penale sull’eccesso colposo di legittima difesa, che ora viene del tutto escluso se chi è costretto a difendersi si trova, come riportato, in uno stato di ‘grave turbamento’. Prima di tale modifica, l’eccesso colposo prevedeva la punizione per la condotta di chi, pur in caso di difesa, superava i limiti del consentito. 

Per esempio, se prima un proprietario di casa sorprendeva all’interno delle mura della stessa casa un ladro e piuttosto che sparare in aria per spaventare il ladro, lo colpiva, veniva condannato, pur se il colpo era stato esploso a causa dell’intrusione del ladro ferito nella sua proprietà e con violazione di domicilio. Ora questa norma è stata superata, con maggiori tutele per le persone che vengono violate in casa.

Legittima difesa per furto in casa come cambiano le pene

Contestualmente all’approvazione di maggiori tutele per chi viene aggredito in casa, le nuove leggi hanno previsto anche un inasprimento delle pene e delle condanne per violazione di domicilio e furto in casa. Nel primo caso, il reato viene punito con la reclusione da 1 a 4 anni, che salgono da 2 a 6 anni se viene fatta violenza sulle persone o se il colpevole è armato.

Nel secondo caso, cioè per furto in casa, la reclusione arriva fino ad un massimo di sei e sette anni, mentre per rapina la reclusione è prevista da 5 a 10 anni
 

Più misure preventive per la difesa legale degli aggressori nelle proprie abitazioni e modifica delle sanzioni: quali sono le leggi che fanno rispettare?





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il