Come funziona la permuta usato per comprare auto nuova

Per ottenere l'importo massimo quindi fondamentale sapere che possibile negoziare separatamente il valore di permuta e il prezzo della nuova auto.

Come funziona la permuta usato per compr

Permuta usata per comprare un'auto nuova, come funziona?

La permuta è lo scambio di due beni senza il passaggio di denaro. Quando si permuta la propria auto, il valore del vecchio veicolo viene detratto dal prezzo della nuova auto. Per ottenere l'importo massimo è quindi fondamentale sapere che è possibile negoziare separatamente il valore di permuta e il prezzo della nuova auto.

Quando arriva il momento di comprare un'auto nuova si spalanca subito un'opportunità: permutare la propria auto per ottenere uno sconto oppure no? Nel caso in cui la concessionaria accetti l'auto usata si ottiene uno sconto sul prezzo di vendita.

Ma non è affatto detto che si tratti di un affare poiché, nella maggior parte dei casi, il rivenditore tende a valutare il veicolo che si riceve il meno possibile. Ed è molto difficile per l'acquirente dell'auto nuova riuscire a convincere il concessionario a concedere una cifra superiore o comunque tale da incidere sul costo complessivo. Perché la permuta è esattamente questo: lo scambio di due beni senza il passaggio di denaro.

Anzi, a voler essere precisi ovvero sulla base di quanto è scritto sul Codice civile, è il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all'altro. Capire come funziona questa opzione permette quindi massimizzare il valore della permuta e ottenere un accordo migliore.

Quando si permuta la propria auto, il valore del vecchio veicolo viene detratto dal prezzo della nuova auto. Per ottenere l'importo massimo è quindi fondamentale sapere che è possibile negoziare separatamente il valore di permuta e il prezzo della nuova auto.

Una volta che si è pronti per acquistare una nuova auto, non rivelare subiti l'intenzione di dare in permuta la prorpria auto al concessionario fino a quando non è terminata la negoziazione del prezzo della nuova auto. In questo modo, non c'è confusione ed è possibile trattare separatamente sia il miglior prezzo per la nuova auto sia il miglior affare per la permuta. Vediamo quindi

  • Permuta usata per comprare un'auto nuova, come funziona
  • Auto da permutare da presentare in ottime condizioni

Permuta usata per comprare un'auto nuova, come funziona

Il prezzo di permuta è in realtà solo un credito detratto dal prezzo negoziato dell'auto nuova. Tutti i venditori stimano il valore dell'auto usata prima di accettarla.

Il primo suggerimento è di non farsi cogliere impreparati ovvero di procedere in autonomia alla valutazione così da sapere il valore minimo da cui non si può prescindere. Al netto naturalmente delle condizioni generali del mezzo. In fondo il concessionario sta cercando di realizzare un profitto durante l'esperienza di acquisto dell'auto.

Vuole acquistare la permuta al prezzo più basso possibile per poi venderla e ottenere un mark-up. A tal proposito, il secondo suggerimento è di essere onesti al momento della valutazione le condizioni della propria auto. Non c'è niente di più imbarazzante che negoziare un prezzo di permuta e far notare al rivenditore che non si è stati sinceri nel rivelare le vere condizioni del veicolo.

In linea di massima, è più facile ottenere un prezzo di permuta migliore per la propria auto se viene scambiata con un rivenditore che vende quella stessa marca. Si ricorda che, sempre secondo il Codice civile, salvo patto contrario, le spese della permuta e le altre accessorie sono a carico di entrambi i contraenti in parti uguali.

Auto da permutare da presentare in ottime condizioni

Se la permuta vale più della nuova auto, il concessionario darà un assegno a titolo di saldo. Se il valore di permuta vale più del saldo residuo del prestito auto, questa differenza viene accreditata al prezzo di vendita della nuova auto. Valore a parte, sia che si decida di vendere l'auto da sola o di permutarla, è buona norma che sia presentata nella migliore condizione possibile.

Per portare a termine la permuta sono necessari alcuni documenti ovvero certificato di assicurazione e ricevuta del bollo auto, chiavi dell'auto ed eventuale seconda chiave, eventuali documenti sulla modifica o la sostituzione di parti vitali dell'auto. E poi: libretto di circolazione, certificati di revisione e tagliando.

Senza le ricevute che attestano il buono stato del veicolo e i documenti su eventuali modifiche al sistema meccanico dell'auto, la controparte può rinunciare allo scambio o rivedere la stima al ribasso. Da qui il suggerimento a muoversi nella piena trasparenza.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il