Come funziona la tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021. Calcolo ed esempi

Regole di calcolo della tredicesima per i lavoratori con contratto stagionale 2020-2021: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Come funziona la tredicesima nel contrat

Come funziona la tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021?

Ai lavoratori con contratto stagionale la tredicesima spetta sia nel caso in cui il rapporto di lavoro sia in corso e sia nel caso in cui il rapporto di lavoro sia cessato. A prescindere dal motivo che ha portato alla fine del lavoro, al momento della cessazione del rapporto di lavoro, il datore di lavoro deve corrispondere al lavoratore stagionale tutto ciò che gli è dovuto, compresa la tredicesima maturata dal lavoratore stesso fino al momento della cessazione del rapporto di lavoro e viene calcolata per i mesi effettivamente lavoratori.
 
 

Come funziona la tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021? Il contratto di lavoro stagionale, che viene stipulato per disciplinare rapporti di lavoro di determinati ambiti e settori come raccolta e conservazione dei prodotti sottobosco (funghi, tartufi, fragole, lamponi, mirtilli, ecc.), raccolta e spremitura delle olive; produzione del vino comune, mietitura, trebbiatura meccanica dei cereali e pressatura dei foraggi, taglio dei boschi, impiego in stabilimenti balneari, ecc, come gli altri contratti di lavoro, prevede il pagamento di determinati stipendi mensili in base al Livello di inquadramento professionale del lavoratore, contributi Inps, permessi retribuiti, malattia, Tfr da parte del datore di lavoro e tredicesima.

  • Tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021 come funziona
  • Calcolo ed esempi tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021

Tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021 come funziona

Il lavoratore con contratto stagionale 2020-2021, come sopra accennato, al pari degli altri lavoratori assunti con contratti di lavoro nazionali, ha diritto agli stessi trattamenti compresa la tredicesima, che viene generalmente corrisposta a tutti i lavoratori nel mese di dicembre come fosse una sorta di 'regalo' di Natale e per il cui calcolo sono previste regole specifiche da seguire. 

Ai lavoratori con contratto stagionale la tredicesima spetta sia nel caso in cui il rapporto di lavoro sia in corso e sia nel caso in cui il rapporto di lavoro sia cessato. A prescindere dal motivo che ha portato alla fine del lavoro, al momento della cessazione del rapporto di lavoro, il datore di lavoro deve corrispondere al lavoratore stagionale tutto ciò che gli è dovuto, compresa la tredicesima maturata dal lavoratore stesso fino al momento della cessazione del rapporto di lavoro.

Calcolo ed esempi tredicesima nel contratto stagionale 2020-2021

Come stabilito dalle norme generali, la tredicesima mensilità corrisponde ad un dodicesimo della retribuzione lorda annua corrisposta al lavoratore e che per il suo calcolo bisogna moltiplicare la retribuzione lorda mensile per il numero di mesi lavorati e poi dividere il risultato per 12 mensilità.

Prendendo, per esempio, il caso di un bagnino impiegato con contratto stagionale di 4 mesi che ha percepito da giugno a settembre una retribuzione lorda di 1.400 euro, al termine del contratto, avendo lavorato effettivamente per quattro mesi, ha diritto al pagamento di quattro ratei della tredicesima. 

Il calcolo si effettua moltiplicando la retribuzione lorda, 1.400 euro per 12 che sono le mensilità e il risultato, 116,6, per quattro, che sono i mesi lavorati= 466,6 euro. E’, dunque, di circa 500 euro l’importo della tredicesima per il lavoratore con contratto stagionale 2020-2021.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie