Come funziona subaffittare una stanza di una casa secondo leggi 2021

Registrare contratto di subaffitto di una stanza alle Entrate, pagamento imposte, comunicazione al proprietario: leggi per subaffittare una stanza di una casa

Come funziona subaffittare una stanza di

Come funziona subaffittare una stanza di una casa?

Il subaffitto di una stanza di una casa prevede regole precise da rispettare e relativo contratto da registrare all’Agenzia delle Entrate esattamente come previsto per tutti i contratti di locazione. Sia che si tratti di contratto di affitto e che di sublocazione parziale, la legge impone infatti obbligo di registrazione del contratto. Precisiamo, però, che quando si decide di subaffittare una stanza di una casa è necessario dare preventiva comunicazione al proprietario di casa che deve approvare questa decisione, altrimenti nulla si può fare. 
 

Come funziona subaffittare una stanza di una casa? Può spesso capitare di avere una casa in affitto troppo grande per le proprie esigenze, motivo per cui si può decidere di subaffittare una stanza di casa, in modo da avere un coinquilino o una coinquilina con cui condividere la casa e anche un ‘aiuto’ per il pagamento dell’affitto. 

Per subaffittare una stanza di una casa bisogna, però, rispettare leggi specifiche. Vediamo allora quali sono le leggi che regolano il subaffitto di una stanza di una casa. 

  • Subaffittare una stanza di una casa leggi in vigore
  • Subaffittare stanza di una casa per quanto tempo è possibile

Subaffittare una stanza di una casa leggi in vigore

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021 in vigore, subaffittare una stanza di una casa è una operazione del tutto legale che si può tranquillamente fare a condizione, però, di rispettare regole precise. Il subaffitto di una stanza di una casa è, infatti, possibile e legale solo a condizione che il contratto di affitto originario non preveda esplicito divieto di sublocazione e che sia registrato apposito contratto.

Anche il contratto di subaffitto di una stanza di una casa deve, infatti, essere registrato e la procedura per la registrazione del contratto di subaffitto di una stanza di casa prevede i seguenti passaggi:

  • comunicazione al proprietario di casa dell’intenzione di subaffittare una stanza della casa;
  • indicare i dati del soggetto che subaffitta la stanza in casa;
  • indicare l’eventuale durata del subaffitto;
  • indicare numero di stanze interessate dal subaffitto.
  • registrare il contratto presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate col modello RLI;
  • pagare tutte le imposte di registro previste con modello F24.

Precisiamo che nel caso di subaffitto di una stanza di una casa si parla di subaffitto parziale, che si verifica quando il firmatario del contratto di affitto principale con il proprietario di casa concede ad una terza persona solo una stanza, che rappresenta dunque una parte della casa. 

Subaffittare stanza di una casa per quanto tempo è possibile

Le leggi in vigore non prevedono tempi precisi da rispettare nel caso di subaffitto di una stanza di una casa. Il contratto di subaffitto non ha durata minima stabilita, per cui si può scegliere liberamente la durata del tempo del subaffitto.

Diverso, invece, il discorso per la durata massima del subaffitto di una stanza di una casa: in questo caso, infatti, i tempi da rispettare sono in generale quelli previsti dal contratto originale firmato tra proprietario di casa e inquilino, quindi bisogna capire che tipo di contratto è stato stipulato, se a canone libero (4+4) o a canone libero (3+2) e regolarsi di conseguenza. 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il