Come licenziare una colf o una badante?

Regole e norme di licenziamento di colf e badanti: tempi di preavviso stabiliti dalla legge e invio comunicazione all’Inps

Come licenziare una colf o una badante?

E’ possibile licenziare colf e badanti?

Sì, è possibile, ma è necessario seguire determinate norme e istruzioni, considerando che rispetto ai tradizionali rapporti di lavoro subordinato, quelli di lavoro domestico presentano diverse particolarità perchè la prestazione lavorativa è svolta nei confronti di privati, famiglie o piccole comunità e non di imprese e professionisti.

 

Rispetto ai tradizionali rapporti di lavoro subordinato, i rapporti di lavoro domestico sono prevedono meno garanzie e tutele in riferimento al licenziamento. Il rapporto di lavoro domestico può terminare per diversi motivi, come:

  1. dimissioni;
  2. licenziamento;
  3. scadenza del termine;
  4. interruzione durante il periodo di prova;
  5. risoluzione consensuale delle parti;
  6. morte del lavoratore;
  7. morte del datore di lavoro.

Colf e badanti: regole per licenziamento

Contrariamente a quanto previsto per il licenziamento nei casi di altri rapporti di lavoro subordinato, nei casi di licenziamenti di colf e badanti, il datore di lavoro può licenziare il lavoratore domestico senza necessità di giusta causa o giustificato motivo, ma ciò non significa che è possibile lasciare colf o badante senza lavoro dall’oggi al domani. E’, infatti, sempre necessario dare un preavviso di licenziamento, eccezion fatta nei casi in cui arrivi il licenziamento per giusta causa. Nel caso in cui, il datore di lavoro non dovesse dare il giusto preavviso a colf e badante, dovrà pagare l'indennità sostitutiva.

Colf e badanti: preavviso per licenziamento

I termini di preavviso, in caso di licenziamento di colf e badanti, sono diversi a seconda dell’anzianità di servizio maturata presso il datore di lavoro. Di seguito i casi possibili:

  1. se il contratto è superiore alle 25 ore settimanali, il preavviso deve essere pari a 15 giorni (7,5 per dimissioni) fino a 5 anni di anzianità lavorativa e 30 giorni (15 per dimissioni) oltre 5 anni di anzianità lavorativa;
  2. se il contratto è inferiore alle 25 ore settimanali, il preavviso deve essere pari a 8 giorni, in caso di anzianità lavorativa inferiore a 2 anni e a 15 giorni, in caso di anzianità lavorativa superiore a 2 anni;
  3. se il datore intima il licenziamento entro il 31esimo giorno dalla cessazione del congedo per maternità, i termini raddoppiano;
  4. se il lavoratore, insieme alla famiglia, usufruisce di un alloggio indipendente di proprietà del datore di lavoro, o da lui messo a disposizione, il preavviso deve essere pari a 30 giorni di calendario sino ad un anno di anzianità e 60 giorni di calendario per anzianità superiore.

Al momento dello scioglimento del rapporto di lavoro domestico, al lavoratore devono essere riconosciuti:

  1. il Tfr, il cui calcolo segue le stesse regole valide per la maggior parte de lavoratori, con la retribuzione annua, compresa l’eventuale indennità di vitto e alloggio, da dividere per 13,5;
  2. le ferie non ancora godute;
  3. i ratei di tredicesima maturati fino al momento della cessazione del rapporto lavorativo.

Colf e badanti: modalità di comunicazione di cessazione del lavoro

Dato il giusto preavviso, la cessazione del rapporto di lavoro deve essere comunicata dal datore di lavoro all’Inps, attraverso i servizi telematici dell’Istituto compilando il modello COLD-VAR, entro 5 giorni dalla stessa cessazione del rapporto. La comunicazione di cessazione può essere inviata anche tramite contact center, telefonando al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) o 06 164 164 da rete mobile, o enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi. Ricevuta la comunicazione, sarà lo stesso Istituto Previdenziale a trasmetterla ai servizi competenti:

  1. Inail;
  2. centri per l’impiego;
  3. Ministero del Lavoro;
  4. prefettura, nel caso si tratti di lavoratori extracomunitari.



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie