I 5 modi per pagare meno il bollo auto nel 2022. Le reali possibilità aggiornate.

Agevolazioni regionali, sconto per pagamento con domiciliazione bancaria, riduzioni in percentuali: come fare a pagare meno il bollo auto

I 5 modi per pagare meno il bollo auto n

Come fare a pagare meno il bollo auto?

Sono diversi i modi che permettono di pagare meno nel 2022 il bollo auto. E’, infatti, possibile pagare un importo inferiore e ridotto rispetto a quanto si dovrebbe, o godere proprio di esenzioni dal pagamento del bollo auto, in casi specifici, per esempio ottenendo uno sconto del 10% rispetto all’importo dovuto se si sceglie di pagare con domiciliazione bancaria, o per agevolazioni previste per titolari della legge 104, o per agevolazioni previste a livello regionale. 
 

Come fare a pagare meno il bollo auto? Il pagamento del bollo auto, puntuale ogni anno, rappresenta un appuntamento che piace decisamente molto poco ai contribuenti italiani e sono sempre tantissimi coloro che ogni anno evitano il pagamento di questa imposta, incorrendo, però, in successive sanzioni. 

Devono pagare il bollo auto tutti coloro che il primo giorno del mese in cui il pagamento deve essere effettuato risultano essere proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, come indicato nel Pubblico Registro Automobilistico, utilizzatori di veicoli in locazione senza conducente a lungo termine (dodici o più mesi), come da contratti annotati nell’archivio nazionale dei veicoli. 

E’ possibile, per legge, pagare il bollo auto presso uffici postali, tabaccherie e ricevitorie del lotto collegate alla rete Lottomatica Servizi, delegazioni A.C.I.- Automobile Club d'Italia o direttamente online sui siti di Poste Italiane o della propria banca. Esistono, però, alcuni modi che permettono di pagare meno il bollo auto nel 2022. Vediamo di seguito quali sono.

  • Quali sono le possibilità per pagare meno bollo auto 2022
  • Pagare meno bollo auto con sconto 10% con domiciliazione bancaria
  • Bollo auto 2022 agevolazioni per legge 104
  • Agevolazioni regionali per pagare meno il bollo auto 2022
  • Per chi vale esenzione bollo auto 2022

Quali sono le possibilità per pagare meno bollo auto 2022

Le diverse possibilità previste per pagare meno il bollo auto rispetto all’importo calcolato dovuto per la propria vettura sono le seguenti: 

  • sconto del 10% dell’importo dovuto se si opta per il pagamento con domiciliazione bancaria;
  • agevolazioni per invalidi e disabili titolari della legge 104;
  • agevolazioni regionali predisposte da ogni singola regione. 


Pagare meno bollo auto con sconto 10% con domiciliazione bancaria

Tra le prime soluzioni per pagare meno il bollo auto c’è la scelta di pagamento con domiciliazione bancaria. Stando, infatti, a quanto previsto dalle leggi in vigore, hanno diritto ad avere uno sconto del 10% sull'importo complessivo del bollo auto da pagare tutti coloro che decidono di effettuare il pagamento con domiciliazione diretta su conto corrente bancario o postale.  

Precisiamo che la possibilità di domiciliazione bancaria o postale per pagare meno il bollo auto con uno sconto del 10% non è prevista per i veicoli ultratrentennali e per i rimorchi con massa inferiore a 3,5 tonnellate. 

Bollo auto 2022 agevolazioni per legge 104

Agevolazioni per il pagamento del bollo auto 2022 sono previste per i veicoli intestati a persone con disabilità e legge 104 o a persone cui il disabile risulta essere a carico.

Secondo le norme in vigore, i titolari della legge 104 non pagano il bollo auto. Sono, in particolare, esenti dal pagamento del bollo auto: 

  • disabili; 
  • invalidi e portatori di handicap che abbiano grave limitazioni della capacità di deambulazione o da pluriamputazioni;
  • invalidi che abbiano patologie gravi come sordomutismo, disabilità psichica con indennità di accompagnamento;
  • invalidi con disabilità motoria con adattamento del veicolo. 

Agevolazioni regionali per pagare meno il bollo auto 2022

E’ possibile pagare meno il bollo auto anche grazie ad agevolazioni messe a punto dalle singole regioni. La regione Lombardia prevede riduzioni per pagare meno il bollo auto per specifiche categorie di persone e in misure differenti rispetto all’importo totale da pagare che sono del:

  • 75% per autovetture adibite a servizio pubblico da piazza (taxi);
  • 50% per 5 anni per chi acquista veicoli ibridi, anche con ricarica elettrica esterna (benzina/elettrico, GPL/elettrico, metano/elettrico; 
  • 50% per autovetture adibite a noleggio con conducente per trasporto persone; 
  • 40% per autoveicoli adibiti esclusivamente a scuola guida;
  • 30% per autobus adibiti a servizio di noleggio con conducente;
  • 20% per autoveicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo non inferiore a 12 tonnellate e trattori stradali per il traino di semirimorchi muniti di sospensione pneumatica all'asse o agli assi motore o di sospensione ad essa equivalente.

La regione Lombardia prevede, inoltre, l’esenzione dal pagamento del bollo auto per i seguenti soggetti:

  • persone con disabilità;
  • per i veicoli che al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) risultano essere di proprietà o in locazione di Onlus;
  • veicoli intestati a titolo di proprietà o di noleggio ad imprese che esercitano attività di trasporto di persone mediante servizio di noleggio con conducente e servizio taxi, purché strumentali all’attività esercitata;
  • ciclomotori e quadricicli leggeri;
  • veicoli ad idrogeno;
  • veicoli elettrici e veicoli alimentati esclusivamente a gas;
  • autobus adibiti a servizio pubblico di linea;
  • autoveicoli adibiti allo spurgo dei pozzi neri;
  • autoveicoli adibiti con sistemi automatizzati al contestuale carico, scarico e compattazione dei rifiuti solidi urbani;
  • autoambulanze per i servizi urgenti o di soccorso e veicoli ad esse assimilabili adibiti al trasporto di plasma ed organi, di proprietà delle strutture del Servizio Sanitario Nazionale;
  • veicoli di interesse storico iscritti nei registri Automotoclub Storico Italiano, Storico Lancia, Storico FIAT, Storico Alfa Romeo, Federazione Motociclistica Italiana;
  • veicoli in dotazione fissa dei Corpi armati dello Stato, provvisti delle speciali targhe di riconoscimento e condotti da militari e agenti in divisa o muniti di un distintivo di riconoscimento;
  • veicoli, appartenenti ad Enti Pubblici, destinati esclusivamente ad azioni di Protezione Civile e Vigilanza Ecologica, purché tale finalità risulti sulla carta di circolazione;
  • autocarri esclusivamente destinati al servizio di estinzione degli incendi per conto dei Comuni o di associazioni umanitarie;
  • autoveicoli, muniti di apposita licenza, per il trasporto esclusivo di persone bisognose di cure mediche o chirurgiche per conto di enti morali ospedalieri o di associazioni umanitarie;
  • autoveicoli degli agenti diplomatici e consolari, regolarmente accreditati in Italia, a condizione di reciprocità di trattamento
  • autoveicoli di proprietà della Giunta e del consiglio Regionale, secondo le risultanze del PRA.

Spostandoci in Puglia, la regione prevede esenzioni per veicoli destinati alla mobilità dei cittadini portatori di handicap o invalidi con limitazione di cilindrata fino a 2000 cc per i veicoli a benzina e fino a 2800 cc per i veicoli diesel, e per autoveicoli con motore elettrico per cinque anni, mentre sono previste riduzioni per veicoli GPL e metano del 75% dell’importo dovuto. 

Anche la regione Emilia Romagna prevede riduzioni ed esenzioni del pagamento del bollo auto per numerose tipologie di veicoli che sono:

  • veicoli storici;
  • veicoli destinati ai disabili;
  • veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL/Metano;
  • veicoli ad alimentazione ibrida;
  • per acquisto veicoli ecologici;
  • veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita.

Per consultare le agevolazioni previste dalle singole regioni per pagare meno il bollo auto è consigliabile consultare sempre il sito istituzionale della regione di residenza o di interesse. 

Per chi vale esenzione bollo auto 2022

Agevolazioni per pagare meno il bollo auto o non pagarlo per nulla sono previste anche per i proprietari di:

  • veicoli ultratrentennali, se non adibiti a uso professionale;
  • vetture a zero o a basse emissioni;
  • nuove auto a zero emissioni e che rottamano contemporaneamente vecchi veicoli inquinanti.

E’, invece, prevista una esenzione triennale dal pagamento del bollo auto se si acquistano autovetture, nuove o usate, Euro 5 o 6 a benzina, bifuel (gpl o metano) o ibride (benzina/elettrica) con contestuale demolizione di veicoli Euro 0 e 1 (benzina e diesel) ed Euro 2 e 3 (solo diesel).


 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il