Come riscaldare casa senza gas con uso sistemi alternativi già esistenti per tutti

Esistono realmente nuove e funzionali sistemi concreti a costi accessibili per tutti per riscaldare una casa senza gas. E il risparmio è davvero notevole

Come riscaldare casa senza gas con uso s

Sistemi alternativi per riscaldare una casa senza gas, quali sono?

Tra i sistemi alternativi per riscaldare una casa senza gas ci sono le stufe in mattoni, i pannelli solari e l'utilizzo di combustibili solidi.

Non è affatto necessario il ricorso al gas per riscaldare una casa. Pensiamo ad esempio alla legna da ardere che rappresenta la più classica delle alternative. Il miglior combustibile è il legno duro ma come alternativa economica puoi usare con successo rami d'albero spessi o scarti dell'industria delle segherie. Prima dell'uso, la legna da ardere viene macinata alla lunghezza richiesta ed essiccata. Scopriamo meglio:

  • Sistemi alternativi per riscaldare una casa senza gas

  • Altre idee alla portata di tutti per riscaldare una casa

Sistemi alternativi per riscaldare una casa senza gas

Le stufe in mattoni sono una versione classica del riscaldamento di un condominio. Si impilano bene e rilasciano calore a lungo. Con un camino normale, la stanza è sempre calda e asciutta. Nei secoli di utilizzo sono stati sviluppati molti modelli di fornaci per mattoni. Nelle piccole case, la stufa è installata al centro in modo che ogni stanza abbia la propria parete riscaldante.

In assenza di un gasdotto principale all'abitazione e di frequenti interruzioni di corrente, vengono utilizzate fonti di riscaldamento alternative. Come combustibile solido vengono utilizzati legna da ardere, bricchetti di torba, carbone o pellet.

Aspetti positivi dell'utilizzo di combustibili solidi sono i prezzi bassi per legna da ardere e bricchetti di torba; la possibilità di tagliare la legna da ardere; i prezzi bassi per le stufe; la possibilità di realizzare stufe in mattoni o metallo con le proprie mani; le ceneri lasciate dopo la fornace vengono utilizzate come fertilizzante nel giardino.

Gli aspetti negativi dell'utilizzo di combustibili solidi il potere calorifico del combustibile solido è basso, quindi, per un riscaldamento ininterrotto durante la stagione di riscaldamento, sono necessarie grandi riserve; il combustibile solido brucia bene solo in forma secca, quindi per il suo stoccaggio è necessario un capannone stretto, un bunker o legna da ardere; dopo aver utilizzato combustibile solido, nella stanza rimane molta segatura, trucioli di legno o polvere.

E poi: i forni a combustibile solido devono essere caricati giornalmente; gli impianti di riscaldamento domestico a combustibili solidi non sono regolati dall'automazione; è necessaria la manutenzione annuale e la pulizia dei camini da fuliggine e cenere. Per il funzionamento degli impianti di riscaldamento a combustibili solidi è necessaria una canna fumaria opportunamente installata; dal forno rimane molta cenere, che deve essere rimossa regolarmente.

Come carburante liquido vengono utilizzati diesel, cherosene, miniere, olio vegetale per fast food, resti di grasso animale, petrolio greggio. I forni vengono installati per riscaldare l'aria interna o vengono utilizzati per riscaldare il liquido di raffreddamento nei radiatori. Come gas liquefatto viene utilizzata una miscela di propano e butano. Acquistalo facendo rifornimento di bombole da 50 litri alle stazioni di servizio. Poiché i riscaldatori utilizzano bruciatori a infrarossi o caldaie a gas convenzionali.

Altre idee alla portata di tutti per riscaldare una casa

Per riscaldare una casa di campagna utilizzando l'energia solare, vengono utilizzati collettori solari o pannelli solari. I collettori solari sono costituiti da un sistema di tubi di vetro con un liquido di raffreddamento. L'apparecchiatura è installata sul lato sud della parete o del tetto della casa.

Durante il funzionamento del collettore solare, il liquido di raffreddamento viene riscaldato dai raggi solari, entra in casa e cede l'energia accumulata all'interno. I pannelli solari sono installati sul lato sud della casa. Quando illuminati dal sole, generano elettricità, che viene immessa nella stanza tramite fili. I riscaldatori elettrici funzionano dall'elettricità ricevuta.

La pompa di calore è un sistema di tubazioni con un liquido di raffreddamento integrato all'interno. Da un lato dell'impianto il liquido di raffreddamento viene riscaldato dall'energia naturale, dall'altro viene raffreddato nei radiatori di una casa di campagna. La fonte di energia è il sole, l'acqua calda o la falda freatica. Il sistema funziona in modo efficiente quando ci sono sorgenti geotermiche sotterranee nelle vicinanze.

I rifiuti solidi vegetali possono essere utilizzati per il riscaldamento degli ambienti, utilizzando quindi foglie morte, rami di alberi da giardino sminuzzati e scarti di falegnamerie. Per questo, una caldaia pirolitica per l'acqua calda è installata nella stanza con un cablaggio di radiatori intorno alla casa.

Durante il funzionamento, il combustibile caricato viene riscaldato senza aria. Quando riscaldato, il carburante emette un gas combustibile durante la combustione del quale viene riscaldato il liquido di raffreddamento.

Prima di decidere di installare un nuovo impianto di riscaldamento o di ammodernare un impianto esistente, vale la pena ispezionare la casa e ridurre le dispersioni di calore. Per questo sono stati sviluppati diversi metodi. Per aumentare la temperatura nella stanza, è necessario che la quantità di calore ricevuta dall'impianto di riscaldamento superi la quantità in uscita dall'edificio. Pertanto, maggiore è la perdita di calore dell'edificio, maggiore è l'energia che il sistema di riscaldamento della casa dovrebbe fornire.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il