Come riscattare la maternità per la pensione e uscire prima da lavoro. Procedura 2021

Presentare domanda di riscatto contributi maternità per la pensione direttamente all’Inps: come fare e chiarimenti

Come riscattare la maternità per la pens

Come riscattare la maternità per la pensione?

Per riscattare la maternità per la pensione bisogna accedere al sito Inps tramite proprie credenziali Spid, o Cie, o Cns (Carta nazionale dei servizi) e seguire l’apposita procedura, allegando una dichiarazione sostitutiva dove sia indicata la data di nascita del bambino, insieme ai suoi dati anagrafici e quelli della madre.  In alternativa, per riscattare la maternità per la pensione si può presentare domanda alla sede Inps territorialmente competente, accompagnata da autocertificazione che attesti tutti i dati da cui si possano desumere maternità, paternità e data di nascita del bambino.

La maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro di cui hanno diritto le donne lavoratrici per un periodo di cinque mesi che precede e segue il parto e durante il periodo della maternità obbligatoria il datore di lavoro non può mai chiedere alla donna di lavorare.

Durante il periodo della maternità obbligatoria, la legge prevede il riconoscimento di un’indennità economica pari all’80% per tutto il periodo della maternità obbligatoria e la mamma riceve il pagamento direttamente dal suo datore di lavoro per conto dell’Inps. 

Generalmente la maternità è coperta da contributi figurativi che sono utili ai fini pensionistici, sia per maturare il diritto alla pensione e sia per il calcolo della pensione finale ma non vale per alcune forme pensionistiche, come opzione contributiva. Ma come fare a riscattare la maternità per la pensione?

  • Riscattare la maternità per uscire prima da lavoro
  • Procedura 2021 per riscattare la maternità per la pensione 

Riscattare la maternità per uscire prima da lavoro

Il periodo di maternità previsto per legge per le donne lavoratrici e della durata di 5 mesi complessivi vale per le donne che hanno rapporti di lavoro in corso al momento della maternità ma anche per chi vive la maternità fuori dal rapporto di lavoro. Per queste lavoratrici sussiste la facoltà di riscattare la maternità ai fini pensionistici.

Anche nel caso di maternità fuori dal rapporto di lavoro e da riscattare per uscire prima il periodo valido è di 5 mesi, cioè 22 settimane di contributi, periodo di contribuzione figurativa recuperabile attraverso il riscatto della maternità esterna ad un rapporto di lavoro. 

Ciò significa che con il riscatto della maternità per le donne fuori dal rapporto di lavoro si possono recuperare i contributi per gli stessi mesi previsti per la maternità obbligatoria delle madri lavoratrici in costanza di rapporto di lavoro. Precisiamo che il riscatto della maternità per la pensione è oneroso.

Procedura 2021 per riscattare la maternità per la pensione 

Possono riscattare i periodi di maternità tutte le lavoratrici dipendenti, sia del settore privato che dipendenti pubbliche presentando apposita domanda di accredito. Per riscattare la maternità per la pensione bisogna accedere al sito Inps tramite proprie credenziali Spid, o Cie, o Cns (Carta nazionale dei servizi) e seguire l’apposita procedura.

Tramite l’Area Servizi al Cittadino bisogna selezionare l’apposita voce relativa a riscatto dei contributi per maternità e alla domanda bisogna allegare una dichiarazione sostitutiva dove sia indicata la data di nascita del bambino, insieme ai suoi dati anagrafici e quelli della madre. 

In alternativa, per riscattare la maternità per la pensione si può presentare domanda alla sede Inps territorialmente competente, accompagnata da autocertificazione che attesti tutti i dati da cui si possano desumere maternità, paternità e data di nascita del bambino.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il