Come si devono gestire gli imprevisti sul lavoro da parte azienda e dipendenti. Tutti i casi 2021

A volte non serve un grande piano d'azione per farsi trovare pronti in ogni occasione, ma occorre piuttosto non farsi sorprendere dagli imprevisti nel mondo del lavoro.

Come si devono gestire gli imprevisti su

Imprevisti sul lavoro per azienda e dipendenti, cosa fare?

A volte non serve un grande piano d'azione per farsi trovare pronti in ogni occasione, ma occorre piuttosto non farsi sorprendere dagli imprevisti nel mondo del lavoro. In queste situazioni vale la pena ricordare che qualunque sia il ruolo nell'azienda non bisogna mai perdere di vista il quadro generale ovvero che il lavoratore è lì per aiutare l'azienda a fare soldi.

Possiamo immaginare un ufficio come se fosse una macchina complessa. Non sempre ben oliata, ma comunque una macchina con meccanismi e ingranaggi ben precisi legati uno all'altro. È costruito per gestire un flusso di lavoro da parte di persone a cui sono assegnati compiti ben precisi e in orari prestabiliti.

Si tratta appunto di persone e non di robot e quindi i rischi di imprevisti sono all'ordine del giorno. Di conseguenza quando si verificano occorre farsi trovare pronti per evitare che tutto possa andare in tilt e si possa necessariamente avere bisogno di riparazioni drastiche. Per quanto di routine o abituale possa sembrare il lavoro, c'è sempre la possibilità che qualcosa possa non andare per il verso giusto.

Non c'è modo di evitarlo e per certi versi può essere preoccupante sia per i dipendenti e sia per l'azienda. Ma se si accetta di non poter pianificare ogni evenienza si compie il primo concreto passo per affrontare problemi sorprese nel mondo del lavoro.

Approfondiamo quindi alcune situazioni specifiche e generali che si possono verosimilmente verificare:

  • Imprevisti sul lavoro per azienda e dipendenti, cosa fare
  • Come gestire gli imprevisti sul posto di lavoro

Imprevisti sul lavoro per azienda e dipendenti, cosa fare

Il primo e più classico imprevisto sul lavoro è arrivare in ritardo. Può capitare se al mattino l'auto non si accede, si rimane protagonisti di un incidente oppure il treno non è puntuale. La casistica è sterminata.

Indipendentemente dalla realtà aziendale ovvero piccola o grande che sia, non è affatto detto che scatti subito un provvedimento disciplinare da parte del datore di lavoro, sia esso anche quello più lieve del rimprovero verbale. Tuttavia il dipendente deve mostrarsi diligente ovvero avvisate tempestivamente il datore di lavoro o comunque un collega dell'imprevisto in cui è rimasto coinvolto.

E in fondo è quanto succede anche in caso di malattia con il lavoro che deve subito avvisare dell'impossibilità di andare sul posto di lavoro. In questo modo l'azienda può avviare la procedura burocratica che può sfociare in una visita di controllo da parte del medico fiscale nell'ambito degli orari di reperibilità.

Ed è sempre la tempestività a essere richiesta in caso di infortunio con la sola differenza che l'ente pubblico interessato non è più l'Inps bensì l'Inail per l'attivazione della procedura di risarcimento.

Come gestire gli imprevisti sul posto di lavoro

A volte non serve un grande piano d'azione per farsi trovare pronti in ogni occasione, ma occorre piuttosto non farsi sorprendere dagli imprevisti nel mondo del lavoro.

In queste situazioni vale la pena ricordare che qualunque sia il ruolo nell'azienda non bisogna mai perdere di vista il quadro generale ovvero che il lavoratore è lì per aiutare l'azienda a fare soldi. E per farlo bisogna essere produttivi.

Di conseguenza se succede qualcosa di inaspettato che interrompe la routine occorre capire cos'altro fare. Ad esempio, se si verifica un'interruzione del collegamento di Internet nell'ufficio non bisogna stare con le mani in mano.

Ma piuttosto iniziare a scrivere la bozza delle email che si aveva intenzione di inviare, leggere gli articoli salvati con la promessa di approfondirli in seguito in seguito o, perché no, iniziare a riordinare la scrivania.

Mentre alcune situazioni di crisi potrebbero richiedere di agire immediatamente, nella maggior parte delle circostanze l'opzione migliore sarebbe quella di prendersi un momento o due per assicurarsi di avere una risposta composta e ponderata.

Sebbene un evento inaspettato possa dare l'opportunità di dimostrare quanto si è affidabile in una situazione di crisi, questo non significa che bisogna risolvere i problemi da soli.

Al termine dell'imprevisto arriva il momento di valutare cosa è successo: come si è verificato il problema inaspettato, come è stato gestito e come si sarebbe potuto gestirlo in modo più efficace? Questo è anche il momento per discutere con i colleghi su cosa è successo e come avrebbero potuto gestire meglio l'evento.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il