Come si diventa Cavalieri del Lavoro secondo legge in vigore attualmente nel 2021? Tutta la procedura

La procedura per conferire ad un soggetto l'onorificenza di Cavaliere del Lavoro è coordinata dal Ministro dello Sviluppo economico: come funziona, requisiti necessari e assegnazione onorificenza

Come si diventa Cavalieri del Lavoro sec

Chi nomina i Cavalieri del Lavoro?

Secondo la legge in vigore attualmente nel 2021, spetta al Presidente della Repubblica conferire l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro che viene consegnata durante una cerimonia ufficiale che si svolge ogni anno nel mese di ottobre al Quirinale.
 

Come si diventa Cavalieri del Lavoro? I Cavalieri del Lavoro sono, per definizione, uomini e donne, insigniti dell’Ordine al Merito del Lavoro dal Presidente della Repubblica e il relativo riconoscimento si può ottenere solo per i risultati raggiunti nell’attività di impresa, nella creazione di sviluppo e di posti di lavoro, per l’impegno ad una responsabilità etica e sociale diretta al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro del Paese. Per diventare Cavalieri del Lavoro si deve seguire una procedura specifica. Vediamo di cosa si tratta.

  • Procedura per diventare Cavalieri del Lavoro
  • Quando vengono eletti i Cavalieri del Lavoro

Procedura per diventare Cavalieri del Lavoro 

Per diventare Cavalieri del Lavoro bisogna innanzitutto soddisfare precisi requisiti che sono i seguenti:

  • aver tenuto una condotta civile e sociale eccellente;
  • aver sempre adempiuto agli obblighi tributari, previdenziali e assistenziali nei confronti dei lavoratori;
  • aver lavorato in via continuativa e per almeno 20 anni con autonoma responsabilità nel settore per cui viene conferita l’onorificienza;
  • aver operato con dedito impegno per lo sviluppo e la cooperazione e in aree e settori di attività economicamente depressi;
  • non aver svolto attività economiche e commerciali lesive dell’economia nazionale, né in Italia né all’estero;
  • essersi distinti per aver promosso un notevole aumento dell’economia del Paese;
  • aver svolto opere finalizzate all’elevazione economica e sociale dei lavoratori, contribuendo all’eliminazione delle differenze.

L’esame delle candidature è condotto con estremo rigore e la procedura per conferire ad un soggetto l'onorificenza di Cavaliere del Lavoro della Repubblica italiana è coordinata dal Ministro dello Sviluppo economico, che presiede il Consiglio dell’Ordine al Merito del Lavoro.

Ricevute le candidature, il Consiglio dell’Ordine fa le sue verifiche e votazioni, poi, dal risultato delle votazioni, il Ministro dello Sviluppo economico sottopone al Presidente della Repubblica i candidati i ritenuti idonei dal Consiglio dell’Ordine e spetta, infine, al Presidente della Repubblica conferire l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro che viene consegnata durante una cerimonia ufficiale che si svolge ogni anno nel mese di ottobre al Quirinale.

Quando vengono eletti i Cavalieri del Lavoro

Secondo la legge in vigore attualmente nel 2021, i Cavalieri del Lavoro vengono eletti annualmente e ogni anno possono essere nominati fino a 25 Cavalieri del Lavoro, nei settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, turismo e servizi, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.
 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il