Come si dividono tra gli eredi spese condominiali non pagate per casa ricevuta in eredità

Pagamento nei limiti della propria quota o per intero: come si pagano per eredi i debiti di spese condominiali lasciati per casa in eredità

Come si dividono tra gli eredi spese con

Come si dividono tra gli eredi le spese condominiali non pagate per casa ricevuta in eredità?

Stando a quanto previsto dalle norme in vigore, per le spese condominiali non pagate dal proprietario defunto della casa ricevuta in eredità negli anni precedenti, gli eredi ne sono responsabili a titolo di eredi per cui ne rispondono con il condominio nei limiti della rispettiva quota di eredità. Per l’anno in cui avviene la morte e viene comunicata all’amministratore e per l’anno precedente la morte, tutti gli eredi sono responsabili in solido dei debiti condominiali.
 


Se ricevo una casa in eredità e non sono state pagate le spese condominiali come si dividono tra gli eredi? Stando a quanto stabilito dalla legge, chi eredita una casa e diventa proprietario di una casa in condominio è tenuto al pagamento delle spese condominiali dovute, comprese quelle non pagate nell'anno in corso dalla persona a cui subentra nella proprietà. 

Ciò significa che quando si eredita una casa e il proprietario defunto non ha pagato le spese condominiali, i debiti lasciati devono essere pagati dagli eredi. Ma in che misura? Vediamo come si dividono tra gli eredi le spese condominiali non pagate per una casa ricevuta in eredità.

  • Come si dividono tra eredi spese condominiali non pagate per casa ricevuta in eredità 
  • Cosa succede se eredi non pagano spese condominiali non pagate per casa ricevuta in eredità

Come si dividono tra eredi spese condominiali non pagate per casa ricevuta in eredità 

Quando gli eredi ricevono una casa in eredità e vi sono debiti relativi a spese condominiali non pagare regolarmente dal proprietario defunto, devono pagare le spese condominiali non pagate e le norma attualmente in vigore prevedono che le spese da pagare debbano essere divise tra gli eredi in base alla rispettiva quota di eredità.

Entrando più nel dettaglio, per le spese condominiali non pagate dal proprietario defunto della casa ricevuta in eredità negli anni precedenti, gli eredi ne sono responsabili a titolo di eredi per cui ne rispondono con il condominio nei limiti della rispettiva quota di eredità. Per l’anno in cui avviene la morte e viene comunicata all’amministratore e per l’anno precedente la morte, tutti gli eredi sono responsabili in solido dei debiti condominiali lasciati dal proprietario defunto della casa.

Ciò significa che l’amministratore di condominio può chiedere l’intero importo delle pese condominiali non pagate anche ad uno solo erede che deve pagarle e magari poi rivalersi per le rispettive quote sugli altri eredi. 

Cosa succede se eredi non pagano spese condominiali non pagate per casa ricevuta in eredità

Se gli eredi non provvedono al pagamento delle spese condominiali non pagate per la casa ricevuta in eredità vanno incontro a sanzioni. Stando, infatti, a quanto previsto dalle norme attuali, gli eredi che non saldano il dovuto pagamento delle spese condominiali rischiano il pignoramento della casa ricevuta in eredità.

L’amministratore di condominio può, infatti, chiedere l’iscrizione di un’ipoteca sulla casa passato in successione agli eredi del condominio moroso generalmente dopo sei mesi di morosità.

Precisiamo che anche i debiti relativi al mancato pagamento delle spese condominiali si prescrivono i tempi di prescrizione delle spese condominiali sono:

  • cinque anni per le quote ordinarie;
  • dieci anni per le quote straordinarie. 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il