Come stabilire il valore corretto dell'affitto di una casa secondo canoni correnti 2022

Quali sono i criteri per definire giusto canone di affitto in base a regole e tipologia di contratto da stipulare: cosa prevedono norme in vigore

Come stabilire il valore corretto dell'a

Come stabilire il valore corretto dell'affitto di una casa?

Per stabilire il valore corretto dell’affitto di una casa bisogna prendere in considerazione parametro specifici come posizione della casa da affittare, grande, numero di servizi, eventuale presenza di garage, cantine, se è di nuova o vecchia costruzione, o se è stato recentemente ristrutturato. 

Come stabilire il valore corretto dell'affitto di una casa secondo canoni correnti 2022? Saper ben valutare una casa è il primo passo per coloro che decidono di affittare casa, considerando che la valutazione di casa permette di stabilire l'importo del canone di locazione. I prezzi degli affitti non vengono, infatti, decisi arbitrariamente dai proprietari di casa ma seguono criteri specifici, variabili anche a seconda della tipologia di contratto di affitto che si decide di stipulare, se cioè a canone libero (4+4) o a canone concordato (3+2).

  • Stabilire il valore corretto dell'affitto di una casa come fare per contratto canone concordato
  • Valore corretto affitto di casa con contratto a canone libero
  • Calcolare valore corretto dell'affitto di una casa secondo canoni correnti

Stabilire il valore corretto dell'affitto di una casa come fare per contratto canone concordato

Partendo dai valori dell’affitto di una casa che si decide di stipulare con contratto di locazione a canone concordato, secondo quanto previsto dalle leggi attuali, non sono i proprietari di casa a stabilirli ma Comuni e associazioni per inquilini e proprietari sulla base di criteri specifici.

Il valore corretto dell’affitto di una casa con contratto a canone concordato dipende, infatti, da: 

  • tipologia di immobile che deve essere affitto; 
  • ubicazione dell’immobile da affittare nelle diverse zone della città, se centrale o periferico;
  • vicinanza o meno di servizi essenziali alla casa da affittare.

Valore corretto affitto di casa con contratto a canone libero

Stesso discorso vale per i valori degli affitti di casa a canone libero ma in questo caso non sono Comuni e associazioni per inquilini e proprietari a definire i costi quanto i proprietari di casa. Ciò non significa che possono decidere di affittare casa ad un costo che desiderano in base alle loro esigenze. Anche in tal caso bisogna rispettare parametri specifici per il corretto valore dell’affitto di casa e che sono:

  • tipologia di casa da affittare;
  • grandezza della casa;
  • se la casa è internamente vecchia o di recente ristrutturazione;
  • posizione in cui si trova, se in centro, o in periferia, o in zona nuova o vecchia di una città, ecc;
  • stato della casa, prestazioni energetiche, e numero di servizi;
  • eventuale presenza di garage e cantina;
  • vicinanza ai servizi essenziali, scuole, ecc;

Calcolare valore corretto dell'affitto di una casa secondo canoni correnti

Per fare un esempio pratico di come stabilire il valore corretto dell'affitto di una casa secondo canoni correnti, prendiamo il caso di una casa a Torino di circa 100 metri quadrati in zona centrale con posto auto in cortile condominiale, una cantina di 15 metri quadrati e due balconi per complessivi 20 metri quadrati, che si trovi ristrutturato con un 1 bagno, impianto di riscaldamento a pavimento, classe energetica C e 2 camere da letto, il valore dell’affitto è di circa 750 euro.

Per definire tale valore, basta conoscere il prezzo di mercato di case di questa tipologia, verificare a quanto hanno fissato già gli affitti i proprietari di case vicine o comunque nella stessa zona e poi procedere a definire il prezzo in base alle condizioni della casa.
 

Quali sono i criteri per determinare un diritto di locazione secondo le regole e la tipologia di contratto da definire: Quali sono le regole applicabili?





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il