Come trovare e scoprire il conto corrente di un defunto

Quali sono i sistemi per scoprire il conto corrente di un defunto: chi può trovarlo e come fare tra banca e Agenzia delle Entrate

Come trovare e scoprire il conto corrent

Quali sono i modi per scoprire il conto corrente di un defunto?

Quando una persona muore e lascia una eredità senza testamento e non si hanno notizie del suo conto corrente, per scoprirlo si possono intraprendere sue strade principali: o rivolgersi direttamente alla banca, o alle banche, presso il cui si sa che il defunto deteneva uno o più conti correnti, o presentare istanza all’Agenzia delle Entrate.

Quando un familiare decede e bisogna avviare la successione per l’eredità, bisogna avere conoscenza di tutti i beni e i patrimoni del defunto e se ha lasciato testamento non si pone alcun problema ma se invece non ha lasciato testamento è necessario trovare tutti i suoi beni, compreso il conto corrente. Se, infatti, solitamente nel testamento il deceduto riporta le sue volontà di divisione dell’eredità, elencando tutti i suoi redditi e i patrimoni da ripartire tra gli eredi, compresi i conti correnti, facilitando così agli stessi eredi la strada per trovare il conto corrente, senza testamento e senza indicazioni da parte di un defunto bisogna scoprire il suo conto corrente. Come si trova il conto corrente di un defunto?

  • Come trovare conto corrente di un defunto tramite banca
  • Come scoprire conto corrente di un defunto tramite Agenzia delle Entrate

Come trovare conto corrente di un defunto tramite banca

Se si vuole percorrere una strada diretta per trovare il conto corrente di un defunto, la prima da intraprendere è quella rivolgersi direttamente agli sportelli bancari degli istituti dove si pensa o si sa che il defunto avesse il conto corrente. Se, infatti, si ha notizia o si pensa che il defunto possa avere uno o più conti correnti presso una o più banche ci si può rivolgere direttamente agli sportelli delle stesse banche per avere estratti e situazioni del conto corrente del defunto.

Stando, infatti, a quanto stabilito dalla legge gli eredi egli eredi possono presentare domanda di acquisizione del conto o dei conti correnti presso le relative filiali in virtù del cosiddetto diritto di accesso che prevede che in caso di morte dell’intestatario del conto il divieto di accesso ai conti altrui a soggetti estranei ad eccezione di chi ‘ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell’interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione’. Possono, dunque, chiedere di trovare e accedere al conto corrente di un defunto solo ed esclusivamente gli eredi.

Gli eredi possono, quindi, presentare istanza di accesso ai dati sensibili e personali alla banca, in tal caso del conto corrente, in maniera legale e del tutto gratuita. L’istanza deve essere presentata alla banca presso cui il deceduto aveva il conto corrente, presentando alla stessa banca un certificato di morte dell’intestatario per una eventuale verifica e un’autocertificazione del richiedente in cui dichiara essere erede del defunto.

La domanda da presentare alla banca per trovare il conto corrente di un defunto deve riportare:

  • le generalità del richiedente erede;
  • il rapporto di parentela o affinità o altro con il defunto;
  • motivo per cui si chiede l’accesso al conto corrente, per esempio per dichiarazione di successione o valutare se accettare o rinunciare all’eredità.

Se la banca dovesse negare anche all’erede l’accesso ai dati del conto corrente di un defunto, l’erede ha la possibilità di rivolgersi al giudice competente per risolvere la questione.

Come scoprire conto corrente di un defunto tramite Agenzia delle Entrate

Altra strada che si può percorrere per scoprire il conto corrente di un defunto è quella di rivolgersi all’Agenzia delle Entrate. Non esistono, in realtà, regole e norme ufficiali e specifiche a riguardo ma considerando che diverse sentenze hanno già previsto la possibilità di accedere ai dati del conto corrente altrui per diversi motivi, come per esempio nei casi di divorzio, lo stesso diritto di accesso dovrebbe valere per gli eredi nei casi di decesso di un familiare.

L’Agenzia delle Entrate tramite Anagrafe Tributaria ha la possibilità di accedere ai rapporti finanziari dei cittadini fornendo pertanto a chi ne faccia istanza notizie sul conto corrente o i conti correnti di un defunto. Anche in tal caso, però, la domanda di accesso al conto corrente del defunto può essere presentata solo da un erede ed è gratuita.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie