Comprare casa dal costruttore costi e tasse 2020

Da Iva agevolata al 4% a imposte di registro, ipotecaria, catastale e notaio: quali sono i costi da sostenere per acquisto casa da costruttore

Comprare casa dal costruttore costi e ta

Quali sono costi e tasse per acquisto casa da costruttore?

Chi decide di comprare casa direttamente dal costruttore è soggetto al pagamento delle tasse di Iva agevolata al 4% invece che al 10%, e imposta di registro, imposta ipotecaria e imposta catastale, ognuna del valore di 200 euro, cui si aggiungono i costi di eventuale caparra e spese notarili.

Quali sono costi e tasse che si pagano nel caso di acquisto casa da costruttore nel 2020? Decidere di comprare casa direttamente dal costruttore, o sulla carta, implica una serie di obblighi da parte del costruttore e tutele per l'acquirente in modo da non incorrere in problemi o truffe.

Per esempio, è previsto l’obbligo per il venditore di rilasciare fideiussione bancaria o assicurativa a garanzia delle cifre già date o da dare fino al rogito e per l’acquirente è previsto un diritto di prelazione all’acquisto all’incanto se è abitazione adibita a residenza principale. Ma quanto si paga l’acquisto di casa dal costruttore?

  • Comprare casa dal costruttore costi e tasse
  • Detrazioni Iva per acquisto prima casa costruttore


Comprare casa dal costruttore costi e tasse 2020

Costi e tasse per comprare casa direttamente dal costruttore prevedono:

  • caparra, che deve essere garantita da una fideiussione valida fino al rogito;
  • pre-rogito, nuova forma di tutela per coloro che comprano una casa in costruzione da redigere in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata dal notaio e per cui sono richiesti onorario del notaio, imposta di bollo di 155 euro, imposta ipotecaria di 200 euro e tasse ipotecarie di 35 euro;
  • costi del mutuo a pagare;
  • spese notarili, che non hanno un importo fisso ma dipendono da casa che si compra, ubicazione della stessa, Comune e notaio a cui ci si rivolge;
  • pagamento dell’Iva al 4% se si tratta di prima casa non di lusso;
  • pagamento dell’Iva al 10% se seconda casa non di lusso;
  • pagamento dell’Iva al 22% se casa di lusso;
  • imposta di registro pari a 200 euro;
  • imposta ipotecaria pari a 200 euro;
  • imposta catastale pari a 200 euro.

Detrazioni Iva per acquisto prima casa costruttore

Comprare casa da costruttore implica un vantaggio sul pagamento Iva che per l’acquisto della prima casa dal costruttore è, infatti, detraibile al 50%. Quando si compra la prima casa da costruttore, l’acquirente deve corrispondere al fisco il 4% dell’Iva più 600 euro di imposta di registro, imposta ipotecaria e imposta catastale, come sopra detto, ma per poter usufruire della detrazione al 50% è necessario che l’acqua acquistata sia residenza e di classe energetica A o B.

Se si soddisfano tali requisiti si può godere della detrazione fiscale al 50% dell’Iva e tale valore viene restituito in 10 rate annuali.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie