Concorsi pubblici: tutto su bandi, domande e iscrizioni

A cosa servono i concorsi pubblici, regole di partecipazioni e bandi di concorso da consultare: tutto quello che c’è da sapere

Concorsi pubblici: tutto su bandi, domande e iscrizioni

Come si partecipa ad un concorso pubblico?

Per partecipare ad concorso pubblico è necessario leggere con attenzione il bando che viene pubblicato in Gazzetta Ufficiale e sui Siti Istituzionali, dove vengono riportate le modalità e i requisiti per partecipare al concorso, dai titoli richiesti, al numero di posti disponibili, alle materie d’esame e prove da sostenere, alle regole da seguire per inviare eventuale domanda di partecipazione.

Sono tornati ad essere un’ambizione per molti i celebri concorsi pubblici che nella maggior parte dei casi permettono l’ingresso a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione. Ma quanti sanno come funzionano, come si partecipa e regole per partecipare ad un concorso pubblico? Di seguito cercheremo di fornire tutte le informazioni utili per chi fosse interessato dall’argomento.

Come sono organizzati e come partecipare ai concorsi pubblici

Il concorso pubblico permette l’assunzione del personale per la pubblica amministrazione. Si tratta di concorsi che permettono l’ingresso negli enti statali, da Agenzia delle Entrate a Inps, Regioni, Comuni, città metropolitane, enti statali e locali di ogni genere. I concorsi pubblici si suddividono in diverse tipologie: possono, infatti essere, per esami (scritti e orali), per titoli (graduatorie da predisporre in base a titoli posseduti al momento della predisposizione della domanda), per titoli ed esami ( graduatorie predisposte tramite punteggio acquisito con prove d’esame e titoli posseduti), o corso-concorso (come quello della scuola, che prevede due fasi di selezione, un corso di formazione ed una prova esame).

Quali sono i primi passi per partecipare ad un concorso pubblico

Per partecipare a un concorso pubblico bisogna innanzitutto consultare il relativo bando di concorso, che contiene tutte le informazioni utili sul tipo di concorso e il numero di posti banditi, compresi quelli riservati a particolari categorie; sui requisiti richiesti e termini di presentazione di invio della domanda, documenti presentare e, chiaramente, informazioni su luogo, data e ora delle prove d’esame, tutte le informazioni utili per inoltrare la domanda di partecipazione. I bandi di concorso si possono consultare in

  • Gazzetta Ufficiale della Repubblica, IV serie speciale - Concorsi ed Esami (GU)
  • Bollettini Ufficiali della Regione (BUR)
  • Siti istituzionali dell’Ente Banditore
  • Riviste specializzate

In Gazzetta Ufficiale vengono pubblicati ogni martedì e venerdì i Bandi dei concorsi, con tutte le relative informazioni.

Cosa riporta il bando di ogni concorso in particolare

Ogni bando di concorso riporta:

  • la data di pubblicazione, da leggere considerando che un concorso ha una durata limitata nel tempo e scade decorsi 30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale;
  • la dicitura completa del concorso;
  • il numero dei posti disponibili, quelli riservati al personale interno o a favore delle categorie protette, eventuali limiti allo sbarramento;
  • i requisiti richiesti per l’ammissione al singolo concorso e cioè titoli richiesti (diploma/diploma di laurea/specializzazioni e altri espressamente indicati); particolari diritti civili e politici di cui si gode eventualmente; titolarità delle cittadinanza italiana; posizione regolare inerenti gli obblighi militari (valido esclusivamente per gli uomini); idoneità fisica all’impiego;
  • le materie d’esame e prove da sostenere;
  • eventuale domanda di partecipazione, che deve essere compilata secondo le sole modalità riportate e inviata entro e non oltre il termine fissato nel bando, solitamente di 30 giorni dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il bando stesso riporta anche le modalità precise di invio della domanda.

Come si compila la domanda di partecipazione ad un concorso pubblico

A seconda che si tratti di un concorso per titoli o per esami o per entrambe, la prima regola da seguire per partecipare ad un concorso è quella di rispondere specificatamente a tutti i requisiti richiesti. Soddisfatta tale condizione, la domanda deve essere compilata seguendo esclusivamente il modello indicato nel bando o redatta in forma cartacea da inviare all’ente banditore. In ogni caso, tutte le domande di partecipazione ad un concorso pubblico dovranno riportare i dati anagrafici di ogni singolo partecipante e quindi

  • Nome e cognome;
  •  Data, luogo e provincia di nascita:
  • Codice fiscale;
  • Sesso;
  • Comune e Provincia di Residenza;
  • Possesso della cittadinanza italiana;
  • Titolo di studio conseguito;
  • Idoneità fisica all’impiego

ma anche informazioni relative alla propria posizione come

  • non avere condanne penali o sentenze di patteggiamento e nel caso se ne abbiano specificare quali);
  •  non avere in corso procedimenti penali e in caso contrario specificare quali;
  •  non essere stati interdetti dai pubblici uffici né licenziati o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per un persistente rendimenti lavorativo decisamente insufficiente. 

Chi valuta le prove dei concorsi pubblici

Una volta compilata la domanda di iscrizione ad un concorso pubblico e averne preso parte, le prove d’esame sostenute vengono valutate da una Commissione Esaminatrice, costituita da tecnici esperti nelle materie del concorso che definiscono criteri e modalità di valutazione delle prove oggetto di concorso. Valutate le singole prove, la commissione stilerà una graduatoria di merito in base al punteggio conseguito da ogni singolo candidato e che sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Repubblica. Nel caso degli enti locali territoriali, la graduatoria sarà pubblicata sull’Albo pretorio dell’ente banditore.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il