Confronto stipendi medi (guadagni), diritti e agevolazioni tra dipendenti italiani e tedeschi nel 2021

Se c'è una prima differenza da mettere in rilievo tra Germania e Italia e tra dipendenti italiani e tedeschi è l'esistenza di un salario minimo, inesistente dalle nostre parti.

Confronto stipendi medi (guadagni), diri

Qual è la differenza di stipendio tra Germania e Italia?

In Germania un lavoratore più aspettarsi di venir pagato in media circa il 25% in più rispetto a un italiano.

Ma davvero in Germania i lavoratori guadagnano di più? Naturalmente ogni tipo di valutazione deve tenere conto del differente costo della vita. Così come di diritti, bonus e agevolazioni a cui dipendenti italiani e tedeschi possono accedere. Tuttavia, grazie ad alcuni report in materia possiamo approfondire la questione ed effettuare un interessante confronto:

  • Qual è la differenza di stipendio tra Germania e Italia?

  • Altri confronti tra dipendenti italiani e tedeschi

Qual è la differenza di stipendio tra Germania e Italia?

Se c'è una prima differenza da mettere in rilievo tra Germania e Italia e tra dipendenti italiani e tedeschi è l'esistenza di un salario minimo, inesistente dalle nostre parti. Le conseguenze sono state di due tipi.

Da una parte il miglioramento della retribuzione dei lavoratori che si collocano nella fasce più basse. Dall'altra le imprese più piccole hanno subito un aumento di costi che non sempre sono state in grado di sostenere, che ha prodotto un trasferimento di lavoratori dalle piccole imprese a quelle più grandi, che trasformano tendono ad essere più produttivi.

Basandoci sui dati Eurostat, la differenza tra i salari mediani orari per mansione in Germania e in Italia è la seguente:

  • Addetti al servizio e alle vendite: 10,79 euro (Germania), 9,52 euro (Italia)

  • Lavoratori specializzati in agricoltura, silvicoltura e pesca: 12,05 euro (Germania), 9,05 euro (Italia)

  • Operatori e assemblatori di impianti e macchine: 13,38 euro (Germania), 10,81 euro (Italia)

  • Operai manuali qualificati: 14,60 euro (Germania), 10,44 euro (Italia)

  • Artigiani e mestieri affini: 15,37 euro (Germania), 10,13 euro (Italia)

  • Operatori di supporto impiegatizio: 15,37 euro (Germania), 11,64 euro (Italia)

  • Lavoratori non manuali: 16,95 euro (Germania), 13,55 euro (Italia)

  • Tecnici e professionisti associati: 17,98 euro (Germania), 14,17 euro (Italia)

  • Professionisti: 24,54 euro (Germania), 23,48 euro (Italia)

  • Manager: 36,70 euro (Germania), 34,86 euro (Italia)

In Germania la maggior parte dell'occupazione è creata dalle grandi e medie imprese. Le aziende più grandi hanno una maggiore capacità di investire in questo tipo di capitale, che solitamente ha un costo iniziale molto elevato, ma che contribuisce indubbiamente al miglioramento della produttività.

Le grandi aziende industriali sono state protette, incoraggiate e sostenute in Germania. In Italia è differente e questi tipi di piccole imprese hanno maggiori difficoltà a intraprendere investimenti in macchinari ad alta tecnologia.

Altri confronti tra dipendenti italiani e tedeschi

Dal punto di vista metodologico, i numeri sono a parità di potere d'acquisto ovvero considerano già che il costo della vita è diverso in Italia e in Germania, al netto di bonus e agevolazioni sempre variabili. In Italia i prezzi tendono a essere più bassi per cui lo stesso euro tende a comprare un maggior numero di beni e servizi.

Da un confronto all'altra, altrettanto interessante è sapere come stanno i meno pagati salari mediani orari del 10% meno pagato dei lavoratori. L'introduzione del salario minimo in Germania e le successive revisioni hanno contribuito ad aumentare il reddito orario dei dipendenti con salari più bassi, tuttavia non ci sono prove che i loro salari mensili siano aumentati in quanto le aziende hanno potuto ridurre l'orario di lavoro. In ogni caso, la fotografia è la seguente:

  • Lavoratori specializzati in agricoltura, silvicoltura e pesca: 6,09 euro (Germania), 6,34 euro (Italia)

  • Addetti al servizio e alle vendite: 6,78 euro (Germania), 7,76 euro (Italia)

  • Operai manuali specializzati: 7,91 euro (Germania), 7,43 euro (Italia)

  • Artigiani e mestieri affini: 8,37 euro (Germania), 7,29 euro (Italia)

  • Operatori e assemblatori di impianti e macchine: 7,88 euro (Germania), 8,22 euro (Italia)

  • Operatori di supporto impiegatizio: 8,59 euro (Germania), 8,47 euro (Italia)

  • Lavoratori non manuali: 8,50 euro (Germania), 8,63 euro (Italia)

  • Tecnici e professionisti associati: 10,06 euro (Germania), 9,22 euro (Italia)

  • Professionisti: 13,79 euro (Germania), 12,72 euro (Italia)

  • Manager: 19,36 euro (Germania), 14,13 euro (Italia)

All'opposto, i dati Eurostat mostrano anche come stanno i ben pagati salari mediani orari dei lavoratori:

  • Lavoratori specializzati in agricoltura, silvicoltura e pesca: 18,10 euro (Germania), 12,30 euro (Italia)

  • Addetti al servizio e alle vendite: 16,99 euro (Germania), 13,74 euro (Italia)

  • Operatori e assemblatori di impianti e macchine: 22,55 euro (Germania), 15,55 euro (Italia)

  • Operai manuali specializzati: 24,16 euro (Germania), 15,30 euro (Italia)

  • Artigiani e mestieri affini: 25,10 euro (Germania), 15,07 euro (Italia)

  • Operatori di supporto impiegatizio: 25,30 euro (Germania), 19,57 euro (Italia)

  • Tecnici e professionisti associati: 31,33 euro (Germania), 23,28 euro (Italia)

  • Lavoratori non manuali: 33,24 euro (Germania), 29,30 euro (Italia)

  • Professionisti: 40,22 euro (Germania), 35,98 euro (Italia)

  • Manager: 69,68 euro (Germania), 66,02 euro (Italia)

C'è infine un ultimo dato da evidenziare: le lavoratrici in Germania sono pagate più dei lavoratori in Italia. I salari mediani orari di uomini e donne sono i seguenti:

  • Germania: 13,780 euro (donne), 16,560 euro (uomini)

  • Italia: 11,550 euro (donne), 12,240 euro (uomini)





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il