Contrassegno disabili e invalidi vale anche fuori dal Comune di residenza o non si può usare

Il pass disabili va richiesto al Comune di residenza accompagnando la domanda con una serie di documenti. Ma vale in tutte le città?

Contrassegno disabili e invalidi vale an

Il contrassegno disabili è valido anche fuori dal Comune di residenza o no?

La regole di base prevede che il contrassegno disabili vale su tutto il territorio nazionale e nei Paesi membri dell'Unione europea. In sintesi può essere utilizzato ovunque e non solo lungo le strade del comune che lo ha rilasciato. Sono 4 le funzioni principali, non solo la sosta.

Si chiama pass disabili ed è il contrassegno che il Comune di residenza rilascia alle persone affette da handicap. Prima di rispondere a un quesito ben preciso ovvero se questo tagliando può essere utilizzato anche nelle altre città, italiane e non, sono indispensabili alcune precisazione.

Innanzitutto il pass disabili non serve solamente per ottenere agevolazioni per la sosta delle auto ovvero per parcheggiare nelle aree destinate alle persone con diversamente abilità. Ma anche per accedere e circolare nelle Zone a traffico limitato e, in alcuni casi, per transitare nelle corsie riservate ai mezzi di trasporto pubblico.

Punto in comune sono le modalità di utilizzo del contrassegno di colore blu che va innanzitutto sempre esposto sotto al parabrezza dell'auto e in seconda battuta può essere utilizzato solo se è presente lo stesso disabile. Ad avere diritto al contrassegno disabili sono le persone invalide con capacità di deambulazione ridotta e i non vedenti.

Quello a tempo determinato può essere concesso a coloro che presentano una temporanea riduzione della capacità di deambulazione a causa di un infortunio o per altre cause patologiche. Ma anche alle persone non disabili che accusano una totale assenza di ogni autonomia funzionale e necessitano di assistenza continua per recarsi nei luoghi di cura.

A tal proposito si ricorda che il pass disabili permanente ha una durata di 5 anni, dopodiché occorre rinnovarlo nel Comune di residenza senza alcun costo da sostenere. Quello temporaneo ha una durata variabile ed è legato alla transitorietà dalla malattia. Il rilascio è a pagamento in alcune città. Vediamo quindi

  • Validità contrassegno disabili anche fuori dal Comune di residenza o no
  • Come richiedere il contrassegno disabili al proprio Comune di residenza

Validità contrassegno disabili anche fuori dal Comune di residenza o no

La regole di base prevede che il contrassegno disabili vale su tutto il territorio nazionale e nei Paesi membri dell'Unione europea. In sintesi può essere utilizzato ovunque e non solo lungo le strade del comune che lo ha rilasciato.

Il tagliando permette di sostare gratuitamente nelle aree destinate alle persone con disabilità (ma non vanno confuse con il parcheggi personalizzati); circolare nelle zone a traffico limitato e nelle aree pedonali dove è autorizzato l'accesso ai veicoli di pubblica utilità; transitare nelle corsie riservate ai mezzi di trasporto pubblico se previsto dalla normativa locale; sostare nelle aree riservate ai residenti, anche in questo caso al netto di quanto stabilito dalla normative locali.

Restano invece in vigore alcune limitazioni anche nel caso di esposizione del pass disabili. Non è infatti sfruttabile dove vigono il divieto di sosta con rimozione forzata e il divieto di fermata.

Ma anche in corrispondenza di passo carrabile, attraversamenti pedonali e ciclabili, ponti, dossi, cavalcavia, strettoie, passaggi a livello, gallerie, segnaletica verticale occultandone la vista, aree di fermata bus, corsie di scorrimento dei mezzi di trasporto pubblico.

Nessuna possibilità di utilizzo del tagliando disabili in seconda fila, sui marciapiedi, sulle piste ciclabili, contro il senso di marcia; nelle aree riservate ai mezzi di soccorso e di polizia; nelle stesse Ztl se non è autorizzato l'accesso ai veicoli di pubblica utilità. In ogni caso è sempre possibile contattare i vigili urbani del Comune per sapere quali sono le Zone a traffico limitato e le Aree pedonali urbane.

Come richiedere il contrassegno disabili al proprio Comune di residenza

Il pass disabili va quindi richiesto al Comune di residenza accompagnando la domanda con una serie di documenti.

Si tratta del verbale di invalidità civile in cui risulta l'indennità di accompagnamento o la cecità assoluta o parziale, il documento di identità del richiedente, una fotografia recente formato tessera e, in caso di rinnovo, del contrassegno in scadenza. Nel caso di decesso del titolare, perdita dei requisiti o scadenza del termine di 5 anni di validità, il tagliando deve essere restituito all’ufficio che lo ha rilasciato.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie