Contratti metalmeccanici, richieste aumento stipendio pur con rinnovo dell'anno scorso

I metalmeccanici e i sindacati per una serie di importanti motivi chiedono nuovi aumenti contrattuali delle retribuzioni anche quest'anno nonostante il contratto sia stato rinnovato l'anno scorso

Contratti metalmeccanici, richieste aume

Perché arrivano nuove richieste di aumento stipendio per Ccnl metalmeccanici nonostante il rinnovo dell’anno scorso?

I lavoratori inquadrati con contratto metalmeccanico tornano a farsi sentire con nuove richieste di aumento degli stipendi nonostante il rinnovo contrattuale dello scorso anno per adeguamento ai costi attuali e all’inflazione. E’ vero, infatti, che il rinnovo contrattuale ha portato aumenti delle retribuzioni in busta paga, ma è anche vero, secondo i lavoratori, che gli aumenti previsti anche in rapporto all’inflazione non sono abbastanza visto l’andamento attuale dell’economia e il caro-prezzi dell’energia.
 

Il forte aumento dei prezzi dell’energia fa crescere l’inflazione, creando problemi ad aziende e stipendi dei lavoratori. Sale, infatti, il prezzo delle energie, aumentano i costi per le aziende e ne risentono gli stipendi dei lavoratori adeguati all'inflazione. E proprio per questo motivo e per non risentire del caro-energia sulle proprie retribuzioni, i lavoratori con contratto metalmeccanici chiedono nuovi aumenti nonostante il rinnovo del Ccnl dell’anno scorso.

  • Nuove richieste di aumento stipendi per Ccnl metalmeccanici i motivi
  • Ccnl metalmeccanici cosa prevede rinnovo anno scorso


Nuove richieste di aumento stipendi per Ccnl metalmeccanici i motivi

Stando a quanto riportano le ultime notizie, i lavoratori inquadrati con contratto metalmeccanico tornano a farsi sentire con nuove richieste di aumento degli stipendi nonostante il rinnovo contrattuale dello scorso anno per adeguamento ai costi attuali e all’inflazione.

E’ vero, infatti, che il rinnovo contrattuale dei metalmeccanici ha portato aumenti delle retribuzioni in busta paga, ma è anche vero, secondo i lavoratori, che gli aumenti previsti anche in rapporto all’inflazione non sono abbastanza visto l’andamento attuale dell’economia e il caro-prezzi dell’energia.

Il rinnovo del Ccnl metalmeccanici ha deciso aumenti degli stipendi e relativi incrementi rispetto all’aumento salariale concordato del 6,15% tra 2021 e 2024 nel caso di aumento dell’inflazione. Considerando, però, che l’inflazione si misura sempre a partire dall’IPCA (l’indice dei prezzi al consumo armonizzato per i paesi dell’Unione europea) e quindi al netto della componente energetica e considerando che le stime in tal senso parlano di aumenti dei prezzi almeno del 3,6%, i sindacati ritengono gli aumenti non sufficienti e l’Ipca inadeguato a garantire ai lavoratori i giusti aumenti.

Ccnl metalmeccanici cosa prevede rinnovo anno scorso

Il contratto nazionale di lavoro Ccnl metalmeccanici è stato rinnovato l’anno scorso, dopo una lunghissima trattativa durata oltre un anno, prevedendp aumenti di stipendio, minimi tabellari, benefit e novità per inquadramento professionale, orari di lavoro, previdenza integrativa.

Il rinnovo dell’anno scorso del contratto per i metalmeccanici ha stabilito un incremento a regime sul Livello 4 del settore metalmeccanico e installazione di impianti pari a 69,57 euro, da erogare in tre tranches: 

  • 25 euro con la retribuzione del mese di gennaio 2022;
  • 25 euro a maggio 2022; 
  • 19,57 euro a dicembre 2022.

Per il settore orafi, argentieri e affini l’aumento è stato fissato a 69,74 euro, mentre per gli odontotecnici a 66,09 euro.

Inoltre, ai dipendenti inquadrati con contratto metalmeccanici è stata riconosciuta una somma a copertura del periodo di carenza contrattuale a titolo di una tantum di 130 euro, da erogare in due tranche, di cui la prima di 70 euro a marzo 2022 e la seconda di 60 euro a luglio 2022. 

Il Contratto metalmeccanici, prima del rinnovo dell'anno scorso, prevedeva i seguenti stipendi in base al Livello di inquadramento dei dipendenti:

  • 2.356,52 euro per il Livello 8 Quadri;
  • 2.301,31 euro per il Livello 7 di inquadramento di specialisti, come specialista finanziario, di elaborazione dati, con mansione di pianificazione e progettazione del lavoro aziendale;
  • 2.061,41 euro per il Livello 6 di inquadramento di amministrativi e tecnici;
  • 1.792,65 euro per il Livello 5 per lavoratori con specifiche competenze e conoscenze di attrezzature complesse, tecnologie del lavoro e che controllano un gruppo di altri lavoratori, come i manutentori meccanici ed elettrici;
  • 1.921,46 euro per il Livello 5 Super;
  • 1.673,87 euro per il Livello 4 di lavoratori qualificati con specifiche competenze e conoscenze tecnico-pratiche;
  • 1.604,53 euro per il Livello 3 per lavoratori in possesso di specifico diploma di qualifica di istituti professionali;
  • 1.639,20 euro per il Livello 3 Super (lavoratori con mansioni di tutoraggio formativo per apprendisti o affiancamento per nuovi assunti e attività di team leader);
  • 1.446,92 euro per il Livello 2 per lavoratori mansioni semplici prossimi all'abilitazione per mansioni come specifiche come montatori e saldatori;
  • 1.310,80 euro per il Livello 1 per lavoratori con mansioni semplici senza competenze specifiche.
     





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il