Contratto autoferrotranvieri 2021 orario di lavoro, lavoro straordinario, festivo e notturno

Orario di lavoro differente in base a inquadramento personale, straordinari, lavoro notturno e maggiorazioni: cosa prevede il Contratto autoferrotranvieri 2021

Contratto autoferrotranvieri 2021 orario

Qual è l’orario di lavoro ordinario previsto dal contratto autoferrotranvieri 2021?

Il contratto autoferrotranvieri 2021 prevede un orario di lavoro ordinario che varia a seconda dell'impiego dello stesso dipendente. In particolare, per il personale viaggiante, l'orario medio giornaliero di lavoro è fissato in ore 6,40', compresi i tempi accessori, e per il personale operaio l’orario di lavoro ordinario è fissato in 40 ore settimanali, mentre per impiegati tecnici e amministrativi, l'orario di lavoro del personale impiegatizio è fissato in 39 ore settimanali.
 

Il contratto autoferrotranvieri disciplina, per la categoria degli autoferrotranvieri ed internavigatori e dei dipendenti delle aziende private esercenti autolinee in concessione, le norme proprie della contrattazione nazionale, stabilendo nello specifico regole per assunzioni retribuzioni minime, anzianità di servizio, orario di lavoro ordinario, lavoro straordinario, notturno e festivo, maturazione di ferie e permessi, festività nazionali ed altre ricorrenze festive, congedo matrimoniale, malattia e infortunio, e non solo. Vediamo di seguito cosa prevede il contratto autoferrotranvieri 2021 per orario di lavoro, lavoro straordinario, festivo e notturno.

  • Contratto autoferrotranvieri 2021 orario di lavoro
  • Contratto autoferrotranvieri 2021 lavoro straordinario
  • Contratto autoferrotranvieri 2021 lavoro festivo e notturno

Contratto autoferrotranvieri 2021 orario di lavoro

L'orario di lavoro ordinario previsto per i dipendenti con contratto autoferrotranvieri varia a seconda dell'impiego dello stesso dipendente. In particolare, per il personale viaggiante, l'orario medio giornaliero di lavoro è fissato in ore 6,40', compresi i tempi accessori, ed è un particolare di:

  • 7,15’ ore per personale viaggiante e graduato dei servizi urbani;
  • 8 ore per il personale viaggiante e graduato dei servizi extraurbani.

Gli orari appena riportati sono stabiliti sulla base della settimana lavorativa su sei giorni.

L'orario di lavoro del personale operaio è fissato in 40 ore settimanali, mentre per impiegati tecnici e amministrativi, l'orario di lavoro del personale impiegatizio è fissato in 39 ore settimanali.

Contratto autoferrotranvieri 2021 lavoro straordinario

E’ considerato lavoro straordinario nel contratto autoferrotranvieri 2021 quello che eccede l'orario normale di lavoro stabilito da Ccnl e leggi in vigore. Per i dipendenti con ccnl autoferrotranvieri che prestano lavoro straordinario, è prevista una percentuale di maggiorazione che deve essere calcolata sulle quote orarie della normale retribuzione prevista da contratto. 

Contratto autoferrotranvieri 2021 lavoro festivo e notturno

Si considera lavoro festivo quello effettuato in giorno di mancato riposo (domenicale o periodico) e quello effettuato nei giorni delle festività. Per lo svolgimento del lavoro festivo nel contratto autoferrotranvieri 2021 è prevista una maggiorazione del doppio di quella adottata per il lavoro straordinario e calcolata anch'essa sulla quota oraria della retribuzione normale prevista da contratto.

Si considera, invece, lavoro notturno quello prestato tra le ore 22 e le ore 5 antimeridiane e non spetta alcuna maggiorazione per il lavoro notturno per gli agenti con qualifica e che percepiscono il trattamento specifico di guardiano di notte.

Le percentuali di maggiorazione per il lavoro notturno per i lavoratori a cui spetta la maggiorazione per lavoro notturno si devono calcolare sulle quote orarie della retribuzione normale prevista da contratto e fissata nel 10 % per lavoro notturno compreso in turni avvicendati e nel 15 % per lavoro notturno non compreso in turni avvicendati.

Le percentuali di maggiorazione per lavoro notturno presso le singole aziende vengono riproporzionate per effetto dell'incremento della base di calcolo, (retribuzione normale) in modo da non superare il trattamento in atto presso le aziende stesse alla data di stipulazione del presente contratto. Le percentuali di maggiorazione riportate sono tra loro cumulabili.

L'agente chiamato in servizio durante il periodo riposo periodico per un tempo inferiore all'orario normale giornaliero ha diritto, oltre al trattamento che gli spetta per le ore lavorate, al 50 % della retribuzione minima conglobata per le restanti ore non lavorate.

Per le aziende private esercenti autolinee (ANAC), calcolo e valore del compenso per lavoro straordinario feriale e festivo prevedono: 
maggiorazione minima del 15 % per lavoro straordinario feriale calcata sulla normale retribuzione oraria comprensiva della quota di competenze accessorie;
maggiorazione del 30 % per lavoro festivo calcolata sulla retribuzione normale oraria, comprensiva della quota di competenze accessorie.

Le percentuali di maggiorazione appena riportate, a differenza di quelle sopra riportate, non sono tra loro cumulabili.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il