Contratto di apprendistato 2019-2020 si può ripetere o continuare per più tempo. Quante volte

Quanto dura, come si evolve e come si svolge il contratto di apprendistato 2019-2020: tempi, contratti possibili contemporaneamente e prosecuzioni

Contratto di apprendistato 2019-2020 si può ripetere o continuare per più tempo. Quante volte

Quanto può continuare un contratto di apprendistato 2019-2020?

La durata di un contratto di apprendistato 2019-2020 prevede un tempo minimo di 6 mesi e massimo solitamente di 3 anni ma che può essere anche superiore se previsto dalla relativa contrattazione nazionale di lavoro. In ogni caso, al termine del periodo il rapporto di lavoro si trasforma e da apprendista di può diventare anche assunti a tempo indeterminato.

 

Per quanto tempo può continuare un contratto di apprendistato? Il contratto di apprendistato viene stipulato per determinate categorie di persone per un determinato periodo di tempo e per scopi precisi. Scegliendo il contratto di apprendistato per impiegare un lavoratore, il datore di lavoro si assume il compito e l’obbligo di garantire all’apprendista la formazione necessaria per ricoprire un determinato ruolo nell’azienda, e il contratto prevede poi norme specifiche per regolare tutti gli altri elementi essenziali del rapporto di lavoro.

Vediamo quali sono le norma in termini di tempo e durate del contratto di apprendistato. Quante volte si può ripetere un contratto di apprendistato 2019-2020?

  • Si può ripetere o continuare per più tempo il contratto di apprendistato 2019-2020
  • Due contratti di apprendistato consecutivi
  • Quanti contratti di apprendistato si possono fare
  • Prosecuzione apprendistato presso altra azienda
  •  

Si può ripetere o continuare per più tempo il contratto di apprendistato 2019-2020

Quante volte si può ripetere un contratto di apprendistato 2019-2020? Il datore di lavoro o il lavoratore al termine del periodo previsto dal contratto di apprendistato possono recedere dal contratto previo preavviso. Se nessuna delle due parti, cioè datore di lavoro e apprendistato, non recedono dal contratto, quest’ultimo non si ripete o prosegue come contratto di apprendistato ma si trasforma in ordinario rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Ciò significa che il contratto di apprendistato, terminato il suo periodo stabilito dalla legge in base alla tipologia di apprendistato che si fa, non continua ma diventa contratto di lavoro a tempo indeterminato se non si recede il rapporto di lavoro tra datore di lavoro e apprendista.

E’ bene precisare che il contratto di apprendistato ha una durata minima di 6 mesi e una durata massima che varia in base alla sua tipologia e che può arrivare a 3 anni al massimo ma può essere anche superiore se previsto dalla relativa contrattazione collettiva nazionale. Per esempio, il CCNL Metalmeccanico stabilisce una durata massima del contratto di apprendistato di 60 mesi.

Due contratti di apprendistato consecutivi

Stando a quanto previsto dalla legge italiana, è possibile stipulare due contratti di apprendistato consecutivi sia nella stessa azienda sia in aziende diverse e anche in casi differenti. Due contratti di apprendistato consecutivi, infatti, si possono fare, in particolare:
all’interno della stessa azienda quando si riceve un cambio di mansione e in tal caso il nuovo contratto deve riportare il nuovo piano formativo in base al nuovo incarico;
in due aziende differenti, sia per mansioni diverse sia per la stessa mansione e in tal caso l’apprendista deve concludere il periodo formativo stabilito inizialmente in azienda e tra la fine del vecchio contratto e l’inizio del nuovo contratto di apprendistato non può trascorrere un periodo di tempo superiore ad un anno.

Quanti contratti di apprendistato si possono fare

Prima di capire quanti contratti di apprendistato si possono fare è bene chiarire che sono vi sono diverse tipologie di contratto apprendistato che:

  • contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca, usato quando il dipendente deve conseguire diversi livelli di titoli di studio, come diploma o laurea.
  • contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;
  • contratto di apprendistato professionalizzante, usato quando il dipendete deve conseguire una qualifica professionale tramite formazione trasversale e professionalizzante.

E’ bene sapere che si possono fare due contratti di apprendistato e anche contemporaneamente a condizione che si tratti di due contratti di apprendistato part-time che rispettino i limiti di durata previsti dalla normativa attuale.

Ciò significa che pur avendo due contratti di apprendistato, la durata complessiva del lavoro settimanale deve essere di 48 ore al massimo, comprese le ore di lavoro straordinario; è previsto un risposo settimanale, o, almeno, a 24 ore di riposo ogni 7 giorni lavorativi; ed è prevista anche la frequenza ai corsi apprendistato obbligatori e da effettuare durante l’orario di lavoro.

Prosecuzione apprendistato presso altra azienda

Come stabilito dalla legge, l’apprendista che abbia intrapreso un percorso di apprendistato con relativo contratto con un’azienda ha facoltà e possibilità di proseguire il rapporto presso un’altra azienda se l’attività svolta è più o meno uguale mantenendo la durata massima del contratto inizialmente prevista.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie