Contratto domestico 2019-2020 orari, lavoro di notte, turni e riposo, reperibilità

Qual è l’orario di lavoro il contratto domestico 2019-2020 e norme previste per turni, riposi e reperibilità in base a collaborazioni

Contratto domestico 2019-2020 orari, lavoro di notte, turni e riposo, reperibilità

Qual è l’orario di lavoro di un collaboratore con contratto domestico 2019-2020?

L'orario di lavoro previsto dal contratto domestico 2019-2020 è di 10 ore non consecutive per un totale di 54 ore nel caso di collaboratori conviventi e di 8 ore non consecutive, per un totale di 40 ore nel caso di collaboratori non conviventi, distribuite su 5 o 6 giorni la settimana.

 

I collaboratori che vengono assunti con contratto di lavoro domestico 2019-2020 possono essere assunti come conviventi o non conviventi e le norme di orari di lavoro e riposi dipendono dalla tipologia di assunzione per cui si opta. Quali sono le nome del contratto domestico 2019-2020 previste per orario di lavoro?

  • Contratto domestico 2019-2020 orari turni reperibilità
  • Contratto domestico 2019-2020 lavoro di notte
  • Contratto domestico 2019-2020 riposo
  • Contratto domestico 2019-2020 reperibilità

Contratto domestico 2019-2020 orari e turni

L'orario di lavoro previsto dal contratto domestico 2019-2020 è di 10 ore non consecutive, per un totale di 54 ore nel caso di collaboratori conviventi e di 8 ore non consecutive, per un totale di 40 ore nel caso di collaboratori non conviventi, distribuite su 5 o 6 giorni la settimana.

Per i collaboratori domestici assunti con contratto parziale 30 ore per i livelli B, BS, C l'orario di lavoro deve essere ricompreso tra le 6 e le 14 o tra le 14 e le 22 o massimo 10 ore non consecutive al giorno per tre giorni settimanali.

Per lo svolgimento delle ore di lavoro ordinarie, datore di lavoro e collaboratore si possono accordare su lavori su turni e per la garanzia di fasce di reperibilità del collaboratore, con la previsione di una relativa retribuzione maggiorata.

Contratto domestico 2019-2020 lavoro di notte

Il lavoro di notte di un collaboratore con contratto domestico 2019-2020 ha diritto ad una maggiorazione della retribuzione di fatto che è del 50% se il lavoro viene prestato tra le 22 e le 6, e in tal caso si parla di lavoro notturno straordinario; e del 20% nel caso di lavoro di notte ordinario.

Contratto domestico 2019-2020 riposo

Per quanto riguarda i riposi, il contratto domestico 2019-2020 prevede riposi differenti a seconda che si tratti di collaboratori domestici conviventi e non conviventi.

Per i lavoratori conviventi il riposo settimanale è di 36 ore, di cui 24 ore che solitamente ricadono la domenica più mezza giornata concordata durante la settimana. Se un collaboratore lavora nelle 12 ore di riposo infrasettimanale, ha diritto a percepire una retribuzione oraria maggiorata del 40% sulla paga di fatto, che sale al 60% se di domenica.

Se il lavoratore con contratto domestico 2019-2020 non lavora interamente nella fascia 14-22 o 6-14, ha diritto ad un riposo intermedio non retribuito di almeno due ore, durante cui può decidere o meno di rimanere nell'abitazione del datore di lavoro.

Per i lavoratori non conviventi, invece, il riposo è di 24 ore da godere solitamente di domenica. Se al collaboratore viene richiesto di lavorare come straordinario di domenica, ha diritto ad una maggiorazione del 60% della retribuzione di fatto e ad un giorno di riposo il giorno subito dopo.

Se il collaboratore non convivente lavora per 6 ore o per un orario maggiore delle 6 ore con presenza continuativa sul posto di lavoro ha diritto a fruire del pasto o ad un'indennità sostitutiva pari al suo valore convenzionale.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie