Contratto farmacia privata 2020 orari, turni e pause, reperibilità, lavoro di notte

Quali sono orario di lavoro ordinario e pause previste dal contratto farmacie private 2020: regole e maggiorazioni per reperibilità

Contratto farmacia privata 2020 orari, t

Qual è l’orario di lavoro previsto dal contratto farmacia privato 2020?

Il contratto farmacia privata 2020 prevede un orario di lavoro ordinario di 40 ore settimanali, distribuite solitamente su 5 giorni e mezzo. L’orario settimanale, comprese le ore di lavoro straordinario, non può in ogni caso superare le 46 ore settimanali.

Diventare farmacisti e decidere di lavorare in una farmacia può aprire le porte, a scelta e disponibilità, di lavorare sia in farmacie comunali sia in farmacie private. La differenza tra le due riguarda sia la titolarità della gestione sia le regole per lavorare come farmacista dopo laurea e iscrizione all’Albo. Vediamo cosa prevede il contratto farmacia privata 2020 per orario di lavoro e reperibilità ma non solo.

  • Contratto farmacia privata 2020 orari e turni
  • Contratto farmacia privata 2020 pause
  • Contratto farmacia privata 2020 reperibilità e lavoro di notte

Contratto farmacia privata 2020 orari e turni

Il contratto farmacia privata 2020 prevede un orario di lavoro ordinario di 40 ore settimanali, distribuite solitamente su 5 giorni e mezzo. L’orario settimanale, comprese le ore di lavoro straordinario, non può in ogni caso superare le 46 ore settimanali e, a livello regionale, sono possibili diverse distribuzioni dell'orario settimanale di lavoro a livello regionale se sussistono particolari regimi di orari di apertura e chiusura delle farmacie nel territorio.

Anche per le farmacie notturne sono previsti turni che riguardano soprattutto la distribuzione dell’orario di lavoro diurno e notturno, esattamente come accade per le farmacie comunali.

Contratto farmacia privata 2020 pause

I lavoratori con contratto farmacia privata 2020 hanno diritto a una pausa giornaliera di durata non inferiore a 10 minuti, da godere anche rimanendo sul posto di lavoro, e che non può essere sostituito da retribuzione.

I lavoratori che usano abitualmente un’attrezzatura munita di videoterminali, per almeno 20 ore settimanali, hanno diritto ad una pausa giornaliera di almeno 15 minuti ogni 120 minuti di applicazione continuativa al videoterminale.

E’ prevista anche una pausa per la consumazione del pasto se l’orario di lavoro giornaliero supera il limite di 6 ore.

Contratto farmacia privata 2020 lavori di notte

Con particolare riferimento al lavoro di notte, il contratto farmacie private 2020 prevede come lavoro notturno quello prestato tra l’ora di chiusura serale e l'ora di apertura mattutina della farmacia, fissate dalla Autorità competente, sia quando è svolto secondo i turni stabiliti dalla stessa Autorità, che quando è svolto in modo permanente tutte le notti. L'orario di lavoro dei lavoratori notturni è di otto ore medie giornaliere, distribuite nell’arco di un periodo di riferimento di 12 mesi.

Il lavoro di notte delle farmacie privati prevede maggiorazioni che non sono considerate parte della retribuzione globale a nessun effetto e compensi ulteriori per:

  • servizio a porte/battenti aperti ininterrottamente durante le ore notturne, con la sola maggiorazione del 20% calcolata sulla quota oraria della retribuzione normale per le prime 8 ore di servizio e maggiorazione del 20% calcolata sulla quota oraria della normale retribuzione;
  • servizio a porte/battenti chiusi per tutto il periodo notturno con presenza del personale in farmacia e con l'obbligo di rispondere ad ogni singola chiamata, per cui è prevista una maggiorazione del 16% calcolata sulla quota oraria della retribuzione normale per le prime otto ore di servizio e del 10% calcolata sulla quota oraria della normale retribuzione per le ore di servizio oltre il predetto limite;
  • servizio  misto  a  porte/battenti  aperti  ed  a  porte/battenti  chiusi,  con  l'obbligo  per  il  personale  di  restare  in  farmacia nel periodo di chiusura per rispondere ad ogni chiamata.

Il contratto farmacie private prevede l’obbligo di reperibilità fuori farmacia dopo il normale orario di lavoro e per questo servizio spetta compenso del 10% della retribuzione di fatto mensile, oltre un diritto fisso per ogni chiamata pari all'importo stabilito dalla Tariffa Nazionale, e del 12% se il servizio notturno con reperibilità fuori farmacia viene svolto nella giornata della domenica o in quella del riposo settimanale.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie