Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 tipologie, stipendi, livelli, ferie e permessi

Tipologie di contratti di lavoro per lavoratori dello spettacolo, giorni di ferie e permessi: regole previste per lavoratori dello spettacolo

Contratto lavoratori dello spettacolo 20

Quanti giorni di ferie sono previsti dal contratto lavoratori dello spettacolo 2021?

I lavoratori con contratto dello spettacolo hanno diritto, per ogni anno di effettivo servizio prestato presso il teatro, ad un periodo di ferie differente in base al periodo di servizio maturato. In particolare, sono previsti 27 giorni lavorativi di ferie all’anno per anzianità di servizio fino a 10 anni e 30 giorni lavorativi di ferie all’anno per anzianità di servizio oltre i 10 anni.
 

Il Contratto per i lavoratori dello spettacolo 2021 che interessa personale artistico, tecnico e amministrativo prevede regole enorme specifiche per orari di lavoro, mansioni e ruoli, luoghi, ferie e permessi, malattia, licenziamenti e dimissioni. Nel settore dello spettacolo sono anche tanti, però, i lavoratori con Partita Iva e in base a modalità e tipologia di lavoro cambia la disciplina dell’orario di lavoro e degli straordinari ma non solo. Vediamo cosa prevede il contratto per lavoratori dello spettacolo 2021 per stipendi, ferie e permessi.

  • Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 tipologie contratti
  • Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 stipendi e livelli
  • Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 ferie e permessi

Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 tipologie contratti

Non esistono Livelli di inquadramento veri e propri per i lavoratori dello spettacolo ma esistono stipendi in base alle tipologie delle cosiddette scritture. Le diverse tipologie di contratto per lavoratori dello spettacolo si chiamano Scrittura e ci sono:

  • la scrittura continuata (lavoro subordinato) con contratto a termine di tipo continuativo e inquadrata come rapporto di subordinazione che prevede che lo scritturato sia pagato tutti i giorni compresi tra la data di inizio e quella di termine della scrittura e prevede possibilità di sospensione del rapporto di lavoro solo nel periodo delle festività principali, rimborso delle spese di viaggio con compenso giornaliero entro i 250 euro, possibilità di proroga se si superano i 45 giorni di durata e per un massimo di 5 settimane se la scrittura originaria è superiore a 90 giorni e per 3 settimane negli altri casi;
  • la scrittura a tempo parziale verticale (lavoro subordinato part-time), che prevede che il lavoratore possa svolgere la propria attività a giorni alterni, ma per intere giornate e le giornate di lavoro non possono essere meno del 55% delle giornate previste al contratto, ogni mese di contratto deve comprendere almeno 17 giornate lavorative ed è previsto un giorno di riposo retribuito ogni 6 giorni, anche non continuativi;
  • la scrittura con base mensile (lavoro subordinato), che prevede come giornate base pagate nei 30 giorni di contratto 26 giornate a prescindere dalle giornate effettive di lavoro previste dalla scrittura, cui aggiungere compenso pattuito per le giornate di lavoro effettive. 

Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 stipendi e livelli

A seconda delle diverse tipologie di scritture appena riportate, gli stipendi previsti per i lavoratori dello spettacolo 2021 sono i seguenti:

  • per attori con scrittura continuata, parziale, mensilizzata 72,78 euro al giorno (allievi 59,32 euro);
  • per attori con contratto intermittente (comprensiva del 24% di indennità) 101,89 euro al giorno (allievi 83,05 euro).

Ai lavoratori dello spettacolo viene erogato lo stipendio anche per le giornate di prova che devono essere almeno 21 e, stando a quanto previsto dal relativo Ccnl, il pagamento per tutte le giornate di prova è pari al minimo sindacale cui sommare il 65% della differenza tra il minimo sindacale e il compenso concordato per le giornate di recita.

Hanno diritto al pagamento delle giornate di prova anche i lavoratori con contratto intermittente a chiamata per cui è stato stabilito che nelle giornate in cui non è prevista la prestazione lavorativa, l’impresa, a sua discrezione e non in maniera obbligatoria, può pagare un’indennità giornaliera di risposta alla chiamata. 

Il compenso previsto contrattualmente in tal caso è pari al 20% del compenso concordato, per esempio se normalmente 100 euro per le giornate di prova/spettacolo, nelle giornate di messa disposizione, con l’obbligo di rispondere alla chiamata percepisce 20 euro giornalieri.

Contratto lavoratori dello spettacolo 2021 ferie e permessi

Per quanto riguarda il capitolo ferie e permessi, i lavoratori con contratto dello spettacolo hanno diritto, per ogni anno di effettivo servizio prestato presso il teatro, ad un periodo di ferie differente in base al periodo di servizio maturato. In particolare, sono previsti: 

  • 27 giorni lavorativi di ferie all’anno per anzianità di servizio fino a 10 anni;
  • 30 giorni lavorativi di ferie all’anno per anzianità di servizio oltre i 10 anni.

I permessi ai lavoratori dello spettacolo possono essere accordati per giustificati e non è detto che debbano essere sempre retribuiti. Su richiesta del lavoratore, i permessi possono anche essere calcolati per la maturazione del periodo di ferie.

Stando a quanto previsto dal contratto lavoratori dello spettacolo, al lavoratore è concesso un periodo di tre giorni di permesso retribuito in caso di gravissimo lutto di famiglia e un periodo di congedo di 15 giorni di calendario in occasione del matrimonio.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il