Contratto moda 2021 stipendi, Livelli, indennità, orari, ferie e permessi

Quali sono stipendi e Livelli professionali previsti dal contratto moda 2021: cosa è cambiato, orario di lavoro fissato e altre regole

Contratto moda 2021 stipendi, Livelli, i

Cosa prevede il contratto moda 2020-2021?

Il contratto moda 2020-2021, oggetto di recente rinnovo nel 2020 che ha portato ad aumenti salariali con ulteriori aumenti dal prossimo primo marzo, prevede, come ogni altro Ccnl, norme e regole relative a Livelli di inquadramento professionale e relativi stipendi, orario di lavoro, ferie, permessi e indennità per i lavoratori.
 

Il contratto moda 2021, oggetto di recente rinnovo nel 2020 che ha portato ad aumenti salariali con ulteriori aumenti dal prossimo primo marzo, si applica a tutti le imprese e i lavoratori del settore dell’abbigliamento e della moda e vale per aziende di confezione in serie di abiti, giacche, pantaloni, soprabiti e cappotti per uomo, ragazzi e bambini, tailleurs e mantelli per signora, ragazze e bambine, ma anche di divise militari e civili, di abiti per religiosi, di abiti in pelle e vestaglie, pigiami, biancheria per donna, ragazze, bambine e neonati, nonché di cravatte, sciarpe e foulards. Vediamo cosa prevede il contratto moda 2021.

  • Contratto moda 2021 stipendi e Livelli
  • Contratto moda 2021 indennità
  • Contratto moda 2021 orario di lavoro
  • Contratto moda 2021 ferie e permessi

Contratto moda 2021 stipendi e Livelli

I lavoratori assunti con contratto moda 2021 sono inquadrati in otto Livelli professionali più due Livelli Super, 2 e 3. I livelli di inquadramento professionale sono i seguenti con relativi nuovi stipendi minimi aggiornati:

  • Livello 8 quadri, per uno stipendio di 2.185,38 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 2.219,03;
  • Livello 7 impiegati, per uno stipendio di 2.061,17 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 2.092,19 euro;
  • Livello 6 per impiegati, per uno stipendio di 1.935,20 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.965 euro;
  • Livello 5 per impiegati, intermedi, operai, per uno stipendio di 1.812,80 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.840,70 euro;
  • Livello 4 impiegati, intermedi, operai, per uno stipendio di 1.724,51 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.751,17 euro;
  • Livello 3 super e 3 per impiegati, operai, per uno stipendio, rispettivamente, di 1.684,79 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.710,13 euro e 1.647,31 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.672,67 euro;
  • Livello 2 super 3 per impiegati, operai, per uno stipendio, rispettivamente, di 1.599,74 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.624,37 euro e 1.564,88 euro che dal 1 marzo 2021 diventano 1.588,97 euro;
  • Livello 1 per operai, per uno stipendio di 1.244,08 euro che dal 1 marzo diventano 1.263,23 euro.

Contratto moda 2021 indennità

Due le principali indennità previste dal contratto moda 2021 e sono l’indennità di cassa, che dà diritto all’impiegato di percepire una indennità mensile pari al 5% dell’elemento retributivo nazionale e l’indennità di funzione, riconosciuta solo ai lavoratori con ruolo di quadro è riconosciuta una indennità di funzione di 51 euro mensili.

Contratto moda 2021 orario di lavoro

L’orario di lavoro ordinario previsto dal contratto moda 2021 è di 40 ore settimanali, con svolgimento di 8 ore giornaliere di lavoro distribuite sui primi 5 giorni della settimana. 

Contratto moda 2021 ferie e permessi

Stando a quanto previsto dal Ccnl moda 2021, ogni lavoratore assunto ha diritto ad un periodo di riposo di 4 settimane di ferie ogni anno con diritto a percepire, nell’arco delle 4 settimane di ferie, la stessa retribuzione corrispondente all’orario settimanale prevista da contratto. 


Per quanto riguarda i permessi, il contratto moda 2020-2021 prevede:

  • 15 giorni consecutivi di permesso retribuito con diritto al trattamento economico normalmente percepito;
  • tre giorni di permesso retribuito per lutto o documentata grave infermità del coniuge o di un parente entro il 2° grado nonché del convivente, purché la
  • convivenza risulti da certificazione anagrafica;
  • tre giorni di permesso retribuito per motivi personali;
  • un monte ore annuale aziendale per il diritto allo studio per dipendenti che studiano fissato all’inizio di ogni anno nella misura di 4 ore per ogni dipendente impiegato in azienda.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il