Contratto telecomunicazioni 2019-2020 orari, reperibilità, lavoro di notte, turni e riposo

Cosa prevede il contratto telecomunicazioni per orario di lavoro e riposi giornalieri e settimanali. Regole per reperibilità

Contratto telecomunicazioni 2019-2020 orari, reperibilità, lavoro di notte, turni e riposo

Qual è l’orario di lavoro previsto dal Contratto telecomunicazioni 2019-2020?

Il contratto telecomunicazioni 2019-2020 prevede una durata massima normale dell’orario di lavoro settimanale di 40 ore, distribuite solitamente su cinque o sei giorni alla settimana, che può arrivare a 48 ore settimanali al massimo in casi di necessità e variazioni dell’attività lavorativa, o per motivi stagionali o per motivi contingenti.

 

Il Contratto telecomunicazioni 2019-2020 si applica a diverse tipologie di imprese di servizi di telecomunicazione e di trasmissione dati e/o contenuti digitali e multimediali nonché ad imprese che forniscono servizi di gestione, di manutenzione e di esercizio di impianti e reti di telecomunicazione e di sviluppo e implementazione di servizi per soluzioni tecnologiche applicate alle telecomunicazioni e alle imprese che forniscono servizi per contenuti digitali e multimediali.
Vediamo quali sono le norme previste dal contratto telecomunicazioni 2019-2020 per orario di lavoro e turni.

  • Contratto telecomunicazioni 2019-2020 orari e turni
  • Contratto telecomunicazioni 2019-2020 lavoro di notte
  • Contratto telecomunicazioni 2019-2020 reperibilità
  • Contratto telecomunicazioni 2019-2020 riposo

Contratto telecomunicazioni 2019-2020 orari e turni

Il contratto telecomunicazioni 2019-2020 prevede una durata massima normale dell’orario di lavoro settimanale di 40 ore, distribuite solitamente su cinque o sei giorni alla settimana ed è di norma la direzione aziendale che stabilisce l’articolazione giornaliera dell’orario di lavoro settimanale contrattuale ed eventuali orari elastici di entrata, intervallo e uscita del personale e turni di lavoro.

Per eventuali necessità dovute a variazioni dell’attività lavorativa, o per motivi stagionali o per motivi contingenti, la durata dell’orario di lavoro arrivare anche fino ad un massimo di 48 ore settimanali e 12 ore giornaliere e con una durata minima di 32 ore o formule compensative equivalenti.

Gli orari di lavoro individuali possono essere o spezzati, che cioè prevedono un intervallo non retribuito, o continuati, che cioè non prevedono alcun intervallo. Per quanto riguarda il lavoro su turni, i lavoratori addetti a turni avvicendati sono coloro che di solito effettuano la loro prestazione lavorativa in attività in cui vi sia un’effettiva coincidenza tra la fine di un turno di lavoro e l’inizio di quello successivo, secondo un ritmo rotativo programmato.

I turni di lavoro sono sempre organizzati in modo da permettere ad ogni lavoratore di avere un periodo di riposo pari ad almeno 11 ore tra la fine del turno di lavoro e l’inizio di quello successivo, mentre diversi periodi di riposo potranno essere concordati a livello aziendale.

Contratto telecomunicazioni 2019-2020 lavoro di notte

Anche per i lavoratori con contratto telecomunicazioni 2019-2020 è previsto il lavoro di notte da intendersi come quello effettuato nelle seguenti ore: dalle 22 alle 6 del mattino successivo. Per il lavoro di notte, il contratto telecomunicazioni 2019-2020 prevede una maggiorazione della retribuzione fissa del 15% per lavoratori a turni avvicendati e de 32% per il restante personale.

E' poi prevista per entrambe le categorie di lavoratori una maggiorazione del 20% per lavoro di notte con riposo compensativo. Per il lavoro straordinario notturno, per le prime due ore, i lavoratori a turni avvicendati hanno diritto ad una maggiorazione della retribuzione del 40% mentre per il restante personale la maggiorazione è del 50%. Per le ore successive alle prime 2, la percentuale della maggiorazione è, rispettivamente, del 45% e del 50%.

Per il lavoro straordinario festivo, la maggiorazione della retribuzione è del 65% lavoratori a turni avvicendati e del 75% per il restante personale, mentre per il lavoro festivo notturno, la maggiorazione prevista dal contratto telecomunicazioni 2019-2020 è del 55% per lavoratori a turni avvicendati e del 60% per il restante personale.

Contratto telecomunicazioni 2019-2020 reperibilità

La reperibilità è prevista dal Contratto telecomunicazioni 2019-2020 per assicurare la continuità dei servizi di telecomunicazioni e/o a fronteggiare esigenze/eventi non prevedibili connessi alla funzionalità degli impianti.

Stando a quanto stabilito dal contratto, il lavoratore deve partecipare alle turnazioni di reperibilità a meno che non vi siano giustificazioni adeguate per impedimento. Il tempo impiegato dal lavoratore in reperibilità prevede un compenso e l'indennità di reperibilità non si cumula con n altri compensi aggiuntivi nel caso in cui si renda necessario l'intervento in servizio del lavoratore reperibile.

Contratto telecomunicazioni 2019-2020 riposo

I lavoratori assunti con contratto telecomunicazioni 2019-2020 hanno diritto a 11 ore di riposo tra un turno e l’altro a 24 ore consecutive di riposo settimanale ogni sette giorni e che solitamente coincide con la domenica.

Ogni lavoratore dipendente ha diritto ogni anno a 52 riposi, indipendentemente dalla forma di articolazione dell’orario di lavoro. Se un dipendente lavora in un giorno festivo infrasettimanale ha diritto ad un riposo compensativo o a ricevere un compenso per lavoro straordinario con la maggiorazione prevista per il lavoro straordinario festivo. Nel caso in cui non si usufruisce dei riposi previsti da contratto, è bene precisare che non sono monetizzabili.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie