Contributi a fondo perduto 2021 per aziende create da giovani e start up disponibili

Punto Impresa Digitale delle Camere di Commercio propone voucher digitali per l'acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0.

Contributi a fondo perduto 2021 per azie

Quali sono i contributi a fondo perduto 2021 per start up e giovani?

Giovani e start up possono accedere a numerosi contributi a fondo perduto nel 2021, come Cultura Crea di Invitalia, Disegni+4 del Ministero dello Sviluppo Economico, Punto Impresa Digitale delle Camere di Commercio, Resto Al Sud di Invitalia, Voucher 3i – Investire In Innovazione di Invitalia.

Sono numerose le opportunità di accedere a contributi a fondo perduto nel 2021 da parte di aziende create da giovani e start up. Occorre solo verificare il rispetto di condizioni e requisiti. Ma con due precisazioni. Innanzitutto si stratta di agevolazioni economiche disponibili fino a esaurimento risorse.

Di conseguenza i fondi sono assegnati in base all'ordine cronologico di presentazione della domanda. In seconda battuta altre opportunità per i giovani che vogliono aprire un'attività potrebbero aggiungersi nel corso del 2021. A oggi sono disponibili:

  • Cultura Crea di Invitalia
  • Disegni+4 del Ministero dello Sviluppo Economico
  • Punto Impresa Digitale delle Camere di Commercio
  • Resto Al Sud di Invitalia
  • Voucher 3i – Investire In Innovazione di Invitalia

Cultura Crea di Invitalia

Cultura Crea di Invitalia sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, si rivolge alle start up per la nascita di nuove imprese di micro, piccola e media dimensione della filiera culturale e creativa.

Ma anche alle imprese consolidate per la crescita e l'integrazione delle micro, piccole e medie imprese della filiera culturale, creativa, dello spettacolo e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici. E alle imprese sociali per sostenere i soggetti del terzo settore nelle attività collegate alla gestione di beni, servizi e attività culturali, favorendo forme di integrazione.

Disegni +4 del Ministero dello Sviluppo Economico

Le agevolazioni di Disegni +4 del Ministero dello Sviluppo Economico (Direzione generale per la tutela della proprietà industriale - Ufficio italiano brevetti e marchi) sono finalizzate all'acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati a un disegno/modello registrato o la commercializzazione di un disegno o modello registrato.

I beneficiari possono essere imprese di micro, piccola e media dimensione. Come riportato sul bando, le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale per la realizzazione del progetto, in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna Fase e per ciascuna tipologia di spesa secondo i prospetti elaborati.

Punto Impresa Digitale delle Camere di Commercio

Punto Impresa Digitale delle Camere di Commercio propone voucher digitali per l'acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0. Destinatari sono le imprese singole e i gruppi di imprese che partecipano a un progetto aggregato finalizzato all'introduzione di tecnologie in ambito Impresa 4.0. Al servizio di valutazione della personale situazione è possibile accedere in due modi.

Il primo è Selfi 4.0 ovvero un'autovalutazione tramite questionario online sulla piattaforma dedicata sviluppata dalla Camera di Commercio che l'impresa può realizzare in completa autonomia.

Il secondo è Zoom 4.0 ovvero la valutazione guidata con il supporto di un Digital promoter che si reca alle sede dell'impresa per effettuare una ricognizione più approfondita dei processi produttivi con l'obiettivo di fornire indicazioni sui percorsi di digitalizzazione in chiave Impresa 4.0.

Resto Al Sud di Invitalia

Resto Al Sud di Invitalia incoraggia la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia ovvero Lazio, Marche, Umbria ed è destinato a chi ha un'età compresa tra i 18 e i 55 anni. Le domande sono valutate in base all'ordine di arrivo e non ci sono bandi, scadenze o graduatorie.

Possono essere finanziati attività libero professionali sia in forma individuale sia societaria, turismo, fornitura di servizi alle imprese e alle persone e attività produttive nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura. Semaforo rosso per le attività agricole e il commercio.

Voucher 3i – Investire In Innovazione di Invitalia

Voucher 3i – Investire In Innovazione di Invitalia supporta le imprese nella registrazione di un brevetto per invenzione industriale, allo scopo di valorizzare e tutelare, in Italia e all'estero, i processi di innovazione. L'incentivo ha una dotazione finanziaria di 19, 5 milioni di euro per il triennio 2019-2021 consiste nel rilascio di un voucher per l'acquisto di servizi specialistici forniti da consulenti selezionati.

Il fornitore del servizio fattura direttamente a Invitalia che provvede al rimborso del voucher. La startup deve solo confermare l'erogazione del servizio richiesto. Non ci sono scadenze per la presentazione delle domande che sono valutate in base all'ordine di arrivo, fino a esaurimento risorse.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il