Controlli scaldabagno non sono obbligatori, ma la certificazione sì nel 2020-2021

Certificazione di installazione obbligatoria per scaldabagni a gas: cosa c’è da sapere, cosa prevede la normativa e chiarimenti

Controlli scaldabagno non sono obbligato

Qual è la certificazione obbligatoria 2020-2021 da avere per scaldabagno a gas?

Stando a quanto previsto dalla normativa in vigore, quando si installa uno scaldabagno a gas bisogna rilasciare la certificazione di installazione che garantisce il corretto allacciamento alla rete idrica. Dopodicchè non sono necessari e obbligatori ulteriori e periodici controlli dello scaldabagno.
 

Chi ha uno scaldabagno a gas ha l’obbligo di avere la certificazione 2020-2021 ma è bene sapere che non ci sono controlli obbligatori da fare. Nei condomini o nelle case dove il sistema di riscaldamento è gestito separatamente da altre tipologie di caldaie o sistemi energetici di ultima generazione, come pannelli solari, la produzione di acqua calda sanitaria avviene grazie allo scaldabagno a gas. Vediamo quale certificazione 2020-2021 serve avere obbligatoriamente per lo scaldabagno.

  • Certificazione obbligatoria 2020-2021 scaldabagno 
  • Controlli scaldabagno non obbligatori ma norme da rispettare


Certificazione obbligatoria 2020-2021 scaldabagno 

Esistono due tipologie principali di scaldabagno a gas che si distinguono per la camera di combustione e che sono idraulico tipo B a camera aperta e idraulico di tipo C a camera stagna. Queste tipologie di scaldabagno si differenziano per il sistema di evacuazione e gestione della combustione ma perché vengano installati, per entrambi devono esserci le condizioni di sufficiente tiraggio e corretta installazione, secondo quanto previsto dalla normativa in vigore.

La normativa per lo scarico dei fumi dei boiler a gas non impone il controllo obbligatorio ma è obbligatorio per uno scaldabagno a gas avere la certificazione di installazione. Si tratta di una certificazione che assicura e garantisce il corretto allacciamento alla rete idrica e, precisiamo, che per l'installazione degli scaldabagni valgono le stesse regole valide per l'installazione di una normale caldaia.

Controlli scaldabagno non obbligatori ma norme da rispettare

Se la certificazione di installazione 2020-2021 è obbligatoria da rilasciare quando si installa uno scaldabagno a gas e non esistono dopodicchè particolari e specifici controlli da eseguire obbligatoriamente ma ci sono regole da rispettare per l’installazione stessa dello scaldabagno. 

E’, infatti, vietato installare uno scaldabagno a gas sopra apparecchi sanitari o fonti di calore, o in corrispondenza diretta di acqua su presa di corrente. Non è, però, vietato installare uno scaldabagno di tipo C, con tiraggio forzato e camera stagna, anche in un bagno, se il locale rispetta tutte le caratteristiche richieste.

In particolare, il locale dove deve essere installato uno scaldabagno a gas per essere adeguato alla installazione deve avere prese per l’areazione su facciata per ventilazione ed areazione locale (min 160mm diametro, h 50mm circa da terra). 

In questa pagina parleremo in maniera molto chiara e semplice della traduzione delle normative con esempi e consigli su dove si può o dove non si può installare.
 


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie