Conviene aprire una Snc o non conviene. I pro e contro

Quali sono pro e contro di aprire una Snc e quando conviene scegliere questa orma societaria: informazioni e chiarimenti

Conviene aprire una Snc o non conviene.

Conviene aprire una Snc?

Una Snc società in nome collettivo conviene perché prevede costi ridotti, sia di apertura che di gestione e chiusura, e una tassazione agevolata, considerando che vi si paga solo l’Irap, ma consigliata solo per attività artigiane e piccole attività commerciali.

La Snc è una società in nome collettivo che si costituisce quando si vuole avviare una attività commerciale in società con altri soci, rientra, infatti, nella tipologia di società di persone che prevede per ogni singolo socio una responsabilità illimitata e solidale per le obbligazioni sociali.
Ciò significa che ogni socio risponde anche per le obbligazioni assunte dagli altri soci per cui se dovesse verificarsi qualche problema, se il patrimonio societario non è abbastanza e un socio non possiede nulla, l’altro socio potrebbe dover rispondere con il proprio patrimonio personale. Vediamo quanto conviene aprire una Snc per la propria attività e quali sono pro e contro di questa tipologia di società.

  • Conviene o no aprire una Snc
  • Pro e contro apertura Snc

Conviene o no aprire una Snc

Aprire una Snc conviene generalmente per attività artigiane e piccole attività commerciali che possano prevedere una responsabilità limitata in modo che in caso di problemi di qualche socio, l’altro non debba dover rispondere illimitatamente di un elevato eventuale patrimonio.

Altra convenienza dell’apertura di una Snc è la tassazione ridotta: le Snc pagano, infatti, solo l’Irap con un’aliquota che, essendo imposta regionale, varia in base alla regione in cui si opera. Generalmente l’aliquota base dell’Irap è fissata a livello nazionale al 4,82 % ma le regioni hanno la possibilità di aumentare o ridurre la percentuale in base al settore economico di riferimento.  

Inoltre, le perdite fiscali possono essere dedotte dal reddito dei soci ma entro il limite del quinto e l’intero importo può essere riportato nel reddito imponibile di ogni socio.

Pur essendo conveniente da un punto di vista fiscale e pur prevedendo costi contenuti, sia di apertura che di gestione, la Snc non conviene per grandi attività che possono implicare la responsabilità di un grande patrimonio a causa della responsabilità illimitata e solidale dei soci di una snc.

Il principio della responsabilità dei soci vale nei confronti di terzi estranei alla società, ma non tra i soci stessi e i terzi, stando a quanto previsto, hanno la possibilità di rivalersi sul fondo comune della società. La snc non conviene, dunque, se non si dispone di elevate coperture finanziarie o si conosce poco il mercato perché si potrebbe correre il grande rischio di vedere aggredito il proprio patrimonio personale.

Pro e contro apertura Snc

Aprire una Snc implica pro e contro, a prescindere dalla convenienza o meno in base al tipo di attività che si vuole avviare. Tra i pro che prevede l’aprire una società di tipo Snc ci sono certamente i costi contenuti rispetto ad altre tipologie di società, sia per quanto riguarda costi di avvio sia per quanto riguarda costi di gestione. Sono ridotti anche i costi di chiusura rispetto a quanto potrebbe servire per la chiusura di altre tipologie di società.

I pro riguardano anche l’aspetto fiscale di una Snc: si tratta, infatti, di una tipologia di società che prevede una tassazione per trasparenza, e ciò significa che in base alla partecipazione all’utile il socio versa le imposte; inoltre, la Snc è una società che implica solo il pagamento dell’Irap e di nessun’altra imposta,

Ma non solo Pro: aprire una Snc prevede anche dei contro, dal pagamento dei contributi Inps dovuti in misura fissa da ogni socio, alla responsabilità illimitata e solidale di ogni socio; ai possibili problemi frequenti tra i soci, considerando la natura ‘personale’ di questo tipo di società.
    

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie