Conviene di più un aumento di livello o di stipendio? I pro e contro

Una richiesta di aumento di stipendio o di livello deve essere motivata e ben spiegata. Non è possibile andare semplicemente dal datore di lavoro e chiedere un miglioramento.

Conviene di più un aumento di livello o

Aumento di livello o di stipendio, pro e contro?

L'aumento di stipendio è di norma più consistente per la busta paga rispetto allo scatto di livello. Tuttavia, a differenza di questa opzione è meno tutelato. L'aumento di livello comporta infatti un aumento economico ridotto, ma protegge da demansionamenti, vietato dalle norme sul lavoro in Italia.

Caratteristica centrale dei rapporti nel mondo del lavoro è il cambiamento, anche in relazione allo stipendio percepito dal dipendente. Al di là degli scatti automatici, il lavoratore può arrivare a un certo punto della sua carriera all'interno della stessa azienda in cui può decidere di richiedere un aumento della retribuzione. Si tratta davvero della migliore soluzione?

La risposta non è affatto scontata in quanto, oltre all'aumento dello stipendio, l'altra carta da giocare è quella dello scatto di livello. Qual è allora la strada più conveniente? Cosa conviene chiedere? Approfondiamo i dettaglio:

  • Aumento di livello o di stipendio, pro e contro

  • Quando chiedere l'aumento di livello o di stipendio

Aumento di livello o di stipendio, pro e contro

Una richiesta di aumento di stipendio o di livello deve essere motivata e ben spiegata. Non è possibile andare semplicemente dal datore di lavoro e chiedere un miglioramento rispetto a quanto menzionato dal tuo contratto di lavoro quando si è stati assunti. Come in ogni trattativa, entrambe le parti vogliono avere la meglio. Già, ma conviene di più un aumento di livello o di stipendio? In tutti i casi, il processo deve essere svolto in modo positivo e il capo deve essere in grado di prevedere un ritorno sull'investimento, altrimenti si avranno poche possibilità di vedere aumentare il proprio stipendio.

L'aumento di stipendio è di norma più consistente per la busta paga rispetto allo scatto di livello. Tuttavia, a differenza di questa opzione è meno tutelato. L'aumento di livello comporta infatti un aumento economico ridotto, ma protegge da demansionamenti, vietato dalle norme sul lavoro in Italia. Ma anche da possibili complicazioni sul lavoro come gli assorbimenti contrattuali. Senza dimenticare il beneficio che se ne ricava in caso di cambio di lavoro. L'ideale? Riuscire naturalmente a ottenere entrambi gli aumenti.

Per negoziare un aumento, bisogna scegliere il momento ideale per il colloquio. In alcune aziende, può avvenire durante il colloquio di valutazione annuale o durante un incontro individuale. Ma attenzione, per prima cosa assicurarsi che l'azienda sia in buona salute finanziaria prima di chiedere un aumento di stipendio o di livello. Sarebbe un peccato perdere un'occasione per una questione di tempistiche mal valutate.

Non ci sono regole specifiche per lo svolgimento di una trattativa salariale. Per aumentare le probabilità a proprio favore bisogna essenzialmente usare il buon senso, preparare le argomentazioni in anticipo, scegliere il momento migliore e dimostrare la propria efficacia. Negoziare l'aumento di stipendio proponendo nuovi obiettivi da raggiungere può essere una buona alternativa. Questa proposta giustifica l'avvio di una trattativa per ottenere un'evoluzione dello stipendio o del livello.

Quando chiedere l'aumento di livello o di stipendio

In genere non si può parlare di aumento di livello o di stipendio prima di avere un minimo di un anno di anzianità. Sicuramente è possibile aprire l'argomento durante il colloquio annuale oppure fissare un appuntamento se si ottengono nuove responsabilità.

Prima di iniziare a capofitto fissandosi su un aumento di livello o di stipendio dall'inizio della trattativa, occorre prima verificare se si è in una posizione di forza per ottenere ciò che si desidera. Per sfruttarla è meglio prepararsi bene a rispondere a qualsiasi domanda. Se il primo approccio va bene e si è in fase di negoziazione, assicurarsi di darsi un po' di margine e pretendere sempre uno stipendio che sia il 10-15% in più di quello che ti sei prefissato.

Questa è una regola di base che vale anche per il trading e che permetterà nella migliore delle ipotesi di fare un gap ancora maggiore, nella peggiore di ripiegare sul range floor che avevi definito. Durante il colloquio è preferibile mostrarsi positivi e proporre tutto ciò che si è portato e tutto ciò che si porterà ancora in azienda. Evitare di essere troppo diretti per non offendere il proprio interlocutore.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il